Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Unisciti agli altri 161 follower

  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • sito web

Due farmaci efficaci contro l’Epatite cronica C.

Posted by giorgiobertin su aprile 24, 2015

Gilead Sciences, Inc. ha presentato durante il 50° Congresso annuale (International Liver Congress™ 2015) della European Association for the Study of the Liver (Associazione europea per lo studio del fegato), che si è svolto a Vienna dal 13 al 17 aprile, i risultati di diversi studi clinici di Fase II che hanno valutato gli usi sperimentali di Harvoni® (ledipasvir 90 mg/sofosbuvir 400 mg) e di altri regimi basati su Sovaldi® (sofosbuvir 400 mg) per il trattamento dell’infezione cronica da virus dell’epatite C (HCV) nei pazienti con malattia epatica in fase avanzata, ivi inclusi i pazienti con cirrosi scompensata, quelli con epatite C colestatica fibrosante (una rara e grave forma della malattia, che insorge dopo un trapianto di fegato) e quelli con ipertensione portale.

ilc-2015-programme-book

Fino a questo momento i pazienti inclusi in questi studi – tra i più difficili da trattare e guarire –hanno avuto a disposizione poche o nessuna opzione terapeutica“, ha dichiarato Michael P. Manns, MD, Professore e Direttore del Dipartimento di gastroenterologia, epatologia ed endocrinologia dell’Hannover Medical School di Hannover. “Questi dati dimostrano che, anche tra questi gruppi di pazienti difficili da trattare, la terapia orale a base di sofosbuvir offre il potenziale di elevati tassi di guarigione, migliora gli esiti clinici, è generalmente ben tollerata e possiede un profilo di sicurezza favorevole“.

Harvoni e Sovaldi sono approvati negli Stati Uniti per il trattamento dell’infezione cronica da HCV. Harvoni è indicato nei pazienti con virus di genotipo 1; Sovaldi viene usato in combinazione con altri agenti e la sua efficacia è stata stabilita nei pazienti con virus di genotipo 1-4.

Fonte ed approfondimenti:
Gilead’s Harvoni and Sovaldi Demonstrate Efficacy and Safety among Chronic Hepatitis C Patients with Advanced Liver Disease

European Association for the Study of the Liver  – International Liver Congress™ 2015

International Liver Congress™ 2015 – Programme Book

Gilead – comunicato stampa in Italiano da dott.ssa Angela Zeverino

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’inquinamento dell’aria causa danni alla struttura del cervello.

Posted by giorgiobertin su aprile 24, 2015

Uno studio pubblicato sulla rivista “Stroke“, condotto dai ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center e della Boston University School of Medicine, suggerisce che l’esposizione a lungo termine all’inquinamento atmosferico, anche a livelli moderati può causare danni alle strutture del cervello e alterare la funzione cognitiva negli adulti di mezza età e anziani.

smog-alarmy

Lo studio che ha coinvolto 900 partecipanti al “Framingham Heart Study“- abitanti nelle vicinanze di strade principali di grandi città, ha rivelato strutture del cervello più piccole e infarti cerebrali segreti, un tipo di ictus “silenzioso” ischemico derivante da un blocco nei vasi sanguigni che irrorano il cervello, tutto causato dall’esposizione all’aria inquinata.
Sono state utilizzate immagini satellitari per valutare l’esposizione prolungata ad ambienti di polveri sottili, le particelle con un diametro di 2,5 milionesimi di metro, PM2.5. Queste particelle viaggiano in profondità nei polmoni e sono state associate in altri studi ad un aumento del numero di ricoveri ospedalieri per eventi cardiovascolari, come attacchi di cuore e ictus.

Leggi abstract dell’articolo:
Long-Term Exposure to Fine Particulate Matter, Residential Proximity to Major Roads and Measures of Brain Structure
Elissa H. Wilker, Sarah R. Preis, Alexa S. Beiser, Philip A. Wolf, Rhoda Au, Itai Kloog, Wenyuan Li, Joel Schwartz, Petros Koutrakis, Charles DeCarli, Sudha Seshadri, and Murray A. Mittleman
Stroke. 2015 published online before print April 23 2015, doi:10.1161/STROKEAHA.114.008348

Fonte ed approfondimenti: Beth Israel Deaconess Medical Center

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scoperta una proteina responsabile dell’asma.

Posted by giorgiobertin su aprile 23, 2015

I ricercatori della Cardiff University (Galles) in collaborazione con il King’s College of London e il Mayo Clinic (USA), hanno scoperto una proteina presente nelle vie respiratorie che potrebbe essere la causa principale degli attacchi di asma. Si tratta del recettore sensibile al calcio (CaSR – calcium sensing receptor) che può essere disattivato grazie a un farmaco già esistente.

L’identificazione di CaSR nei tessuti delle vie aeree significa che il potenziale per il trattamento di altre malattie polmonari infiammatorie oltre all’asma è enorme. Queste includono la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e la bronchite cronica, per la quale attualmente non esiste alcuna cura” – afferma la prof.ssa Daniela Riccardi della Cardiff University School of Biosciences. “Utilizzando il farmaco calcilytics (già utilizzato nell’osteoporosi), nebulizzato direttamente nei polmoni, abbiamo dimostrato che è possibile disattivare CaSR e prevenire tutti i sintomi causati dall’infiammazione“.

Leggi abstract dell’articolo:
Calcium-sensing receptor antagonists abrogate airway hyperresponsiveness and inflammation in allergic asthma
Polina L. Yarova, Alecia L. Stewart, Y. S. Prakash, and Daniela Riccardi, et al.
Science Translational Medicine 22 April 2015: 284ra60

  • Supplementary Materials
    Calcilytics reduce airway hyperresponsiveness and inflammation and may represent effective asthma therapeutics.

Posted in News-ricerca, Video | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ATA: Linee guida sulla gestione dei noduli alla tiroide nei bambini.

Posted by giorgiobertin su aprile 23, 2015

L’American Thyroid Association (ATA) ha pubblicato sulla rivista “Thyroid” le linee guida per la valutazione e la gestione dei noduli tiroidei e tumori della tiroide nei bambini.

Thyroid-issue-4.cover

Le raccomandazioni sono basate su un’ampia revisione della letteratura medica relativa a studi clinici che coinvolgono bambini e adolescenti di 18 anni di età o più giovani. Copre una vasta gamma di argomenti, tra cui l’uso di ultrasuoni e agoaspirato per l’analisi cellulare per valutare e gestire noduli tiroidei benigni.

A differenza degli adulti, i noduli tiroidei nei bambini hanno più probabilità di essere maligni, l’istopatologia, il profilo molecolare, e il comportamento clinico del carcinoma differenziato della tiroide differisce sostanzialmente,” dice Robert C. Smallridge, MD, Presidente dell’ ATA.

Scarica e leggi il documento in full text:
Management Guidelines for Children with Thyroid Nodules and Differentiated Thyroid Cancer
Gary Francis, Steven G. Waguespack, Andrew J Bauer, Peter Angelos, Salvatore Benvenga, Janete Cerutti, et. al.
Thyroid Online Ahead of Editing: April 21, 2015 – doi:10.1089/thy.2014.0460.

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Malattia di Crohn, linea guida per gestire le fistole.

Posted by giorgiobertin su aprile 22, 2015

Sono state pubblicate sulla rivista “Inflammatory Bowel Diseases” le linee guida sulla gestione delle fistole nei pazienti con malattia di  Crohn.

IBD4-15

Il documento si focalizza su sette aree chiave: valutazione iniziale/diagnosi e classificazione; misure di esito; monitoraggio della fistola ai fini della guarigione; filosofia del trattamento; trattamento delle fistole semplici; trattamento delle fistole complesse e trattamento di fistole retto-vaginali.
Nel caso di fistole semplici senza proctite, la terapia medica comprende una prova di antibiotici e immunomodulatori, con o senza anti-TNF, e la chirurgia non è obbligatoria.

Scarica e leggi il documento in full text:
Guidelines for the Multidisciplinary Management of Crohn’s Perianal Fistulas: Summary Statement
Schwartz, David A. MD*; Ghazi, Leyla J. MD†; Regueiro, Miguel MD‡; Fichera, Alessandro MD§; Zoccali, Marco MD‖; Ong, Eugene M. W. MD¶; Mortelé, Koenraad J.
Inflammatory Bowel Diseases: April 2015 – Volume 21 – Issue 4 – p 723–730 doi: 10.1097/MIB.0000000000000315

Fonte: Pharmastar

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

AIFA: Farmaco per il Tumore Polmone Squamocellulare.

Posted by giorgiobertin su aprile 22, 2015

E’ stato attivato un programma di uso compassionevole per l’accesso di tutti i pazienti, con diagnosi di tumore al polmone squamocellulare non resecabile e/o metastatico, al trattamento con nivolumab, farmaco appartenente a una classe di nuovi immunoterapici che, in virtù del loro meccanismo d’azione sembrano in grado di indurre risposte durature, prolungando l’aspettativa di vita dei pazienti.

nivolumab

Ricordiamo che il 6 marzo anche l’FDA aveva  approvato l’utilizzo del farmaco (nostro post).

Comunicato stampa AIFA:
Avvio immediato del programma per uso compassionevole di nivolumab in II linea e successive, per i pazienti con diagnosi di tumore al polmone squamocellulare non resecabile e/o metastatico

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rapporto sulla sorveglianza postmarketing dei vaccini in Italia – Anno 2013.

Posted by giorgiobertin su aprile 22, 2015

L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) rende disponibile il quarto Rapporto sulla sorveglianza postmarketing dei vaccini in Italia – anno 2013.

aifa-farmaci

Nel documento sono riportate le elaborazioni effettuate sulle segnalazioni spontanee di sospette reazioni avverse registrate nella rete nazionale di farmacovigilanza, osservate dopo somministrazione di vaccini.

Scarica e leggi il report in full text:
Rapporto sulla sorveglianza postmarketing dei vaccini in Italia – Anno 2013

Posted in Materiali Didattici, News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vaccino trivalente e autismo nessun collegamento.

Posted by giorgiobertin su aprile 22, 2015

Non c’è alcuna associazione tra autismo e vaccino trivalente, quello contro morbillo, rosolia e parotite (measles, mumps and rubella (MMR)), neanche per i bimbi che hanno un fratello con il disturbo neuropsichiatrico. Lo ha stabilito uno studio su 95.727 bambini del Lewin group, in Virginia, pubblicato dalla rivista Jama.

Non c’è nessuna associazione tra la vaccinazione e un aumento del rischio di disordini dello spettro autistico” – afferma il prof. Anjali Jain. La ricerca mette in evidenza che il vaccino trivalente non ha un ruolo scatenante perché l’incidenza del disturbo neuropsichiatrico tra i fratelli minori dei bimbi autistici non risulta più alta tra quelli vaccinati rispetto a quelli non vaccinati.

Scarica e leggi il full text dell’articolo:
Autism Occurrence by MMR Vaccine Status Among US Children With Older Siblings With and Without Autism.
Jain A, Marshall J, Buikema A, Bancroft T, Kelly JP, Newschaffer CJ.
JAMA. 2015;313(15):1534-1540. doi:10.1001/jama.2015.3077.

Autism Occurrence by MMR Vaccine Status Among US Children With Older Siblings With and Without Autism (3:53)

Editorial: Promising Forecast for Autism

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

AAN: Linee guida sul primo trattamento dell’epilessia.

Posted by giorgiobertin su aprile 21, 2015

L’American Academy of Neurology (AAN) e l’American Epilepsy Society (AES) hanno rilasciato una nuova linea guida sulla prognosi e il trattamento delle prime crisi epilettiche.

AAN logo

Scarica e leggi il documento in full text:
Evidence-based guideline: Management of an unprovoked first seizure in adults: Report of the Guideline Development Subcommittee of the American Academy of Neurology and the American Epilepsy Society
Allan Krumholz, Samuel Wiebe, Gary S. Gronseth, David S. Gloss, Ana M. Sanchez, Arif A. Kabir, Aisha T. Liferidge, Justin P. Martello, Andres M. Kanner, Shlomo Shinnar, Jennifer L. Hopp, and Jacqueline A. French
Neurology April 21, 2015 84:1705-1713; 1526-632X

Fonte: American Academy of Neurology

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nuovo portale di immunoncologia.

Posted by giorgiobertin su aprile 20, 2015

L’azienda ospedaliera universitaria di Siena, diretta dal professor Michele Maio), in collaborazione con il Nibit (Network italiano per la bio-immunoterapia dei tumori) e la Fondazione Nibit, hanno realizzato il primo portale italiano sull’immunoncologia.

immunoncologia

L’immunoncologia, ovvero l’immunoterapia applicata al trattamento dei tumori, è una nuova arma che si affianca a quelle tradizionali come la chirurgia, radioterapia, chemioterapia nella lotta contro il cancro.

Il portale ha una sezione pubblica e un’area riservata ai medici, accessibile su registrazione, nella quale sono presentati gli aggiornamenti scientifici commentati e i contributi audio e video realizzati in collaborazione con gli specialisti del settore.
All’interno un servizio ‘esperto risponde‘, con i medici dell’immunoterapia oncologica di Siena a disposizione degli altri colleghi medici, specialisti e medici di base, per risolvere dubbi o dare spiegazioni su particolari aspetti dell’immunoterapia.

Accedi al portale: wwww.immunoncologia.it
Immunoncologia: opuscolo, realizzato da ECPC (European Cancer Patient Coalition)

Posted in News dal web, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

EMA: Linee guida sulla prevenzione degli errori medici.

Posted by giorgiobertin su aprile 20, 2015

L’Agenzia europea per i medicinali (EMA), ha pubblicato due guide di buone pratiche che mirano a migliorare la rendicontazione, la valutazione e la prevenzione degli errori medici.

EMA logo

Il primo documento chiarisce i principi chiave della pianificazione nella gestione dei rischi in relazione a errori terapeutici e descrive le principali fonti e categorie di farmaci soggetti a errori e di come il rischio di tali errori può essere minimizzato in tutto il ciclo di vita del prodotto: “prevention of medication errors“.

Il secondo documento chiarisce gli aspetti specifici relativi alla registrazione, codifica, rendicontazione e valutazione di errori terapeutici nel contesto delle attività di farmacovigilanza dell’UE con l’obiettivo di migliorare relazioni e imparare dagli errori terapeutici a beneficio della salute pubblica: Good practice guide on recording, coding, reporting and assessment of medication errors .

Scarica e leggi i documenti:
Good practice guide on risk minimisation and prevention of medication errors  (14/04/2015)
Good practice guide on recording, coding, reporting and assessment of medication errors (14/04/2015)

Fonte ed approfondimenti: European Medicines Agency (EMA)

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ScegliereSalute.it

Posted by giorgiobertin su aprile 19, 2015

E’ online ‘ScegliereSalute.it‘, un nuovo portale nato “per offrire all’utente uno strumento ulteriore di confronto per conoscere la migliore offerta di servizi sanitari sul territorio nazionale“, affermano i fondatori dell’iniziativa.

Si tratta di un nuovo strumento di confronto, equo e partecipato, che contribuisce a riconoscere e a diffondere le buone pratiche sanitarie, colmare il gap informativo esistente sulle prestazioni erogate e lo stato delle strutture ospedaliere, aiutandole col tempo a migliorarsi.
Dal portale si accede a una banca dati completa di medici, professionisti sanitari, strutture sanitarie e centri diagnostici, ordinati per categoria, reparto, regione e provincia.

Registrandosi con il proprio account personale, l’utente è in grado di selezionare la struttura e il reparto di suo interesse, leggere le recensioni degli altri utenti e scriverne una propria, oppure porre domande alla struttura.
Le valutazioni degli utenti sui singoli reparti ospedalieri rispondono a quattro standard di qualità: igiene, efficienza, comfort, professionalità (video).

‘Scegliere Salute’ è disponibile come app gratuita anche su Apple Store e Google Play.

Accedi al portale: ScegliereSalute.it

Posted in Tecno Sanità, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Human Protein Atlas.

Posted by giorgiobertin su aprile 18, 2015

Il portale Human Protein Atlas è un database gratuito con oltre 11 milioni di immagini di immunoistochimica e immunofluorescenza ad alta definizione che mostrano la distribuzione spaziale delle proteine in 44 diversi tessuti umani normali e in 20 diversi tipi di tumore, e 46 diverse linee cellulari umane.

The Human Protein Atlas

L’atlante si compone di quattro sottosezioni, riguardanti tessuto normale, neoplasie, proteine subcellulari e linee cellulari; ognuna di queste parti contiene immagini e dati derivanti da proteomica basata su anticorpi e dalla trascrittomica.

Tissue-based map of the human proteome
Mathias Uhlén, Linn Fagerberg,….., Jens Nielsen, and Fredrik Pontén
Science 23 January 2015: 347 (6220), 1260419 [DOI:10.1126/science.1260419]

Accedi al portale: Human Protein Atlas
SEARCH EXAMPLES

Posted in News-ricerca, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scoperta proteina che aumenta l’immunità a virus e cancro.

Posted by giorgiobertin su aprile 17, 2015

I ricercatori dell’ Imperial College London  e della Harvard Medical School, hanno scoperto una proteina che svolge un ruolo centrale nel promuovere l’immunità a virus e cancro, aprendo la porta a nuove terapie.

I ricercatori hanno dimostrato che la molecola lymphocyte expansion molecule (LEM) – così è stata denominata – modula la proliferazione delle cellule T umane e nei topi.

CytotoxicT-LEM

Cytotoxic T cells with the protein LEM stained.

Esperimenti su topi e cellule umane hanno dimostrato infatti che la proteina promuove la proliferazione delle cellule T citotossiche, che uccidono le cellule tumorali e le cellule infettate da virus. Le cellule T citotossiche sono una componente importante del nostro sistema immunitario, di fronte a gravi infezioni o cancro avanzato, sono spesso incapaci di proliferare in grande quantità  per combattere la malattia. I ricercatori ora mirano a sviluppare una terapia genica progettata per migliorare l’immunità, stimolando la produzione di LEM.

La ricerca, frutto di sei anni di lavoro, è riportata sulla rivista Science.
La scoperta di una proteina che possa aumentare la risposta immunitaria non solo contro il cancro, ma anche contro i virus, è affascinante. Sono necessari ulteriori indagini in modelli animali, prima che possa iniziare la sperimentazione umana (i ricercatori sperano entro tre anni), ma esiste la possibilità di un nuovo tipo di trattamento che sfrutti il sistema immunitario e la innata capacità di individuare e uccidere le cellule anormali” – afferma il professor Philip Ashton-Rickardt immunologo coordinatore della ricerca.

Leggi abstract dell’articolo:
The protein LEM promotes CD8+ T cell immunity through effects on mitochondrial respiration
Isobel Okoye, Lihui Wang, Katharina Pallmer, Kirsten Richter, Takahuru Ichimura, Robert Haas, Josh Crouse, Onjee Choi, Dean Heathcote, Elena Lovo, Claudio Mauro, Reza Abdi, Annette Oxenius, Sophie Rutschmann, and Philip G. Ashton-Rickardt.
Science, 16 April 2015 – DOI: 10.1126/science.aaa7516

Fonte ed approfondimenti: Imperial College London News Release

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

ESMO: Linee guida sul cancro per i pazienti.

Posted by giorgiobertin su aprile 16, 2015

ESMO (European Society for Medical Oncology) e l’organizzazione non-profit Anticancer Found hanno prodotto delle guide che traducono complesse informazioni mediche in un linguaggio comprensibile per i pazienti. L’informazione medica si basa sulle linee guida cliniche ESMO , che sono progettate per guidare gli oncologi medici nella diagnosi, il follow-up e il trattamento in diverse tipologie di cancro.

logo_ESMO

I documenti sono disponibili in diverse lingue: Inglese, Tedesco, Francese e Spagnolo. Ora alcune linee guide sono tradotto anche in lingua italiana.

Scarica e leggi i documenti:
Cancro della cervice, guida per pazienti – lingua italiana
Cancro dell’endometrio – guida per pazienti – lingua italiana
Cancro dell’ovaio – guida per pazienti – lingua italiana

Linee guida in altre lingue:
Acute Myeloblastic Leukaemia
Bladder Cancer
Breast Cancer
Cervical Cancer
Chronic Myeloid Leukaemia
Colorectal Cancer
Endometrial Cancer
Follicular Lymphoma
Liver Cancer
Melanoma
Non-Small-Cell Lung Cancer
Oesophageal Cancer
Ovarian Cancer
Pancreatic Cancer
Prostate Cancer
Stomach Cancer

Fonte: ESMO

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

FDA: Nuovo farmaco per insufficienza cardiaca.

Posted by giorgiobertin su aprile 16, 2015

La Food and Drug Administration ha approvato un nuovo farmaco Corlanor (ivabradina) per ridurre l’insufficienza cardiaca.
Corlanor è approvato per l’uso nell’insufficienza cardiaca (cronica), una condizione in cui il cuore non riesce a pompare abbastanza sangue per soddisfare le esigenze del corpo.

Heart Failure Drugs

L’insufficienza cardiaca è una delle principali cause di morte e disabilità negli adulti“, ha detto Norman Stockbridge, direttore della Divisione cardiovascolare e renale nel Centro FDA. “Corlanor è pensato per far diminuire la frequenza cardiaca e rappresenta il primo prodotto approvato in questa classe di farmaci.

Comunicato stampa FDA: FDA approves Corlanor to treat heart failure

Scheda prodotto: Corlanor

 

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Alzheimer: scoperta possibile causa.

Posted by giorgiobertin su aprile 16, 2015

I neurologi della Duke University School of Medicine, coordinati dalla prof.ssa Carol Colton hanno scoperto, in uno studio sui topi, la possibile principale causa dell’Alzheimer, suggeriscono inoltre un farmaco attualmente in fase di studio clinico sull’uomo per curare il cancro, come possibile prevenzione alla malattia.

DukeMicroglia
In a mouse model of Alzheimer’s disease, immune cells called microglia (shown in the black stain) become active in areas of the brain involved in memory and consume an important amino acid, arginine. Photo credit – Carol Colton lab, Duke University

Studiando l’ Alzheimer sui topi, i ricercatori hanno osservato che, con l’insorgere della perdita di memoria e con l’accumularsi di placche tossiche nel cervello, si manifesta anche una carenza crescente dell’amminoacido arginina che viene eliminato via via ad opera dell’azione anomala di cellule immunitarie (microglia).
Bloccando questo processo anomalo attraverso l’uso di un farmaco sperimentale (DFMO difluoromethylornithine, una molecola oggi in fase di sperimentazione clinica per alcuni tumori), l’accumulo di placche si riduce e anche i sintomi anche la perdita di memoria.

Il consumo esagerato di arginina da parte delle cellule immunitarie è risultato importantissimo nei processi patologici della malattia, quindi impedendolo si potrebbe curarla. L’obiettivo, sarebbe quello di prevenire l’insorgenza della malattia “aggiustando” il comportamento anomalo delle cellule immunitarie che genera la diminuzione di arginina.

se riusciamo a capire il meccanismo della malattia riusciamo anche a sviluppare terapie efficaci“. “Il passo successivo sarà quello di dimostrare che il targeting metabolismo dell’arginina nel cervello può ridurre la morte delle cellule cerebrali” afferma la prof.ssa Carol Colton. La pubblicazione è stata fatta sulla rivista “Journal of Neuroscience“.

Leggi abstract dell’articolo:
Arginine Deprivation and Immune Suppression in a Mouse Model of Alzheimer’s Disease
Matthew J. Kan, Jennifer E. Lee, Joan G. Wilson, Angela L. Everhart, Candice M. Brown, Andrew N. Hoofnagle, Marilyn Jansen, Michael P. Vitek, Michael D. Gunn, and Carol A. Colton
The Journal of Neuroscience, 15 April 2015, 35(15):5969-5982; doi:10.1523/JNEUROSCI.4668-14.2015

Fonte ed approfondimenti: Duke University School of Medicine

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Iss: Notiziario marzo 2015.

Posted by giorgiobertin su aprile 15, 2015

Dal portale dell’Istituto Superiore di Sanità segnaliamo il Notiziario volume 28, n. 3 marzo 2015.

notiziario
I contenuti:

  • La difterite: è ancora una malattia da sorvegliare?
  • Convegno. Le acque utilizzate nell’industria dei dispositivi medici.
  • Il misterioso Fattore S: la sfortuna aumenta davvero le possibilità di ammalarsi di tumore?
  • BEN (Bollettino Epidemiologico Nazionale)

Scarica e leggi il documento in full text:
Notiziario volume 28, n. 3 marzo 2015

Posted in E-journal E-Book | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

RCOG: Linee guida sul tromboembolismo venoso in gravidanza.

Posted by giorgiobertin su aprile 15, 2015

Sono state pubblicate dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists (RCOG) le linee guida sulla prevenzione e il trattamento del tromboembolismo venoso (VTE) in gravidanza, durante o dopo il parto.

VTE-pregnancy
Questa è la terza edizione di questa linea guida, la prima è stata pubblicata nel 2004, la seconda nel 2009. Secondo le linee guida Rcog tutte le donne dovrebbero sottoporsi a una valutazione del rischio di tromboembolismo venoso all’inizio della gravidanza o dopo il parto, e qualsiasi fattore di rischio andrebbe preso in considerazione per la profilassi con eparina a basso peso molecolare.

Scarica e leggi il documento in full text:
Thrombosis and Embolism during Pregnancy and the Puerperium, Reducing the Risk (Green-top Guideline No. 37a)

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ASGE: Endoscopia nella gestione del GERD, IBD e chirurgia bariatrica.

Posted by giorgiobertin su aprile 14, 2015

L’American Society for Gastrointestinal Endoscopy (ASGE) ha pubblicato tre nuove linea guida sul ruolo dell’endoscopia nella gestione del GERD (Gastro-Esophageal Reflux Disease), nelle malattie infiammatorie intestinali (IBD) e nella chirurgia bariatrica o dell’obesità.

ASGE logo

Scarica e leggi i documenti in full text:
The role of endoscopy in the management of GERD
ASGE Standards Committee pratica, Muthusamy VR, Lightdale JR, Acosta RD, Chandrasekhara V, Chathadi KV, Eloubeidi MA, Fanelli RD, Fonkalsrud L, Faulx AL, Khashab MA, Saltzman JR, Shaukat A, Wang A, Cash B, DeWitt JM
Gastrointestinal Endoscopy Published Online: April 08, 2015

The role of endoscopy in inflammatory bowel disease
ASGE Standards of Practice Committee
Gastrointestinal Endoscopy Volume 81, Issue 5, May 2015, Pages 1101–1121.e13

The role of endoscopy in the bariatric surgery patient
ASGE Standards of Practice Committee
Gastrointestinal Endoscopy Volume 81, Issue 5, May 2015, Pages 1063–1072

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scoperta proteina che segnala il cancro aggressivo alla prostata.

Posted by giorgiobertin su aprile 13, 2015

I ricercatori dell’University of Michigan hanno scoperto un biomarker che può essere un passo avanti importante nella diagnosi e nel trattamento del cancro aggressivo alla prostata.

Il team coordinato dal prof. Franceschi ha trovato poca o nessuna presenza della proteina Runx2 fosforilata nella prostata normale, prostatica benigna o prostatite, la proteina è presente invece nei pazienti con cancro alla prostata. I risultati dello studio suggeriscono che Runx2 fosforilata è strettamente associata con le forme più aggressive di cancro alla prostata.

oncogene cover

Se questo biomarcatore (Runx2) effettivamente controlla la crescita delle cellule della prostata, è un nuovo segnale che non si era visto prima e potrebbe fornire un nuovo potenziale bersaglio farmacologico contro il cancro della prostata“, ha detto Franceschi. “Potrebbe anche essere un potenziale biomarcatore per discriminare tra i tumori che crescono veloci e lenti.

L’idea è che l’aggiunta di un gruppo fosfato, un processo chiamato fosforilazione, alle proteine Runx2, cambia la struttura per attivare geni specifici che attivano cellule tumorali della prostata e delle ossa. Ricordiamo che questa proteina ha la funzione di produrre l’osso.
Il passo successivo sarà quello di stabilire un vero e proprio rapporto di causa-effetto tra Runx2 fosforilata e il cancro alla prostata.

Leggi abstract dell’articolo:
Role of Runx2 phosphorylation in prostate cancer and association with metastatic disease
C Ge, G Zhao, Y Li, H Li, X Zhao, G Pannone, P Bufo, A Santoro, F Sanguedolce, S Tortorella, M Mattoni, S Papagerakis, E T Keller and R T Franceschi
Oncogene advance online publication, April 13, 2015; doi:10.1038/onc.2015.91

Fonte: University of Michigan

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Melanoma: Verso un vaccino personalizzato.

Posted by giorgiobertin su aprile 12, 2015

Una sperimentazione clinica svolta alla Washington University school of medicine di St. Louis, ha stabilito che i vaccini personalizzati contro il melanoma scatenano una potente risposta immunitaria contro i tumori.

Linette and Carreno
Personalized melanoma vaccines developed at Washington University in St. Louis have been shown in a small clinical trial to marshal a powerful immune response against unique mutations in patients’ tumors. Pictured are Gerald Linette, MD, PhD, and Beatriz Carreno, PhD, who led the team that developed the vaccines.

La scoperta è una spinta forte all’uso dell’immunoterapia nel cancro, una strategia di trattamento che scatena il sistema immunitario a cercare e distruggere il cancro. “I vaccini anticancro sono stati sviluppati a partire da un primo sequenziamento dei genomi dei tumori e dei tessuti sani dei pazienti per identificare le proteine mutate chiamate neoantigeni di esclusiva pertinenza delle cellule neoplastiche” afferma il prof. Gerald Linette, oncologo medico alla Washington university.
Sono stati somministrati ai pazienti con melanoma, precedentemente sottoposti a intervento chirurgico per rimuovere il tumore, ma con metastasi diffuse ai linfonodi e ad alto rischio di recidiva. I dati raccolti mostrano che i vaccini su misura suscitano una vivace risposta immunitaria che coinvolge le cellule T killer. Abbiamo ancora molto lavoro da fare, ma questo è un primo passo importante che apre le porte ai vaccini su misura per la cura dei tumori“.

Leggi abstract:
A dendritic cell vaccine increases the breadth and diversity of melanoma neoantigen-specific T cells
Beatriz M. Carreno, Vincent Magrini, Michelle Becker-Hapak, Saghar Kaabinejadian, Jasreet Hundal, Allegra A. Petti, Amy Ly, Wen-Rong Lie, William H. Hildebrand, Elaine R. Mardis, and Gerald P. Linette
Science Express Published online 2 April 2015 [DOI:10.1126/science.aaa3828]

Fonte ed approfondimenti: Washington University School of Medicine in St. Louis.

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

ASCRS: Linee guida sulle stomie.

Posted by giorgiobertin su aprile 11, 2015

Sono state pubblicate a cura dell’American Society of Colon and Rectal Surgeons (ASCRS) le linee guida di pratica clinica sulle stomie.

DCR-aprile2015

La stomia (in greco significa bocca) intestinale è il risultato di un intervento chirurgico con il quale si crea un’apertura per poter mettere in comunicazione l’intestino con l’esterno che, anziché per via fisiologica, svuota il suo contenuto attraverso un’apertura creata artificialmente sulla parete addominale.

Scarica e leggi il documento in full text:
Clinical Practice Guidelines for Ostomy Surgery
endren, Samantha M.D., M.P.H; Hammond, Kerry M.D.; Glasgow, Sean C. M.D.; Perry, W. Brian M.D.; Buie, W. Donald M.D.; Steele, Scott R. M.D.; Rafferty, Janice M.D.
Diseases of the Colon & Rectum: April 2015 – Volume 58 – Issue 4 – p 375–387

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un “super anticorpo” contro il virus dell’HIV.

Posted by giorgiobertin su aprile 10, 2015

Un team di scienziati della Rockefeller University ha testato su un piccolo gruppo di soggetti sieropositivi l’azione di un nuovo “super anticorpo” in grado di contrastare il virus Hiv. I risultati sono incoraggianti: la molecola – chiamata 3BNC117 – riduce anche di 300 volte la concentrazione di virus nel sangue e gli effetti di una dose durano varie settimane.

Virus HIV Foto Afp

L’anticorpo 3BNC117 si attacca in modo specifico al principale recettore con cui il virus Hiv si lega alle cellule umane CD4 per infettarle, riuscendo ad abbassare di molto la sua concentrazione nel sangue dei soggetti sieropositivi. Questa è la prima volta che una nuova generazione di anticorpi HIV viene testata nell’uomo. Non solo una singola dose di 3BN117 è ben tollerata ed efficace nel ridurre temporaneamente la carica virale, ma in alcuni individui è rimasta attiva nel corpo per un lungo periodo.

I test hanno inoltre evidenziato che l’azione neutralizzante è efficace anche contro molti altri ceppi virali.
La pubblicazione è stata fatta sulla rivista “Nature“.

Leggi abstract dell’articolo:
Viraemia suppressed in HIV-1-infected humans by broadly neutralizing antibody 3BNC117
Marina Caskey, Florian Klein, Julio C. C. Lorenzi, Michael S. Seaman, Anthony P. West Jr + et al.
Nature (08 April 2015) | doi:10.1038/nature14411 – Published online 08 April 2015

Fonte ed approfondimenti: Rockefeller University

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo possibile trattamento del cancro alla prostata.

Posted by giorgiobertin su aprile 10, 2015

I ricercatori dell’University of York hanno hanno scoperto un nuovo potenziale trattamento per il cancro della prostata usando plasma a bassa temperatura (LTPS – low temperature plasmas).

plasmafeat

Lo studio pubblicato sul British Journal of Cancer (BJC), è il primo che utilizza il plasma a bassa temperatura applicato a  cellule coltivate direttamente dai campioni di tessuto del paziente. Prendendo entrambe le cellule sane della prostata e cancerose del tessuto da un singolo paziente e stato possibile confrontare direttamente l’efficacia del trattamento .

Le terapie attuali causano apoptosi, le cellule sono spinte a morire attraverso meccanismi naturali che possono causare resistenza al trattamento. Il trattamento LPTS invece agisce sulla rottura del DNA di membrana con conseguente morte cellulare.

Gli scienziati affermano che la LTPS può essere un potenziale trattamento per i pazienti con carcinoma della prostata, e una valida, ed anche conveniente alternativa ai trattamenti attuali di radioterapia e terapia fotodinamica (PDT – photodynamic therapy).

Scarica e leggi il documento in full text:
Low temperature plasma treatment induces DNA damage leading to necrotic cell death in primary prostate epithelial cells
A M Hirst, M S Simms, V M Mann, N J Maitland, D O’Connell and F M Frame
Br J Cancer advance online publication, April 2, 2015; doi:10.1038/bjc.2015.113

Supplementary information

Fonte ed approfondimenti: University of York

Posted in News dal web | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 161 follower