Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Unisciti agli altri 132 follower

  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • sito web

Scoperto come l’ovulo riconosce lo spermatozoo.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 23, 2014

Un gruppo di ricercatori inglesi ha scoperto una proteina sulla superficie dell’ovulo che svolge un ruolo decisivo nella fusione dell’ovulo con lo spermatozoo.

Izumo, il recettore degli spermatozoi, era noto dal 2005 e adesso il quadro è stato completato con la scoperta di Juno, il recettore che si trova sugli ovociti. Il nome tecnico di Juno è Folr4, che sta per “recettore dei folati”, ed è una serratura perfetta: si apre per consentire l’ingresso del primo spermatozoo e si chiude inesorabilmente per bloccare il passaggio di altri spermatozoi. Come una chiave e la sua serratura, i due recettori sono “fatti l’uno per l’altra”: se un ovocita non ha il recettore Juno, non riesce in alcun modo a fondersi con uno spermatozoo. E uno spermatozoo è infertile se non ha il recettore Izumo.

Abbiamo risolto un mistero da lungo tempo esistente in biologia grazie all’identificazione delle molecole visualizzate su tutti gli spermatozoi e gli ovuli che devono legarsi l’uno all’altro al momento del nostro concepimento“, ha spiegato il responsabile dello studio, Gavin Wright. Questa scoperta ha il potenziale per aiutare a migliorare le terapie per la fertilità e a sviluppare nuovi contraccettivi.

Leggi abstract dell’articolo:
Juno is the egg Izumo receptor and is essential for mammalian fertilization
Bianchi, E., Doe, B., Goulding, D. & Wright, G. J.
Nature (16 April 2014) | doi:10.1038/nature13203

Pubblicato in: News-ricerca | Leave a Comment »

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 23, 2014

Pubblicato in: Uncategorized | Leave a Comment »

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 23, 2014

Pubblicato in: Uncategorized | Leave a Comment »

Linee guida sulle infezioni da Chlamydia in gravidanza.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 23, 2014

Sono state pubblicate a cura delle Società Scientifiche Italiane di Microbiologia Clinica (AMCLI), di Ginecologia e Ostetricia (SIGO), di Malattie Infettive e Tropicali (SIMIT), di Neonatologia (SIN), di Pediatria (SIP), e l’Associazione Interdisciplinare per lo Studio delle Malattie Sessualmente Trasmissibili (SIMAST), nell’ambito dei percorsi diagnostico-assistenziali in Ostetricia-Ginecologia e Neonatologia le linee guida sulle infezioni da Chlamydia trachomatis.

chlamydiatrachomatis

Il documento è sicuramente di grande importanza per l’ostetrico e/o l’infettivologo che debba fornire “il counseling” alla gravida e monitorarne la gestazione e per l’ostetrico nella programmazione delle modalità del parto.

Scarica e leggi il documento in full text (italiano):
Percorsi diagnostico-assistenziali in Ostetricia-Ginecologia e Neonatologia – Chlamydia trachomatis

Fonte: Società Italiana di Pediatria

Pubblicato in: Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

I risultati dei test di Medicina e Chirurgia 2014-15.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 22, 2014

Sono stati pubblicati i risultati dei test di Medicina e Chirurgia e Odontoiatria dello scorso 8 aprile. Si tratta della graduatoria con i punteggi in ordine decrescente. Per la pubblicazione della graduatoria nazionale nominale bisognerà attendere il 12 maggio. Mentre il 20 maggio saranno definite le assegnazioni dei posti nelle Università e saranno aperte le immatricolazioni.

miur

Il candidato miglioreha totalizzato 80,5 punti e ha sostenuto la prova presso l’Università di Torino. Idoneo il 58,5% dei candidati, 30,27 il voto medio. Il punteggio medio più alto fra gli idonei (32,24 punti) a Milano-Bicocca. I risultati più deboli si sono registrati a Catanzaro (36,8% di idonei con punteggio medio di 27,22).

Scarica la tabella dei risultati

Pubblicato in: Formazione | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

BPCO: gli psicofarmaci aumentano i problemi respiratori.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 21, 2014

Le benzodiazepine (psicofarmaci comunemente prescritti per problemi di insonnia, panico e ansia) aumentano significativamente il rischio di insorgenza di problemi respiratori se assunte da pazienti anziani affetti da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).

ER-Journal

Ad affermarlo uno studio pubblicato sulla rivista “European Respiratory Journal” e condotta dai ricercatori del St. Michael’s Hospital di Toronto. Il rischio di peggioramento dei sintomi respiratori aumenta del 45% negli anziani in cura con psicofarmaci.

Leggi abstract:
Benzodiazepine drug use and adverse respiratory outcomes among older adults with COPD
Chaim M. Bell, Sudeep S. Gill, and Paula A. Rochon, + al.
Eur Respir J erj00080-2014; published ahead of print 2014, doi:10.1183/09031936.00008014

Fonte ed approfondimenti: St. Michael’s Hospital

Pubblicato in: News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Buona Pasqua 2014.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 20, 2014

Buona-Pasqua-2014

Auguriamo a tutti voi una “Felice Pasqua”

 

Pubblicato in: Attualità | Leave a Comment »

NICE: linee guida sul disturbo bipolare.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 19, 2014

Sono state aggiornate a cura del National Institute for Health and Care Excellence (NICE) le linee guida sul disturbo bipolare.
Il documento è in forma provvisoria e gli Enti autorizzati possono proporre modifiche dal 17 aprile al 19 maggio 2014.

nice

Ricordiamo che il disturbo bipolare (o depressione bipolare) è caratterizzato da instabilità dell’umore e da fasi di (ipo)mania e depressione che si alternano.
E’ una delle più frequenti malattie mentali e colpisce la popolazione adulta, senza particolari differenze tra uomini e donne. L’esordio è spesso al termine dell’adolescenza, o all’inizio dell’età adulta, con un andamento che prevede ricadute.

Scarica e leggi i documento in full text:
Bipolar disorder (update): full guideline  17 April 2014  (2.66 Mb)

Pubblicato in: News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

‘iLiver’: App sulle malattie del fegato nei bambini.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 19, 2014

Si chiama ‘iLiver‘ ed è un’App sulle malattie del fegato dedicata ai pediatri. L’App permette di avere a portata di mano informazioni mediche e raccomandazioni cliniche su tutte le patologie del fegato in età pediatrica.

ILiver è disponibile per android, iPad e iPhone. L’App, scaricabile gratis in inglese o spagnolo, contiene informazioni su patologie come epatiti autoimmuni, calcoli biliari, fibrosi congenita, emocromatosi, epatite A, B, C e D, trapianti del fegato, steatoepatiti non alcoliche, epatoblastomi.

Download FREE: Apple App Store o Google play.

Fonte ed approfondimenti: http://www.easl.eu/_education/iliver

Pubblicato in: Materiali Didattici, Tecno Sanità | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Infiammazione cronica della prostata collegata al cancro.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 18, 2014

La presenza di infiammazione cronica nel tessuto prostatico benigno è stata associata al cancro aggressivo della prostata. Questa associazione è stata trovata anche in coloro che hanno un basso antigene prostatico specifico (PSA), meno di 2 ng/ml.

CEBP-4-14

L’analisi delle biopsie dei tessuti della prostata raccolti da alcuni partecipanti al “Prostate Cancer Prevention Trial” (PCPT) ha rilevato che coloro il cui tessuto prostatico benigno presentava un’infiammazione cronica avevano 1,78 volte più probabilità di avere il cancro alla prostata, e 2,24 volte più probabilità di avere una malattia aggressiva, rispetto a coloro il cui tessuto prostatico benigno non ha avuto l’infiammazione.

Il nostro team sta studiando ora il tipo di cellule infiammatorie che possono influenzare il rischio di cancro alla prostata aggressivo“, ha detto Platz coordinatore della ricerca.

Lo studio è stato pubblicato su “Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention“, rivista dell’ American Association for Cancer Research.

Leggi abstract dell’articolo:
Chronic Inflammation in Benign Prostate Tissue Is Associated with High-Grade Prostate Cancer in the Placebo Arm of the Prostate Cancer Prevention Trial
Angelo M. De Marzo, and Elizabeth A. Platz + al.
Cancer Epidemiol Biomarkers Prev Published OnlineFirst April 18, 2014; doi:10.1158/1055-9965.EPI-13-1126

Fonte: Johns Hopkins Kimmel Cancer Center

Pubblicato in: News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una proteina naturale contro la celiachia.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 18, 2014

Una proteina antinfiammatoria naturale la “elafina” potrebbe essere una soluzione per il trattamento della celiachia.

celiachia1

I ricercatori francesi dell’Istituto Nazionale per le Ricerche Agricole (INRA) in collaborazione con colleghi dell’Université McMaster e dell’Ecole polytechnique fédérale de Zurich, hanno verificato che l’elafina gioca un ruolo chiave nel processo digestivo del glutine, andando a ridurre in maniera significativa l’infiammazione e interagendo con la transglutaminasi-2, l’enzima responsabile degli effetti tossici del glutine.

Per aumentare la produzione di questa proteina nell’organismo è stato utilizzato un batterio innocuo impiegato nella produzione dei latticini: “Lactococcus lactis“.
I risultati hanno confermato che l’assunzione di questa proteina veicolata dal batterio ha notevolmente diminuito la reazione infiammatoria nei topi.

La pubblicazione sulla rivista “American Journal of Gastroenterology“.

Leggi abstract dell’articolo:
Novel Role of the Serine Protease Inhibitor Elafin in Gluten-Related Disorders
Heather J Galipeau, Michelle Wiepjes, Jean-Paul Motta, Jessica D Schulz, Jennifer Jury, + al.
Am J Gastroenterol advance online publication, April 8, 2014; doi:10.1038/ajg.2014.48

Fonte: INRA

Pubblicato in: News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Linee guida sull’uso della risonanza magnetica in gravidanza.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 18, 2014

Sono state pubblicate a cura della Society of Obstetricians and Gynaecologists of Canada (SOGC) le linee guida sull’uso della Risonanza Magnetica per Imaging (MRI) nelle pazienti in gravidanza.

SOGC

Questa linea guida ha lo scopo di rassicurare le pazienti e i clinici di sicurezza di MRI in gravidanza e per fornire un quadro sulle procedure, indicazioni e controindicazioni.

Scarica e leggi il documento in full text:
The Use of Magnetic Resonance Imaging in the Obstetric Patient
Denise Pugash, Yves Patenaude, Julie Hakim, Lucie Morin

Pubblicato in: News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rapporto Osservasalute 2013.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 17, 2014

E’ stata pubblicata l’ XI° edizione del Rapporto Osservasalute (2013), un’approfondita analisi dello stato di salute della popolazione e della qualità dell’assistenza sanitaria nelle Regioni italiane.

Osserva-salute2013

Il Rapporto è frutto del lavoro di 165 esperti di sanità pubblica che operano presso Università e numerose istituzioni pubbliche nazionali, regionali e aziendali.
Dal Rapporto negli ultimi 10 anni gli italiani hanno guadagnano aspettativa di vita, soprattutto grazie alla ridotta mortalità per malattie del sistema circolatorio e per i tumori, trend che si deve sia agli investimenti fatti negli anni passati nelle politiche di prevenzione, sia agli avanzamenti diagnostici e terapeutici.

In peggioramento la forma fisica dei cittadini, sempre più grassi; aumentano soprattutto gli obesi e non fanno eccezione i bambini. Non cambia neppure la tendenza alla scarsa attività fisica, aggravata probabilmente anche dalle difficoltà “crisi-indotte” degli italiani di praticare sport in modo costante.

Per scaricare il rapporto è necessaria la registrazione gratuita al portale “Osservasalute.it“.

Osservasalute 2013. Tutti gli indicatori
Osservasalute 2013. La sintesi dei risultati, Regione per Regione

Fonte ed approfondimenti: Quotidianosanita.it   — Cybermed.eu

Pubblicato in: News dal web | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

‘Sangue artificiale’ creato da cellule staminali.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 16, 2014

Dovrebbe partire nel 2016 la prima sperimentazione clinica per testare la sicurezza e l’efficacia di un nuovo composto “sangue artificiale” prodotto a partire da cellule staminali.
Dopo quattro anni di ricerca del programma “Blood Pharma” della Wellcome Trust inglese sotto la direzione dello Scottish National Blood Transfusion Service (SNBTS ), è ora possibile trasformare le staminali in globuli rossi.

blood

Il primo studio sull’uomo probabilmente userà staminali embrionali, ma poi ci sposteremo sulle iPs, perche’ questo rende piu’ facile per noi scegliere il gruppo sanguigno“, afferma Joanne Mountford della Glasgow University. I ricercatori puntano a realizzare l’equivalente del sangue di gruppo 0 negativo, quello dei ‘donatori universali’. Un modo per contrastare la carenza di sangue e garantire trasfusioni sicure.

Fonte ed approfondimenti: Wellcome Trust

Pubblicato in: News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Un esame del sangue predice il rischio di ammmalarsi di Alzheimer.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 16, 2014

Ricercatori dell’Università Cattolica – Policlinico A. Gemelli di Roma e Ospedale Fatebenefratelli di Roma (Fondazione Fatebenefratelli, AFaR) e IRCCS Istituto Centro San Giovanni di Dio Fatebenefratelli Brescia, hanno sviluppato e testato con successo un test del sangue per predire il rischio di ammalarsi di Alzheimer misurando le concentrazioni plasmatiche di rame nel sangue di soggetti a rischio.

Il test denominato C4D, è stato convalidato in un lavoro pubblicato sulla rivista Annals of Neurology, sperimentato su un gruppo di 141 soggetti ad alto rischio di ammalarsi di Alzheimer.
Tutti i soggetti, su cui è stato eseguito il test del rame con un semplice prelievo di sangue, sono stati monitorati mediamente per quattro anni per vedere chi sviluppava la malattia di Alzheimer e chi no.

Si noti che l’innovazione di questo test consiste nella possibilità di misurare la quota di rame definito come “rame non-ceruloplasminico”, ovvero che si muove liberamente e raggiunge più facilmente il cervello.

Annals_Neurology

Si tratta di un metodo brevettato, attualmente non disponibile in altri laboratori di analisi perché misura esclusivamente il rame “libero” (non legato a proteine) nel sangue e quindi capace di circolare fino al cervello ed andare a danneggiarlo. L’esame è già disponibile anche presso il Policlinico A. Gemelli.

Leggi abstract dell’articolo:
Value of serum nonceruloplasmin copper for prediction of mild cognitive impairment conversion to Alzheimer disease
Rosanna Squitti, Roberta Ghidoni, Mariacristina Siotto, Mariacarla Ventriglia, Luisa Benussi, Anna Paterlini, Mariachiara Magri, Giuliano Binetti, Emanuele Cassetta, Deborah Caprara, Fabrizio Vernieri, Paolo M. Rossini and Patrizio Pasqualetti
Annals of Neurology Article first published online: 14 APR 2014 | DOI: 10.1002/ana.24136

Pubblicato in: News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Creato un muscolo capace di autoripararsi.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 15, 2014

Costruito in laboratorio un muscolo capace di auto-ripararsi. Il nuovo muscolo è dotato di fibre molto forti, che si contraggono esattamente come quelle naturali, e potrebbe essere usato come modello per studiare nuove cure contro le malattie muscolari. La scoperta si deve ai ricercatori della Duke University a Durham, nel North Carolina, che hanno pubblicato sulla rivista “Proceedings of the National Academy of Sciences” (Pnas).

This series of images shows the destruction and subsequent recovery of engineered muscle fibers that had been exposed to a toxin found in snake venom. This marks the first time engineered muscle has been shown to repair itself after implantation into a living animal.

This series of images shows the destruction and subsequent recovery of engineered muscle fibers that had been exposed to a toxin found in snake venom. This marks the first time engineered muscle has been shown to repair itself after implantation into a living animal.

Gli ottimi risultati delle sperimentazioni sono stati confermati dalla sperimentazione sugli animali.

Il muscolo che abbiamo creato – afferma Nenad Bursac, rappresenta un importante passo avanti. E’ infatti la prima volta che un muscolo ingegnerizzato è in grado di contrarsi con la stessa forza del muscolo naturale“. “Il segreto della sua forza sta proprio nell’utilizzo di fibre contrattili ben differenziate e mature”.

Leggi il full text dell’articolo:
Biomimetic engineered muscle with capacity for vascular integration and functional maturation in vivo
Mark Juhas,George C. Engelmayr, Jr.,Andrew N. Fontanella,Gregory M. Palmer,and Nenad Bursac
PNAS 2014 ; published ahead of print March 31, 2014, doi:10.1073/pnas.1402723111

Fonte ed approfondimenti: Duke University

Pubblicato in: News dal web | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Euro Pancreatic Cancer Index 2014.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 15, 2014

La prima comparazione mai effettuata in Europa sul trattamento del tumore del pancreas ha dimostrato che la maggior parte dei paesi europei non dedica abbastanza attenzione a questa patologia.

Euro Pancreatic Cancer Index 2014 Webinar, Brussels, March 18 2014

Sono questi i dati dell’Euro Pancreatic Cancer Index, che ha valutato i parametri di prevenzione, diagnosi, terapia e trattamenti palliativi per questa patologia in 28 stati europei, oltre a Norvegia e Svizzera. Il carcinoma pancreatico rimane ancora una patologia in cui non si è assistito negli ultimi anni ad un miglioramento apprezzabile in termini di sopravvivenza. Anche in Italia, che si trova al decimo posto (metà classifica) c’è molto da fare nel trattamento del tumore al pancreas.

Leggi documenti in full text:
Download the report
Download the index matrix
Download the summary
Download the launch presentation

Fonte ed approfondimenti:
www.healthpowerhouse.com

Pubblicato in: News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Realizzata con successo la prima vagina sintetica.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 14, 2014

I ricercatori del Wake Forest Baptist Medical Center’s for Regenerative Medicine Institute nel North Carolina hanno impiantato su quattro adolescenti affette da una grave patologia, per la prima volta una vagina bionica prodotta in laboratorio con cellule delle pazienti stesse.

apparato-femminile

Le ragazze soffrivano della sindrome di Mayer Rokitansky Kuster Hauser, una malattia genetica molto rara che non permette lo sviluppo normale di utero e vagina. Le operazioni sono state eseguite tra il 2005 e il 2008, quando le ragazze avevano dai 13 ai 18 anni. Le visite annuali di follow-up (monitoraggio a lungo termine) dimostrano che fino a otto anni dopo, gli organi funzionano normalmente, anche se non è consentita la gravidanza.

Leggi abstract:
Tissue-engineered autologous vaginal organs in patients: a pilot cohort study
Prof Atlántida M Raya-Rivera, Prof Anthony Atala, et al.
The Lancet – 11 April 2014 DOI: 10.1016/S0140-6736(14)60542-0

Pubblicato in: News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

URO ONCO: nuovo portale di uro-oncologia.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 13, 2014

L’ European Association of Urology e Elsevier hanno lanciato un nuovo portale internet “URO ONCO“. Si tratta di una nuova piattaforma on-line di formazione per tutti gli operatori sanitari di uro-oncologia.

URO ONCO” fornisce informazioni aggiornate sugli sviluppi nel campo delle neoplasie urologiche. E’ un portale che ha lo scopo di mantenere informati medici e operatori del settore sugli ultimi risultati degli studi clinici, con incontri, relazioni e interviste con gli esperti.

Attraverso il link di accesso alle pubblicazioni e abstract disponibile, gli esperti selezioneranno quotidianamente le news di oncologia medica urologica.

Accedi al portale: URO ONCO

Pubblicato in: News dal web, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

WHO: linee guida sull’epatite C.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 12, 2014

Sono state pubblicate a cura del World Health Organization (WHO) le prime linee guida per il trattamento dell’epatite C, un’infezione cronica che colpisce circa 130 – 150 milioni di persone.

hepc-who

Le raccomandazioni dell’OMS sono basate su una revisione approfondita delle migliori e più recenti evidenze scientifiche“, spiega Stefan Wiktor uno dei componenti del team di medici che ha prodotto il documento. “Il nuovo orientamento mira ad aiutare i paesi a migliorare il trattamento e la cura per l’epatite e quindi ridurre le morti da cancro al fegato e cirrosi.”

Ricordiamo che il virus dell’epatite C è trasmesso attraverso l’esposizione a sangue contaminato. Quelli a rischio sono le persone sottoposte a procedure mediche invasive e iniezioni terapeutiche. A rischio sono anche coloro che sono esposti a iniezione con attrezzature di perforazione della pelle, iniezione con farmaci, tatuaggi e body piercing.

Scarica e leggi il documento in full text:
Guidelines for the screening, care and treatment of persons with hepatitis C infection
Number of pages: 124  Publication date: April 2014  Languages: English

Fonte: WHO

Pubblicato in: News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Linee guida per la prevenzione delle infezioni da catetere.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 11, 2014

Sono state aggiornate a cura della Society for Healthcare Epidemiology of America (SHEA) e dell’Infectious Diseases Society of America (IDSA) le linee guida sulla prevenzione delle infezioni urinarie ospedaliere associate all’utilizzo del catetere.

logoshea

La pubblicazione è stata fatta sulla rivista “Infection Control and Hospital Epidemiology” ed aggiorna il precedente documento datato 2008.

Questo documento dovrebbe aiutare gli operatori sanitari ospedalieri ad adottare le migliori pratiche per la prevenzione delle infezioni da uso del catetere. Si cerca inoltre di promuovere una cultuta di responsabilità per frenare un uso improprio ed eccessivo del catetere” – afferma Evelyn Lo uno degli autori della linea guida.

Scarica e leggi il documento in full text:
Strategies to Prevent Catheter-Associated Urinary Tract Infections in Acute Care Hospitals: 2014 Update
Evelyn Lo; Lindsay E. Nicolle; Deborah S. Yokoe; + al.
Infection Control and Hospital Epidemiology, Vol. 35, No. 5 (May 2014), pp. 464-479 – DOI: 10.1086/675718

Fonte: Society for Healthcare Epidemiology of America (SHEA)

Pubblicato in: News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

EAU: aggiornamento linee guida di urologia.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 11, 2014

Sono state aggiornate a cura dell’European Association of Urology le seguenti linee guida:

eauguideline

Fonte: Uroweb.org

Pubblicato in: News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Suicidio forzato per le cellule del cancro.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 11, 2014

I ricercatori dell’Università del Texas MD Anderson Cancer Center, coordinati dal prof. Anil K. Sood hanno scoperto in una ricerca preclinica che inibendo i segnali di una proteina (ormone prolattina) si ha il suicidio delle cellule tumorali (autofagia).

Il suicidio cellulare o autofagia è una difesa cellulare comune messa in atto per proteggersi contro una carenza di sostanze nutritive e di altri fattori di stress. Ciò pone la cellula in una condizione detta di quiescenza inattiva, che permette di recuperare e riciclare parti avariate delle stesse cellule, una sorta di auto-cannibalismo.

Graphical_abstract_wen_revisedGraphical Abstract

L’ormone prolattina è implicato nello sviluppo e nella progressione del tumore ovarico, di quello endometriale e di altri tipi di cancro. Il legame della prolattina al suo recettore di membrana è seguito dall’attivazione delle vie di segnale cellulare che stimolano il cancro. G129R, il suo antagonista, interferisce con il legame tra la prolattina e il suo recettore. Dopo 28 giorni di trattamento sui topi con G129R il peso del tumore diminuiva del 50%. Aggiungendo l’agente citostatico paclitaxel, comunemente utilizzato per il trattamento del cancro ovarico, il peso del tumore si riduceva del 90%.

La prolattina è un potente fattore di crescita per molti tipi di tumori, tra cui il cancro ovarico“, ha detto l’autore senior Anil Sood “Quando blocchiamo la segnalazione di prolattina, si innesca una catena di eventi a valle che provocano la morte cellulare mediante autofagia.

Scarica e leggi il full text dell’articolo:
Antagonism of Tumoral Prolactin Receptor Promotes Autophagy-Related Cell Death
Wen, Yunfei, Anil K. Sood, et al.
Cell Reports  DOI: http://dx.doi.org/10.1016/j.celrep.2014.03.009

Fonte ed approfondimenti: Science Daily

Pubblicato in: News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Melanoma e sole: una app per salvare la pelle.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 10, 2014

E’ stata realizzata dalla Fondazione Melanoma in collaborazione con L’ Istituto Pascale di Napoli la prima applicazione che permette di conoscere l’intensità dei raggi del sole e di “Salvati la pelle“, questo è il nome dell’app.

Salva_pelle

L’applicazione, grazie al dispositivo di localizzazione GPS presente nel cellulare o nel tablet, è in grado di individuare la posizione dell’utente e di confrontare queste coordinate con i dati provenienti dai satelliti dell’ESA (Agenzia Spaziale Europea). In questo modo, rileva l’intensità dei raggi UV nel luogo esatto in cui si trova l’utente e fornisce informazioni sullo spessore dello strato dell’ozono. Contiene inoltre schede di approfondimento sui diversi fototipi in base alla classificazione dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e sui possibili danni e benefici dei raggi ultravioletti.

Se viene rilevata un’intensità dei raggi UV molto elevata, l’app avverte di non esporsi in nessun modo. In futuro è prevista una versione ancora più personalizzata, perché sarà possibile conoscere il tempo di esposizione in base allo specifico fototipo della persona, determinato con una foto della pelle.

L’app è scaricabile gratuitamente dall’Apple Store su Iphone e Ipad (è prevista nei prossimi mesi la versione per sistemi operativi Android).

Scarica l’app:
Salvati la pelle

Fonte ed approfondimenti: Fondazione Melanoma

Pubblicato in: Tecno Sanità | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Test ingresso Medicina Veterinaria 2014-15. Domande e soluzioni.

Pubblicato da Giorgio Bertin su aprile 10, 2014

Si è svolto il 9 aprile il test di ingresso ai corsi di laurea ad accesso programmato in Medicina Veterinaria valido per l’anno accademico 2014/2015.

miur

Calendario Veterinaria
09/04/2014 TEST
23/04/2014 pubblicazione risultato del TEST
12/05/2014 pubblicazione della graduatoria nominale
20/05/2014 pubblicazione delle assegnazioni

Scarica e leggi le domande; in tutte la soluzione è la risposta alla lettera A). Durante la prova l’ordine delle domande e delle risposte per ogni domanda era differente per ogni candidato.

Dal sito MIUR:
PROVA DI AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA IN MEDICINA VETERINARIA Anno Accademico 2014/2015

Pubblicato in: Formazione, News dal web | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »