Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Unisciti agli altri 138 follower

  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • sito web

FDA approva un nuovo farmaco per la BPCO.

Posted by Giorgio Bertin su agosto 2, 2014

Si chiama olodaterolo (Striverdi Respimat) ed è un nuovo farmaco broncodilatatore spray per inalazione approvato dall’FDA per la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).

striverdi-resp

La disponibilità di questo nuovo farmaco da utilizzare anche per lunghi periodi offre un ulteriore opzione di trattamento per milioni di pazienti americani che soffrono di BPCO“, ha detto Curtis Rosebraugh, direttore dell’Office of Drug Evaluation II in the FDA’s Center for Drug Evaluation and Research.

La registrazione è avvenuta a seguito dei risultati del clinical trial di fase III condotto su 4.900 pazienti.
Il farmaco Striverdi Respimat è distribuito da Boehringer Ingelheim Pharmaceuticals, Inc., Ridgefield, Connecticut e non è prescrivibile per il trattamento dell’asma.

Comunicato stampa FDA:
FDA approves Striverdi Respimat to treat chronic obstructive pulmonary disease

Prescribing Information

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Hodgkin’s lymphoma: Linee guida sulla diagnosi e trattamento.

Posted by Giorgio Bertin su agosto 2, 2014

Sono state pubblicate dall’European Society for Medical Oncology (ESMO) sulla rivista “Annals of Oncology” le linee guida di pratica clinica sulla diagnosi, trattamento e follow-up del Linfoma di Hodgkin.

Annals of Ocncology cover

Scarica e leggi il documento in full text:
Hodgkin’s lymphoma: ESMO Clinical Practice Guidelines for diagnosis, treatment and follow-up
D. A. Eichenauer, A. Engert, M. André, M. Federico, T. Illidge, M. Hutchings, and M. Ladetto on behalf of the ESMO Guidelines Working Group
Ann Oncol first published online July 25, 2014 doi:10.1093/annonc/mdu181

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ICSI: Linee guida sul diabete tipo 2 negli adulti.

Posted by Giorgio Bertin su agosto 1, 2014

Sono state pubblicate in aggiornamento a cura dell’Institute for Clinical Systems Improvement (ICSI) le linee guida sulla diagnosi e gestione del diabete tipo 2 negli adulti (sedicesima edizione).
La gestione include la terapia alimentare, l’attività fisica, le strategie di auto-gestione, e le raccomandazioni di terapia farmacologica, nonché la prevenzione e la diagnosi delle complicanze associate al diabete e ai fattori di rischio.

ICSI logo

Scarica e leggi il documento in full text:
Diabetes Mellitus in Adults, Type 2; Diagnosis and Management of
ICSI – Luglio 2014

View Executive Summary (PDF)

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

HTA: Screening per il cancro al polmone.

Posted by Giorgio Bertin su agosto 1, 2014

E’ stato pubblicato a cura del Ministero della salute il report HTA in lingua italiana sullo screening per il tumore al polmone. Si tratta di una metodologia di adattamento ad una revisione sistematica (Manser 2013) della Cochrane Database of Systematic Reviews, in lingua inglese, alla realtà italiana.

logo_ministerosalute

Obiettivo della revisione sistematica è la valutazione dei risultati riportati nella letteratura pubblicata riguardante la capacità delle differenti strategie di screening per la diagnosi di cancro al polmone (TC a basso dosaggio, radiografia del torace, esame dell’espettorato) al fine di ridurre la mortalità.

Scarica e leggi il documento in full text:
Report Adaptation – Screening per il tumore del polmone
Paone S, Amicosante M, Jefferson T, Cerbo M.
Agenas ‐ Luglio 2014

Screening for lung cancer
Manser R, Lethaby A, Irving LB, Stone C, Byrnes G, Abramson MJ, Campbell D.
Cochrane Database of Systematic Reviews 2013, Issue 6. Art. No.: CD001991. DOI: 10.1002/14651858.CD001991.pub3.

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

AUA: Linee guida sui calcoli renali e uro-trauma.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 31, 2014

Sono state pubblicate, sulla rivista “The Journal of Urology” a cura dell’American Urology Association (AUA) le linee guida sulla prevenzione, diagnosi e follow-up dei pazienti con calcoli renali.

logo_aua

Nella stessa rivista sono state pubblicate anche le linee guida sulla gestione dell’Uro Trauma (lesioni all’apparato urinario).

Scarica e leggi i documenti in full text:
Medical Management of Kidney Stones: AUA Guideline
Margaret S. Pearle, David S. Goldfarb, Dean G. Assimos, Gary Curhan, Cynthia J. Denu-Ciocca, Brian R. Matlaga, Manoj Monga, Kristina L. Penniston, Glenn M. Preminger, Thomas M.T. Turk, James R. White
The Journal of Urology Volume 192, Issue 2, Pages 316–324, August 2014

Urotrauma: AUA Guideline
Allen F. Moreey, Stev Brandes, Daniel David Dugi, John H. Armstrong, Benjamin N. Breyer, Joshua A. Broghammer, Bradley A. Erickson, Jeff Holzbeierlein, Steven J. Hudak, Jeffrey H. Pruitt, James T. Reston, Richard A. Santucci, Thomas G. Smith, Hunter Wessells
The Journal of Urology Volume 192, Issue 2, Pages 327–335, August 2014

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Frutta e verdura riducono il rischio di cancro e altre malattie.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 31, 2014

Mangiare fino a cinque porzioni giornaliere di frutta e verdura porta ad un minor rischio di morte per qualsiasi causa, in particolare per malattie cardiovascolari, compreso il cancro. Sono questi i risultati di uno studio di coorte condotto su 833.234 partecipanti di cui 56.423 deceduti a causa di malattie cardiovascolari e cancro in un periodo di follow-up di 26 anni (sedici studi, comprese revisioni).

frutta-verdura

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista British Medical Journal.
I risultati supportano le attuali raccomandazioni per aumentare il consumo di frutta e verdura per promuovere la salute e la longevità.

Scarica e leggi il documento in full text:
Fruit and vegetable consumption and mortality from all causes, cardiovascular disease, and cancer: systematic review and dose-response meta-analysis of prospective cohort studies
Wang Xia, Ouyang Yingying, Liu Jun, Zhu Minmin, Zhao Gang, Bao Wei et al.
BMJ 2014; 349:g4490 – Published 29 July 2014

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una apps per la diagnosi delle malattie ereditarie.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 30, 2014

Alcune malattie ereditarie, come la fibrosi cistica e il morbo di Huntington, presentano una serie di sintomi simili a quelli di altre malattie, rendendo difficile la diagnosi. Ora, i ricercatori del Max Planck Institute for Informatics in Germania guidati da Marcel Schul, hanno creato un programma per computer che è in grado di semplificare la diagnosi di tali malattie.

UdS_Logo_RGB

Il programma – denominato “Phenomizer” – è disponibile come applicazione gratuita Android su Google Play per smartphone e tablet, ai medici di tutto il mondo.
Nel programma, il medico inserisce sintomi del paziente. Il sistema, quindi, analizza in un ampio database online chiamato Human Phenotype Ontology, che memorizza oltre 10.000 caratteristiche della malattia, quindi fornisce la diagnosi.

Leggi il full text dell’articolo:
Clinical diagnostics in human genetics with semantic similarity searches in ontologies,
Köhler et al.
Am J Hum Genet (2009) vol. 85 (4) pp. 457-64

The Human Phenotype Ontology (HPO) project

http://compbio.charite.de/phenomizer/

La app è disponibile:
https://play.google.com/store/apps/details?id=com.charite.phenomizer&hl=de 

Fonte: Alpha Galileo

Posted in Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Linee guida sul vaccino anti-meningococco.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 29, 2014

Sono state aggiornate a cura dell'”American Academy of Pediatrics“, e pubblicate sulla rivista “Pediatrics” le raccomandazioni sul vaccino anti-meningococco nei bambini e negli adolescenti. Il precedente documento era datato 2011.

pediatrics5-2014

Le malattie meningococciche sono gravi malattie batteriche causate dal Meningococco (Neisseria meningitidis). Vaccinazione Meningococco – Vaccino Anti-Meningococco
Neisseria meningitidis – è un patogeno coinvolto in patologie gravi, potenzialmente fatali, come la meningite e la sepsi meningococcica.

L’American Academy of Pediatrics (AAP) non raccomanda la vaccinazione di routine dei bambini tra i 2 mesi e i 10 anni di età a meno che non ci siano dei rischi di malattia meningococcica.

Scarica e leggi il documento in ful text:

Policy Statement: Updated Recommendations on the Use of Meningococcal Vaccines
COMMITTEE ON INFECTIOUS DISEASES
Pediatrics peds.2014-1383; Published online July 28, 2014 (10.1542/peds.2014-1383)

Fonte: Medscape.com

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cancro: scoperta molecola chiave per i trattamenti.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 28, 2014

Un team di ricercatori del Barts Cancer Institute, della Queen Mary University di Londra, ha scoperto che una molecola, chiamata chinasi di adesione focale (FAK), segnala alle cellule tumorali come autoriparsi a seguito del danno provocato dalla chemioterapia e dalla radioterapia.

cover_nature

Le cellule che rivestono i vasi sanguigni inviano dei segnali chimici, le citochine, al tumore per aiutarlo a resistere contro il danno provocato dalla chemio e dalla radioterapia. I ricercatori hanno dimostrato che questo processo richiede FAK per lavorare, e senza di essa, questi segnali non vengono mai inviati – rendendo il tumore più vulnerabile.

I ricercatori hanno studiato i campioni prelevati da pazienti affetti da linfoma. Quelli con bassi livelli di FAK nei loro vasi sanguigni avevano più probabilità di avere la remissione completa dopo il trattamento. Questo suggerisce che lo sviluppo di farmaci per colpire FAK nei vasi sanguigni del cancro può amplificare i trattamenti contro il cancro e prevenirne il ritorno (recidive).

La pubblicazione è stata fatta sulla rivista “Nature“.

Leggi abstract dell’articolo:
Endothelial-FAK targeting sensitises tumours to DNA-damaging therapy
B. Tavora, L. E. Reynolds, S. Batista, F. Demircioglu, I. Fernandez, T. Lechertier, D. M. Lees, P. P. Wong, A. Alexopoulou, G. Elia, A. Clear, A. Ledoux, J. Hunter, N. Perkins, J. G. Gribben, K. M. Hodivala-Dilke.
Nature 2014. doi:10.1038/nature13541

Fonte ed approfondimenti: Barts Cancer Institute

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Specializzazioni mediche: nuove regole per l’accesso.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 27, 2014

Il Ministero della Pubblica Istruzione ha sancito le nuove regole per lo svolgimento delle prove per il concorso nazionale di accesso alle Scuole di specialità (pubblicazione Gazzetta 24-07-2014).

miur

“D’ora in poi per essere ammessi bisognerà superare una selezione per esami e titoli. La prova scritta sarà telematica, i candidati dovranno rispondere a 110 quesiti a risposta multipla. Un’unica Commissione nazionale validerà i quesiti che saranno proposti ai candidati. La Commissione sarà composta da un direttore di una scuola di specializzazione, con funzioni di presidente, e da cinque professori universitari per ciascuna delle tre Aree, e specificherà anche i criteri per l’attribuzione del punteggio relativo ai titoli e quelli per l’approvazione della graduatoria unica nazionale per ciascuna scuola. Ciascun candidato, al momento della domanda, potrà scegliere di concorrere per l’accesso fino a due tipologie di Scuola di specializzazione per ciascuna Area (Medica, Chirurgica, Servizi Clinici)”.

Il primo bando si terrà nel mese di ottobre.

Comunicato del Ministero

Gazzetta ufficiale del 24/7/2014

Posted in Formazione | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Scoperti i sottotipi di cancro allo stomaco.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 26, 2014

Un team di ricercatori americani (membri del “The Cancer Genome Atlas (TCGA)”), ha scoperto che ci sono quattro sottotipi molecolari distinti di cancro allo stomaco, noto anche come cancro gastrico o adenocarcinoma gastrico. Essi credono che la scoperta cambierà dal punto di vista clinico questo tipo di cancro, consentendo trattamenti su misura per i singoli pazienti, in base alle caratteristiche genetiche specifiche dei loro tipo di tumori.

Un progresso fondamentale con questo progetto è che abbiamo identificato e sviluppato un sistema di classificazione molto più utile per trovare gruppi di cancro gastrico che hanno caratteristiche molecolari distinte, e, allo stesso tempo, abbiamo anche individuato gli obiettivi chiave da perseguire in diversi gruppi di pazienti“. – afferma Adam Bass profesore alla Harvard Medical School. “Questo fornirà una solida base per la categorizzazione della malattia e possiamo quindi sviluppare test clinici basati su alcune delle alterazioni molecolari critiche che stanno guidando le diverse classi di tumori.

Leggi il full text dell’articolo:
Comprehensive molecular characterization of gastric adenocarcinoma
The Cancer Genome Atlas Research Network
Nature Published online 23 July 2014

Fonte ed approfondimenti: Cancer.gov  –  Cancergenome.nih.gov – press release

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

NICE: Linee guida sulle malattie renali croniche.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 25, 2014

Sono state aggiornate a cura di NICE (National Institute for Health and Care Excellence) le linee guida sull’identificazione e gestione delle malattie renali croniche. Il precedente documento risaliva al 2008.

nice

Scarica e leggi il documento in full text:
Chronic kidney disease: early identification and management of chronic kidney disease in adults in primary and secondary care
Published date: July 2014

Fonte: NICE

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trattamento dell’Epatite C in pazienti con HIV.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 25, 2014

Oggi esistono trattamenti di maggiore efficacia per i pazienti affetti da HIV. Tuttavia, questi pazienti presentano anche tassi più elevati di infezione da epatite C. Anche se l’HIV è ben controllato, i pazienti possono ammalarsi e, in alcuni casi, anche morire a causa dell’epatopatia correlata all’epatite C.

L’autore principale, il dottor Mark S. Sulkowski, commenta nel video

Questo nuovo studio (noto come Photon1) condotto su 211 pazienti, pubblicato sulla rivista JAMA ha indagato se un regime farmacologico privo di interferone possa essere efficace in pazienti infetti sia da HIV sia da virus dell’epatite C.
Dai risultati conclusivi dello studio è emerso che la combinazione di sofosbuvir e ribavirina è sicura e ben tollerata in pazienti con coinfezione da HIV ed epatite C.

Leggi il full text dell’articolo:
Sofosbuvir and Ribavirin for Hepatitis C in Patients With HIV Coinfection
Sulkowski MS, Naggie S, Lalezari J, et al.
JAMA. 2014;312(4):353-361. doi:10.1001/jama.2014.7734.

Clinicaltrials.gov Identifier: NCT01667731.

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CENSIS: Classifica delle Università italiane 2014-15.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 24, 2014

E’ stata pubblicata su Repubblica la “Grande Guida Università 2014/2015”  la consueta classifica annuale a cura del “CENSIS Servizi”, sulle migliori Università italiane 2014-2015.
Dalla classifica generale il miglior punteggio è assegnato a Bologna che si riconferma per il quinto anno consecutivo al primo posto (97,8 come MEGA Ateneo) e Siena (103,2 come MEDIO Ateneo).
Indicatori e parametri su cui si basano le classifiche CENSIS degli atenei italiani (Link).

guida-università-2014-15

Classifiche:

MEGA Atenei (oltre 40mila iscritti):

1 Bologna 97,8
2 Padova 92,6
3 Firenze 90,4
4 Torino 85,8
5 Pisa 85,6
6 Bari 85,2
7 Roma Sapienza 84,2
8 Palermo 81,0
9 Milano 80,0
10 Catania 78,2
11 Napoli Federico II 73,6

GRANDI Atenei (da 20mila a 40mila iscritti)

1 Perugia 95,2
2 Pavia 94,0
3 Salento 90,6
4 Calabria 89,8
5 Parma 89,2
6 Verona 86,4
6 Genova 86,4
8 Roma Tor Vergata 84,6
9 Cagliari 84,4
10 Milano Bicocca 83,3
11 Roma Tre 81,6
12 Salerno 76,4
13 Messina 75,8
14 L’Aquila 74,8
15 Chieti-Pescara 73,2
16 Caserta 70,2

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Formazione | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Individuata l’origine dell’Alzhiemer.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 24, 2014

Un gruppo di ricerca italiano della Scuola Normale superiore di Pisa e dell’Irccs Fatebenefratelli di Brescia ha individuato, su cellule di criceto, il sito intracellulare dove cominciano a formarsi gli oligomeri del peptide abeta che da inizio alla malattia di Alzheimer.

intracellular Aβ oligomers

Lo studio – spiega il professor Antonino Cattaneo che ha coordinato la ricerca – ha la doppia valenza di aver stabilito gli oligomeri intracellulari di abeta come target nel trattamento dell’Alzheimer e consente di prospettare una strategia sperimentale dal forte potenziale terapeutico“.

Su questa base, sarà possibile in futuro colpire precocemente le strutture patologiche, nel luogo dove si formano, prima che vengano trasportate fuori dalla cellula, attraverso sonde molecolari mirate, una sorta di “magic bullet” (proiettile magico) che colpisce con alta selettività solo le formazioni tossiche.

Leggi full text dell’articolo:
Conformational targeting of intracellular Aβ oligomers demonstrates their pathological oligomerization inside the endoplasmic reticulum
Giovanni Meli, Agnese Lecci, Annalisa Manca, Nina Krako, Valentina Albertini, Luisa Benussi, Roberta Ghidoni, Antonino Cattaneo
Nature Communications 5, Article number:3867 doi:10.1038/ncomms4867

Supplementary Information (1,514 KB)

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scoperto un gene che blocca le metastasi del cancro al polmone.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 24, 2014

I ricercatori del Salk Institute for Biological Studies hanno identificato un gene che può fermare il movimento delle cellule cancerogene dai polmoni alle altre parti del corpo (metastasi), questo potrebbe essere un nuovo modo per combattere uno dei tumori più letali del mondo.

E’ noto che circa un quinto dei casi di cancro al polmone mancano di un gene anti-cancro chiamato LKB1 (noto anche come STK11). I tumori mancanti LKB1 sono spesso aggressivi, in rapida diffusione attraverso il corpo.
Nelle cellule normali, esistono i complessi di adesione focale che le ancora nelle loro posizioni corrette nel tessuto cui appartengono. Le cellule tumorali hanno invece la capacità di “alzare” le loro ancore cellulari; così  possono viaggiare attraverso il flusso sanguigno ad altri organi del corpo al fine di stabilire nuovi tumori. Il team ha scoperto che LKB1 comunica con DIXDC1, un nuovo gene istruendolo per modificare le dimensioni e il numero delle adesioni focali cambiandone le dimensioni e il numero.

Quando DIXDC1 è attivo, attraverso LKB1 le cellule sono ancorate al loro posto, quando DIXDC1 è inattivo o bloccato (mancanza di LKB1) la cellula è libera di viaggiare ad altri siti. In modelli animali e in culture cellulari riattivando DIXDC1 si è rallentata e bloccata la capacità delle cellule di viaggiare (metastasi).
Ora, attraverso questo lavoro, stiamo cominciando a capire perché alcuni sottoinsiemi di cancro al polmone sono così invasivi.” – afferma il Prof. Reuben J. Shaw uno degli autori (video).

Leggi abstract dell’articolo:
An AMPK-Independent Signaling Pathway Downstream of the LKB1 Tumor Suppressor Controls Snail1 and Metastatic Potential
Jonathan M. Goodwin,Robert U. Svensson,Hua Jane Lou,Monte M. Winslow,Benjamin E. Turk,Reuben J. Shaw
Molecular Cell In Press, Corrected Proof, Available online 17 July 2014

Fonte ed approfondimenti: Salk Institute for Biological Studies

Gene Discovery May Stop The Spread of Lung Cancer (video)

Posted in News-ricerca, Video | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Staminali ringiovaniscono i muscoli.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 24, 2014

Uno studio condotto sui topi ha mostrato che le cellule staminali mesenchimali aiutano a ringiovanire i muscoli. I risultati, descritti dai ricercatori dell’University of Illinois sulla rivista “Medicine and Science in Sports and Exercise“, potrebbero un giorno portare a nuovi approcci per combattere il declino muscolare legato all’età.

Medicine and Science in Sports and Exercise cover

Le staminali mesenchimali si trovano naturalmente nell’organismo e sono in grado di differenziarsi in diversi tipi di cellule. Queste staminali secernono fattori di crescita che stimolano le cellule precursori del muscolo, chiamate cellule satelliti, ad espandersi nei tessuti, e contribuiscono a ripararli dopo un trauma. Una volta presenti e attive, le cellule satelliti si fondono con le fibre muscolari danneggiate, formando nuove fibre per ricostruire il muscolo e aumentarne la forza.

Il trapianto di staminali mesenchimali può offrire una soluzione valida per ‘svegliare’ le cellule satelliti ‘invecchiate’” – afferma la Prof. Marni Boppart uno degli autori.

Leggi abstract dell’articolo:
Mesenchymal Stem Cells Augment the Adaptive Response to Eccentric Exercise.
Zou, Kai; Huntsman, Heather D.; Valero, M. Carmen; Adams, Joseph; Skelton, Jack; De Lisio, Michael; Jensen, Tor; Boppart, Marni
Medicine & Science in Sports & Exercise June 5, 2014 doi: 10.1249/MSS.0000000000000405

Fonte ed approfondimenti: University of Illinois

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piastrine umane prodotte in bioreattore.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 23, 2014

Un gruppo di studiosi del “Brigham and Women’s Hospital” negli States, ha sviluppato una nuova tecnica per produrre piastrine umane, completamente funzionali in vitro, utilizzando un dispositivo denominato bioreattore piatrinico e delle cellule staminali umane.(Via YouTube/ThrombosisAdviser). Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Blood.


Scientists find new way to make human platelets – Video from Newsy.com

Le cellule del sangue come le piastrine, sono create nel midollo osseo. Il bioreattore utilizzato dai ricercatori è un dispositivo che simula un ambiente biologico per effettuare una reazione biologica su scala industriale, utilizzando i principali componenti del midollo osseo, modellandone le caratteristiche di composizione del flusso sanguigno. La piastrina da bioreattore è microfluidica e riporta le caratteristiche analoghe a quelle umane quali: la rigidità, la composizione della matrice extracellulare, le dimensioni, e la stabilità nel flusso sanguigno. I ricercatori pensano di iniziare la fase I degli studi clinici sull’uomo nel 2017.

Jonathan Thon, coordinatore del progetto, spiega che “la possibilità di avere una fonte alternativa di piastrine umane con sostanzialmente nessun rischio di trasmissione delle malattie, rappresenta una rivoluzione a confronto con i modi con cui sono raccolte le piastrine che servono per soddisfare il crescente bisogno di sangue“.

Leggi abstract dell’articolo:
Platelet bioreactor-on-a-chip
Jonathan N. Thon, Linas Mazutis, Stephen Wu, Joanna L. Sylman, Allen Ehrlicher, Kellie R. Machlus, Qiang Feng, Shijiang Lu, Robert Lanza, Keith B. Neeves, David A. Weitz, Joseph E. Italiano
Blood Jan 2014, DOI: 10.1182/blood-2014-05-574913

Fonte ed approfondimenti: Brigham and Women’s Hospital

Blood Clot Formation – Coagulation Factors & Platelets (Video)

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scoperta la base genetica per le malattie cardiache nelle donne.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 23, 2014

Una nuova ricerca svolta dai ricercatori della Western University e pubblicata sulla rivista “British Journal of Clinical  Pharmacology“, porta alla luce una base genetica per le malattie cardiache nelle donne e aiuta ad identificare quali donne sono più predisposte a malattie cardiache.

“Questo è un passo per capire gli effetti degli estrogeni sulla malattia di cuore, e capire perché alcune donne sono più inclini a infarto e ictus rispetto agli altri“, ha detto Feldman – ricercatore presso Schulich School of Medicine & Dentistry’s Robarts Research Institute (video).
La ricerca ha esaminato l’effetto dell’espressione del gene variante GPER contro il gene normale GPER nelle cellule muscolari lisce vascolari e la sua associazione con la pressione del sangue nelle donne. Le donne, ma non gli uomini, che portano la variante del gene GPER hanno la pressione sanguigna alta, un fattore di rischio molto grande per infarto e ictus.

Leggi il full text dell’articolo:
A common hypofunctional genetic variant of GPER is associated with increased blood pressure in women.
Ross D Feldman, Robert Gros, Qingming Ding, Yasin Hussain, Matthew R Ban, Adam D McIntyre, Robert A Hegele
British Journal of Clinical Pharmacology 21 JUL 2014 01:54AM EST | DOI: 10.1111/bcp.12471

Fonte ed approfondimenti: Western University

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le “firme genetiche” che guidano il cancro colon-retto.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 23, 2014

Un gruppo di ricercatori della Vanderbilt University ha individuato le mutazioni genetiche che guidano il cancro del colon-retto. La pubblicazione sulla rivista “Nature“.

cover_nature

La ricerca è il risultato dell’applicazione della proteomica (studio delle proteine e loro caratterizzazione rispetto a struttura, funzione, attività) al cancro. “E’ lo studio della biologia del cancro attraverso il principio biologico fondamentale che è quello di come il DNA – il codice genetico – è “trascritto” in RNA messaggero, per essere poi “tradotto” in proteine. Mentre molte mutazioni genetiche associate con il cancro sono state identificate, è stato più difficile analizzare la struttura e la funzione delle proteine ​​che in realtà permettono al cancro di svilupparsi“, affermano i ricercatori.
Attraverso l’utilizzo di tecniche di spettrometria di massa avanzate si sono raccolti dati di proteomica su 95 campioni di tumori colorettali umani, e identificato cinque sottotipi di cancro al colon in base al loro contenuto proteico.

La nostra scoperta dei sottotipi di proteomica apre la porta alla diagnostica a base di proteine ​​che potrebbero identificare i cattivi tumori che hanno bisogno della terapia aggressiva“, ha detto Daniel Liebler, autore principale della ricerca. Un risultato della ricerca entusiasmante che può avere enormi implicazioni per la diagnosi e trattamento del cancro.

Leggi abstract dell’articolo:
Proteogenomic characterization of human colon and rectal cancer
David L. Tabb, Robert J. Coffey,Robbert J. C. Slebos,Daniel C. Liebler & the NCI CPTAC + al.
Nature (2014) Published online 20 July 2014 doi:10.1038/nature13438

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Eliminato il virus HIV da cellule umane coltivate.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 22, 2014

Il virus HIV-1 ha dimostrato di essere molto tenace inserendo il suo genoma permanentemente nel DNA delle sue vittime, e costringendo i pazienti ad assumere un regime farmacologico permanente per controllare il virus e prevenire eventuali attacchi. Ora, un team di ricercatori del Temple University School of Medicine ha progettato un modo per tagliare i geni con integrato HIV-1 in modo permanente.

La scoperta segna il primo tentativo riuscito di eliminare il virus HIV-1 latente dalle cellule umane. “E’ una scoperta entusiasmante, ma il metodo non è ancora pronto per andare in clinica. Si tratta di un ricerca che si sta muovendo nella giusta direzione“, afferma Kamel Khalili, Professor and Chair of the Department of Neuroscience at Temple University.

Una combinazione di un enzima DNA-snipping chiamato nucleasi e un RNA chiamato RNA guida (gRNA) vanno alla caccia del genoma virale e asportano HIV-1 DNA. Da quì, una macchina di riparazione genica della cellula prende il sopravvento, viene eliminato il virus e si saldando le estremità del genoma di nuovo insieme – con conseguente ripristino delle cellule virus-free.

Nell’articolo pubblicato sulla rivista “Proceedings of National Academy of Sciences” viene descritto in dettaglio come siano stati creati strumenti molecolari per eliminare il virus HIV-1 DNA provirale. Il processo di modifica ha avuto successo in vari tipi di cellule che possono annidare il virus HIV-1, compresi macrofagi e linfociti-T.

Leggi abstract dell’articolo:
RNA-directed gene editing specifically eradicates latent and prevents new HIV-1 infection
Yoelvis Garcia-Mesa,Jonathan Karn,Xianming Mo, and Kamel Khalili + al.
PNAS 2014; published ahead of print July 21, 2014, doi:10.1073/pnas.1405186111

Fonte ed approfondimenti: Temple University School of Medicine

Researchers successfully eliminate HIV virus from cultured human cells (video)

Posted in News-ricerca, Video | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuove terapie per il diabete tipo 2.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 22, 2014

La somministrazione di una particolare proteina, denominata FGF1 a topi con diabete da resistenza all’insulina ha normalizzato i livelli di glucosio nel sangue e stimolato la corretta risposta insulinica delle cellule, senza provocare effetti collaterali indesiderati. Ad affermarlo i ricercatori del Salk Institute for Biological Studies che hanno pubblicato i risultati dello studio sulla rivista “Nature“.

I topi privi del fattore di crescita FGF1, sviluppano rapidamente il diabete quando sono alimentati con una dieta ricca di grassi, una scoperta che suggerisce che FGF1 giocato un ruolo chiave nella gestione dei livelli di glucosio nel sangue.
Il controllo del glucosio è un problema dominante nella nostra società“, dice Ronald M. Evans del Salk Institute for Biological Studies; “FGF1 offre un nuovo metodo per controllare il glucosio in modo potente e inaspettato.”

Il trattamento con FGF1 aveva un numero di vantaggi rispetto agli attuali farmci, che hanno parecchi effetti collaterali che vanno da un aumento di peso indesiderato a problemi pericolosi di cuore e fegato. Importante, FGF1, anche a dosi elevate-non scatena questi effetti collaterali e non causa una discesa rapida dei livelli di glucosio (agenti ipoglicemizzanti). “Con FGF1, in realtà non abbiamo visto ipoglicemia o altri effetti collaterali comuni” conclude Evans.

Leggi abstract dell’articolo:
Endocrinization of FGF1 produces a neomorphic and potent insulin sensitizer
Jae Myoung Suh,Johan W. Jonker, Maryam Ahmadian, Regina Goetz, Denise Lackey+ et al.
Nature (16 July 2014) | doi:10.1038/nature13540
Discovery of Molecule’s Role May Lead to a Diabetes Cure (video)

Fonte ed approfondimenti: Salk Institute for Biological Studies – Le Scienze

Posted in News-ricerca, Video | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fibrosi Cistica: Linee guida su prevenzione e controllo delle infezioni.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 22, 2014

Sono state pubblicate a cura della “Society for Healthcare Epidemiology of America” e “The Cystic Fibrosis Foundation” gli aggiornamenti sulla prevenzione e controllo dell’infezione nella fibrosi cistica. La pubblicazione è disponibile sulla rivista “Infection Control & Hospital Epidemiology“.

 Infection Control & Hospital Epidemiology

L’obiettivo primario delle Linee Guida, la prima pubblicazione è del 2003, è quello di aiutare persone affette da Fibrosi Cistica (FC) a preservare e proteggere la loro salute. Il documento mira a fornire informazioni sulle procedure fondamentali di prevenzione e controllo delle infezioni per aiutare le persone affette da FC, le loro famiglie e gli operatori sanitari a prendere decisioni informate nella loro vita quotidiana.

Scarica e leggi il documento in full text:
Infection Prevention and Control Guideline for Cystic Fibrosis: 2013 Update
Jennifer Webber; David J. Weber, + al.
Infection Control and Hospital Epidemiology Vol. 35, No. S1, (August 2014), pp. S1-S67

Fonte: The Cystic Fibrosis Foundation

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

H. Pylori favorisce ulcere e cancro allo stomaco.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 21, 2014

I ricercatori dell’University of Cincinnati (UC) hanno descritto in un articolo pubblicato sulla rivista scientifica “PLoS Pathogens“,come il batterio Helicobacter Pylori interagisce con il tessuto gastrico promuovendo ulcere e cancro allo stomaco.

Plos_Pathogens

Fumo, alcol, sale in eccesso e farmaci anti-infiammatori non steroidei provocano danni al tessuto di rivestimento dello stomaco, e sono associati ad ulcere allo stomaco. I ricercatori hanno dimostrato come H. pylori identifichi rapidamente e colonizzi i siti di ferite lievi nello stomaco, interferisca con la riparazione dei danni ai tessuti, provocando un rallentamento.
Il batterio Helicobacter Pylori non solo rallenta la riparazione dei danni esistenti, ma anche fornire un luogo di iniziazione per la sequenza di patogenicità delle malattie dello stomaco, come ulcere e cancro” – affermano i ricercatori.

Leggi il full text dell’articolo:
Motility and Chemotaxis Mediate the Preferential Colonization of Gastric Injury Sites by Helicobacter pylori
Eitaro Aihara,Chet Closson,Andrea L. Matthis,Michael A. Schumacher,Amy C. Engevik,Yana Zavros,Karen M. Ottemann,Marshall H. Montrose
PLoS Pathog 10(7): e1004275 Published: July 17, 2014 DOI: 10.1371/journal.ppat.1004275

This work was supported by National Institutes of Health Grants RO1 DK54940 (MHM).

Fonte e aggiornamento: University of Cincinnati (UC)

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carboidrati e cancro al colon-retto.

Posted by Giorgio Bertin su luglio 21, 2014

I ricercatori dell’University of Toronto hanno scoperto come i batteri della flora intestinale metabolizzano i carboidrati, provocando la proliferazione delle cellule intestinali e la formazione di tumori in topi geneticamente predisposti al cancro colon-retto.

Carbohydrates-gut-microbes image from Cell Press

I batteri intestinali che metabolizzano i carboidrati producono un acido grasso chiamato butirrato. Quando, livelli di butirrato nei topi trattati sono alti, è aumentata la proliferazione cellulare e il numero dei tumori intestinali.
I ricercatori hanno anche scoperto che gli antibiotici e una dieta povera di carboidrati riduce significativamente le probabilità dei topi di sviluppare questo tipo di tumore, suggerendo quindi che questi semplici interventi potrebbero aiutare a prevenire un tipo comune di cancro colonrettale negli essei umani.

Poiche’ il cancro del colon-retto ereditario è associato con lo sviluppo di un tumore rapido e aggressivo, è fondamentale capire come i principali fattori ambientali, come i microbi e la dieta, interagiscono potenzialmente con i fattori genetici influenzando la progressione della malattia“, ha detto Alberto Martin, professore al Department of Immunology – University of Toronto, autore dello studio.

Leggi il full text dell’articolo:
Gut Microbial Metabolism Drives Transformation of Msh2-Deficient Colon Epithelial Cells
Stephen E. Girardin, Thomas M.S. Wolever, Winfried Edelmann, David S. Guttman, Dana J. Philpott, Alberto Martin + al.
Cell Volume 158, Issue 2, p288–299, 17 July 2014 DOI: http://dx.doi.org/10.1016/j.cell.2014.04.051
Download Images(.ppt)

Fonte ed approfondimenti: University of Toronto

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 138 follower