Medicina in Biblioteca

Weblog di news mediche

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Unisciti ad altri 463 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Posts Tagged ‘ginecologia’

Cancro al seno: scoperto tallone d’Achille delle cellule staminali tumorali.

Posted by giorgiobertin su settembre 4, 2020

Il cancro al seno triplo negativo (TNBC) rappresenta circa il 10-15% di tutti i tumori al seno ed è considerato tra i più aggressivi poiché cresce più velocemente e ha opzioni di trattamento limitate.
Alla base dell’aggressività di tali tumori ci sono le cellule staminali tumorali che hanno un’intrinseca forza di chemioresistenza e generano metastasi. Uccidere queste cellule con la terapia è fondamentale per migliorare la prognosi.

cancer research

Lo studio ha dimostrato che acidi grassi e colesterolo e la loro biosintesi sono essenziali per la sopravvivenza delle cellule staminali tumorali del tumore triplo negativo e possono rappresentare il tallone d’Achille per bloccare queste cellule aggressive” – afferma il prof. Luca Cardone dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena.

Da diversi anni è noto che l’ipercolesterolemia o una dieta ricca di grassi e colesterolo rappresentano un fattore di rischio per forme aggressive di tumore al seno, sebbene i meccanismi biologici alla base di questa osservazione non siano ancora del tutto chiari. I risultati di questa ricerca forniscono un’importante chiave di lettura per la comprensione dei dati epidemiologici a disposizione.
I risultati sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista americana “Cancer Research“.

Leggi il full text dell’articolo:
Pyrvinium pamoate induces death of triple-negative breast cancer stem-like cells and reduces metastases through effects on lipid anabolism
Dattilo R, Mottini C, Camera E, et al.
Cancer Res. 2020; canres.1184.2019. doi:10.1158/0008-5472.CAN-19-1184

Fonte: Istituto Nazionale Tumori Regina Elena

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Identificata molecola chiave responsabile del cancro al seno.

Posted by giorgiobertin su agosto 23, 2020

Gli scienziati dell’Università di Hokkaido hanno dimostrato che l’interleuchina-34 (IL-34) è un marker prognostico e un bersaglio farmacologico per il cancro al seno triplo negativo (TNBC).

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista specializzata “Breast Cancer“.

IL-34-effects
Expressed by TNBC cells, IL-34 suppresses anti-tumor activity of macrophages; the suppressed macrophages, in turn, suppress the anti-tumor activity of other cells (Nabeel Kajihara/SMART – Servier Medical ART).

L’interleuchina-34 (IL-34) è una citochina, un tipo di molecola che trasmette segnali tra le cellule ed è responsabile della lotta alle malattie. È noto che IL-34 si associa bene a scarsi risultati nel cancro del polmone e del fegato, tra gli altri. Per questo motivo, gli scienziati hanno deciso di determinare la relazione tra IL-34 e TNBC.

I dati di 1083 pazienti con cancro al seno sono stati ottenuti da The Human Cancer Genome Atlas (TCGA) e sono stati analizzati statisticamente. Gli scienziati hanno studiato la correlazione tra IL-34 e ogni tipo di cancro. Hanno scoperto che TNBC è associato ad alti livelli di IL-34. Quando hanno esaminato l’effetto di IL-34 sulla prognosi, hanno scoperto che la prognosi per i pazienti con TNBC con alti livelli di IL-34 era infausta.

Attualmente, la chemioterapia è l’unico mezzo affidabile per trattare il TNBC“, dice il professor Ken-ichiro Seino,”ma spesso sviluppa resistenza alla chemioterapia. I nostri risultati mostrano che IL-34 è un bersaglio molecolare attraente per la terapia mirata contro il cancro“.

Leggi abstract dell’articolo:
Interleukin-34 Contributes to Poor Prognosis in Triple-Negative Breast Cancer.
Nabeel Kajihara, et al.
Breast Cancer (2020). https://doi.org/10.1007/s12282-020-01123-x

Fonte: Università di Hokkaido

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Obesità e cancro al seno.

Posted by giorgiobertin su agosto 13, 2020

L’obesità aumenta il rilascio di molecole che promuovono il tumore dal tessuto adiposo ed è associata a un aumento del rischio di cancro al seno, secondo uno studio pubblicato su “Endocrine-Related Cancer“.

Lo studio ha scoperto che il tessuto adiposo delle persone con obesità ha rilasciato nel flusso sanguigno quantità maggiori di vescicole extracellulari (EV) arricchite di molecole dannose e infiammatorie, che possono alterare le cellule del cancro al seno per diventare più aggressive e invasive.

obese-breast-cancer

Questi risultati suggeriscono che le sostanze rilasciate dal tessuto adiposo possono aumentare la malignità del tumore che potrebbe portare a nuovi bersagli terapeutici e migliori trattamenti contro il cancro.

Il prof Barja-Fidalgo dell’Universidade do Estado do Rio de Janeiro, afferma: “L’identificazione di queste secrezioni dannose di tessuto adiposo nel sangue dei pazienti obesi potrebbe essere un nuovo parametro da monitorare, come indicatore del progresso del cancro. Comprendere il contenuto delle vescicole rilasciate dal tessuto adiposo durante l’obesità può fornire nuove obiettivi terapeutici e migliorare il trattamento del cancro“.

Leggi il full text dell’articolo:
Obese adipose tissue extracellular vesicles raise breast cancer cell malignancy
Isadora Ramos-Andrade et al. Barja-Fidalgo
Endocrine-Related Cancer (2020). DOI: 10.1530/ERC-19-0507

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Recensione sulla gestione dell’osteoporosi in premenopausa.

Posted by giorgiobertin su luglio 26, 2020

Una revisione clinica completa della International Osteoporosis Foundation (IOF) e della European Calcified Tissue Society (ECTS) analizza le prove recenti e fornisce indicazioni utili sulla diagnosi e gestione dell’osteoporosi in premenopausa.

osteoporosis

Sulla base delle più recenti evidenze, gli autori delineano le informazioni chiave sui fattori che influenzano il picco della massa ossea e che distinguono la bassa massa ossea dall’osteoporosi corretta con un aumento del rischio di fratture in giovane età, comprese le cause dell’osteoporosi secondaria rispetto all’osteoporosi idiopatica, nonché la gravidanza e l’allattamento osteoporosi associata. Forniscono inoltre un aggiornamento sulla gestione e il trattamento di questa condizione (incluso un utile diagramma di flusso come guida generale).

Scarica e leggi l’articolo in full text:
Osteoporosis in Premenopausal: A Clinical Narrative Review by the ECTS and l’IOF,
Pepe J, Body JJ, Hadji P, McCloskey E, Meier C, Obermayer-Pietsch B, Palermo A, Tsourdi E, Zillikens MC, Langdahl B, Ferrari S.
J. Clin. Endocrinol. Metab, 2000. 105 (8): dgaa306, https://doi.org/10.1210/clinem/dgaa306

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Linee guida cliniche sulla radioterapia per il cancro alla cervice.

Posted by giorgiobertin su giugno 10, 2020

Una nuova linea guida clinica dell’American Society for Radiation Oncology (ASTRO) fornisce raccomandazioni per la radioterapia per il trattamento delle donne adulte con carcinoma alla cervice uterina non metastatico. La linea guida delinea le indicazioni e le migliori pratiche per la radioterapia esterna e la brachiterapia in ambito postoperatorio e definitivo. Le raccomandazioni riguardano anche altri trattamenti tra cui la chemioterapia e la chirurgia se usati in combinazione con radiazioni.
La linea guida è pubblicata online su “Practical Radiation Oncology“.

cervice_uterina

“Il trattamento del cancro alla cervice è notevolmente aumentato negli ultimi 20 anni. L’aumento dell’uso della radioterapia a modulazione di intensità (IMRT) e della brachiterapia basata sull’immagine, in particolare, ha portato a risultati migliori per il paziente e minori complicazioni del trattamento. Questa linea guida incoraggia i medici a rendere questi approcci parte della loro pratica quotidiana”, ha dichiarato la prof.ssa Akila N. Viswanathan,

Scarica e leggi la linea guida in full text:
Radiation Therapy for Cervical Cancer: Executive Summary of an ASTRO Clinical Practice Guideline
Junzo Chino, Christina M. Annunziata, Sushil Beriwal, Lisa Bradfield, Beth A. Erickson, Emma C. Fields, KathrynJane Fitch, Matthew M. Harkenrider, Christine H. Holschneider, Mitchell Kamrava, Eric Leung, Lilie L. Lin, Jyoti S. Mayadev, Marc Morcos, Chika Nwachukwu, Daniel Petereit, Akila N. Viswanathan
Publication stage: In Press Corrected Proof Published online: May 18, 2020 DOI: https://doi.org/10.1016/j.prro.2020.04.002

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scoperto un gene che disattiva la crescita del cancro al seno.

Posted by giorgiobertin su giugno 1, 2020

I ricercatori della Tulane University School of Medicine New Orleans, Louisiana, USA, hanno identificato un gene che provoca una rapida crescita di una forma aggressiva di cancro al seno. Ancora più importante, hanno anche scoperto un modo per “spegnerlo” e inibire il cancro al seno.

Breast-cancer

I risultati dello studio sugli animali sono stati così convincenti che il team sta ora lavorando all’approvazione della FDA per iniziare gli studi clinici e ha pubblicato i dettagli sulla rivista Scientific Reports“.

Il team guidato dalla dott.ssa Reza Izadpanah ha identificato specificamente un inibitore del gene TRAF3IP2, che ha dimostrato di sopprimere la crescita e la diffusione (metastasi) del carcinoma mammario triplo negativo (TNBC) nei modelli murini che assomigliano molto agli umani.
Ancora più vantaggioso, l’inibizione del gene TRAF3IP2 non solo ha fermato la futura crescita tumorale, ma ha portato i tumori esistenti a ridursi a livelli non rilevabili.

Scarica e leggi il documento in full text:
Targeting TRAF3IP2, Compared to Rab27, is More Effective in Suppressing the Development and Metastasis of Breast Cancer
Alt, E.U., Wörner, P.M., Pfnür, A. et al.
Sci Rep 10, 8834 (2020). https://doi.org/10.1038/s41598-020-64781-z

Fonte: Tulane University School of Medicine

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuova terapia per il carcinoma mammario triplo negativo.

Posted by giorgiobertin su maggio 25, 2020

Uno studio condotto dai ricercatori della CIBER-BBN, el Centro de Investigación Príncipe Felipe (CIPF),  della Universitat Politècnica de València (UPV) e dell’ Institut de Recerca Biomèdica (IRB) de Barcelona dimostra che un trattamento combinato di un induttore di senescenza e una nanoparticella senolitica rimuove selettivamente le cellule senescenti, ritarda la crescita tumorale e riduce le metastasi in un modello di carcinoma mammario aggressivo.

martinez-manez
Ramón Martínez Máñez, director científico del CIBER-BBN e investigador en IDM UPV

La senescenza o l’invecchiamento cellulare si verificano sia in situazioni fisiologiche che patologiche. Quando una cellula entra in senescenza, smette di dividersi e rilascia sostanze che causano infiammazione.

Quando si verifica un accumulo incontrollato di quelle cellule senescenti, l’eccesso di fattori infiammatori può eventualmente danneggiare le cellule sane, favorendo così l’invecchiamento e la comparsa di disturbi come il diabete e le malattie neurodegenerative, nonché favorendo lo sviluppo di tumori e causando metastasi.

Con questo nuovo approccio, dopo aver indotto la senescenza, le cellule vengono rimosse attraverso il trattamento con una nanoparticella senolitica. Ciò apre una nuova opportunità terapeutica per migliorare i risultati con i pazienti con carcinoma mammario e stabilisce un nuovo trattamento combinato che può essere significativo per altri farmaci chemioterapici che inducono senescenza.

Scarica e leggi l’articolo in full text:
Preclinical antitumor efficacy of senescence-inducing chemotherapy combined with a nanoSenolytic
Irene Galiana, Beatriz Lozano-Torres, Mónica Sancho, María Alfonso, Andrea Bernardos, Viviana Bisbal, Manuel Serrano, Ramón Martínez-Máñez, Mar Orzáez,
Journal of Controlled Release, Volume 323 https://doi.org/10.1016/j.jconrel.2020.04.045

Articolo correlato:
Galacto‐conjugation of Navitoclax as an efficient strategy to increase senolytic specificity and reduce platelet toxicity

Fonte: CIBER-BBN, el Centro de Investigación Príncipe Felipe (CIPF)

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

ASCO: linee guida sulla gestione del cancro al seno ereditario.

Posted by giorgiobertin su aprile 8, 2020

Sono state pubblicate dall’American Society of Clinical Oncology (ASCO), dall’American Society for Radiation Oncology, e Society of Surgical Oncology, le linee guida sulla gestione del cancro al seno ereditario.

ASCO

L’integrazione della genomica nella cura dei pazienti oncologici ha portato ad una crescente popolazione di pazienti con carcinoma mammario identificata con mutazioni germinali (cioè ereditarie) nei geni di suscettibilità al carcinoma mammario, richiedendo ai medici di integrare queste informazioni nel processo decisionale terapeutico. Le linee guida di pratica disponibili hanno affrontato la gestione del rischio futuro di cancro associato a mutazioni germinali e si sono concentrate su strategie di sorveglianza e prevenzione. Tuttavia, mancano le linee guida per la gestione dei portatori di mutazione con carcinoma mammario di nuova diagnosi. Questo documento informa  sulle terapie chirurgiche, radiologiche e sistemiche ottimali per i pazienti con carcinoma mammario con mutazioni germinali nei geni di suscettibilità al carcinoma mammario.

Scarica e leggi il documento in full text:
Management of Hereditary Breast Cancer: American Society of Clinical Oncology, American Society for Radiation Oncology, and Society of Surgical Oncology Guideline
Nadine M. Tung, Judy C. Boughey, Lori J. Pierce, Mark E. Robson, Isabelle Bedrosian, Jill R. Dietz, Anthony Dragun, Judith Balmana Gelpi, Erin W. Hofstatter, Claudine J. Isaacs, Ismail Jatoi, Elaine Kennedy, Jennifer K. Litton, Nina A. Mayr, Rubina D. Qamar, Mark G. Trombetta, Brittany E. Harvey, Mark R. Somerfield, and Dana Zakalik
Journal of Clinical Oncology Published online April 03, 2020. DOI: 10.1200/JCO.20.00299

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Guida su COVID‐19 durante la gravidanza e il puerperio.

Posted by giorgiobertin su aprile 7, 2020

La International Federation of Gynecology and Obstetrics (FIGO) ha pubblicato sulla rivista “International Journal of Gynecology & Obstetrics” le linee guida per la gestione delle donne in gravidanza nei quattro contesti principali della gravidanza durante COVID-19:
(1) ambulatoriale assistenza prenatale nelle cliniche ambulatoriali;
(2) gestione nel contesto del triage ostetrico;
(3) gestione intrapartum;
(4) gestione postpartum e cure neonatali.
Vengono fornite anche indicazioni sul trattamento medico delle donne in gravidanza con infezione da COVID-19.

ijgo.v149.1.cover

Scarica e leggi il documento in full text:
Global interim guidance on coronavirus disease 2019 (COVID‐19) during pregnancy and puerperium from FIGO and allied partners: Information for healthcare professionals
Liona C. Poon Huixia Yang Anil Kapur Nir Melamed Blami Dao Hema Divakar H. David McIntyre Anne B. Kihara Diogo Ayres‐de‐Campos Enrico M. Ferrazzi Gian Carlo Di Renzo Moshe Hod
Int J Gynecol Obstet. First published:04 April 2020 https://doi.org/10.1002/ijgo.13156

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

COVID-19: aggiornamento per ostetrici e ginecologi.

Posted by giorgiobertin su marzo 22, 2020

Pubblichiamo un aggiornamento per ostetrici e ginecologi  su COVID-19 relativamente a linee guida ed ultimi articoli pubblicati su riviste mediche internazionali.

struttura-coronavirus

Linee guida: 

Ultimi articoli:

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Linee guida per la chirurgia del seno in oncologia.

Posted by giorgiobertin su febbraio 7, 2020

E’ stata pubblicata sulla rivista “Anaesthesia” una revisione sistematica e delle raccomandazioni sulla gestione del dolore postoperatorio specifico nella chirurgia al seno in oncologia.

I protocolli analgesici utilizzati per trattare il dolore dopo l’intervento chirurgico al seno variano in modo significativo. L’obiettivo di questa revisione sistematica è stato quello di valutare la letteratura disponibile su questo argomento e sviluppare raccomandazioni per una gestione ottimale del dolore dopo un intervento chirurgico al seno oncologico.

breast-suergery

Le linee guida raccomandano analgesici di base (cioè paracetamolo e farmaci antinfiammatori non steroidei – FANS) somministrati prima dell’intervento o intraoperatorio e proseguiti dopo l’intervento. Inoltre, si raccomandano anche gabapentin pre-operatorio e desametasone. In importanti interventi chirurgici al seno, può essere presa in considerazione una tecnica anestetica regionale come blocco paravertebrale o blocco dei nervi pettorali e/o infiltrazione di anestetici nelle ferite locali per un ulteriore sollievo dal dolore.
Ricordiamo che la chirurgia oncologica della mammella è associata a un significativo dolore postoperatorio acuto e cronico.

Scarica e leggi il documento in full text:
PROSPECT guideline for oncological breast surgery: a systematic review and procedure‐specific postoperative pain management recommendations
A. Jacobs A. Lemoine G. P. Joshi M. Van de Velde F. Bonnet on behalf of the PROSPECT Working Group collaborators#
Anaesthesia First published:26 January 2020 https://doi.org/10.1111/anae.14964

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Nice: linee guida sulla diagnosi e gestione della menopausa.

Posted by giorgiobertin su dicembre 13, 2019

Sono state pubblicate a cura di NICE le line guida sulla diagnosi e gestione della menopausa, anche nelle donne con insufficienza ovarica precoce.
La linea guida include raccomandazioni su:
– assistenza personalizzata
– diagnosi di perimenopausa e menopausa
– informazione e consulenza
– gestione dei sintomi della menopausa a breve termine
– benefici e rischi a lungo termine della terapia ormonale sostitutiva
– diagnosticare e gestire l’insufficienza ovarica precoce

menopause guideline

Scarica e leggi il documento in full text:
Menopause: diagnosis and management
NICE guideline [NG23]Published date: November 2015 Last updated: December 2019

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Uso di tinture per capelli e piastre chimiche collegate a rischio di cancro al seno.

Posted by giorgiobertin su dicembre 5, 2019

La tinta permanente e le piastre per capelli possono aumentare il rischio di cancro al seno. Gli scienziati del National Institutes of Health hanno scoperto che le donne che usano tinture per capelli permanenti e piastre per capelli chimici hanno un rischio maggiore di sviluppare il cancro al seno rispetto alle donne che non usano questi prodotti. Lo studio pubblicato online sull’International Journal of Cancer dimostra che il rischio di cancro al seno è aumentato con un uso più frequente di questi prodotti chimici per capelli. Sono stati utilizzati i dati di 46.709 donne di età 35–74 anni, controllate in un arco temporale 2003-2009.

hair-dye

Le donne che usavano regolarmente la tintura permanente per capelli nell’anno prima dell’arruolamento nello studio avevano il 9% di probabilità in più rispetto alle donne che non hanno usato la tintura per capelli di sviluppare il cancro al seno. Tra le donne afroamericane, l’uso di coloranti permanenti ogni 5-8 settimane o più era associato ad un aumento del rischio del 60% di cancro al seno rispetto a un aumento dell’8% per le donne bianche.

Nel nostro studio, vediamo un rischio più elevato di cancro al seno associato all’uso della tintura per capelli, e l’effetto è più forte nelle donne afroamericane, in particolare quelle che ne fanno un uso frequente.” afferma la prof.ssa Alexandra White, Ph.D., capo del NIEHS Environment and Cancer Epidemiology Group.

Questi risultati suggeriscono che le sostanze chimiche contenute nei prodotti per capelli possono svolgere un ruolo nella carcinogenesi mammaria.

leggi abstract dell’articolo:
Hair dye and chemical straightener use and breast cancer risk in a large US population of black and white women
Carolyn E. Eberle Dale P. Sandler Kyla W. Taylor Alexandra J. White
First published: 03 December 2019 https://doi.org/10.1002/ijc.32738

Fonte: National Institutes of Health

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cancro al seno: Screening e diagnosi.

Posted by giorgiobertin su novembre 29, 2019

Questa sinossi di 15 raccomandazioni chiave selezionate dalle Linee guida europee sul seno fornisce raccomandazioni relative ai programmi di screening organizzati per le donne di età compresa tra 40 e 75 anni che sono a rischio medio. Le raccomandazioni riguardano lo screening mammografico digitale e l’aggiunta dell’ecografia palmare, dell’ecografia mammaria automatizzata o della risonanza magnetica rispetto alla sola mammografia. Le raccomandazioni discutono anche della frequenza di screening e informano il processo decisionale per le donne a rischio medio che sono richiamate per lesioni sospette o che hanno un’alta densità mammaria.

European Breast Guidelines
Le revisioni e le raccomandazioni relative alle prove corrispondenti sono tenute aggiornate e sono disponibili per l’adozione e l’adattamento all’indirizzo https://ecibc.jrc.ec.europa.eu/recommendations

Scarica e leggi il documento in full text:
Breast Cancer Screening and Diagnosis: A Synopsis of the European Breast Guidelines
Schünemann HJ, Lerda D, Quinn C, et al, for the European Commission Initiative on Breast Cancer (ECIBC) Contributor Group.
Ann Intern Med. 2019; [Epub ahead of print 26 November 2019]. doi: https://doi.org/10.7326/M19-2125

Commentary: European guidelines for breast cancer screening differ from U.S. recommendations – ACP Internist (free)

 

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cancro al seno: è possibile bloccare un enzima responsabile delle metastasi.

Posted by giorgiobertin su novembre 17, 2019

Importanti implicazioni per il futuro dell’immunoterapia per il carcinoma mammario; gli scienziati della UC San Francisco hanno scoperto che il blocco dell’attività di un singolo enzima può impedire a un tipo comune di tumore al seno di diffondersi ad organi distanti.

breast_cancer_tumor

L’enzima in questione onnipresente chiamato MMP9 è un componente essenziale delle strutture che promuovono la metastasi del cancro, contribuendo a creare un ambiente ospitale per la formazione di cellule tumorali itineranti per nuovi tumori metastatici.
Quando hanno esaminato il tessuto polmonare nel loro modello di topo, i ricercatori hanno scoperto che MMP9 è coinvolto nel rimodellamento del tessuto sano e nella sua trasformazione in una sorta di rifugio sicuro per la migrazione delle cellule tumorali al seno. Quando le cellule tumorali colonizzano questi siti con l’aiuto di MMP9, sono in grado di iniziare a crescere in nuovi tumori.
Lo studio è stato pubblicato sulla rivista “Life Science Alliance“.

Somministrando un anticorpo che ha come target specifico e interrompe l’attività di MMP9, gli scienziati sono stati in grado di prevenire il cancro colonizzando i polmoni dei topi. Ma è interessante notare che l’interferenza con MMP9 non ha avuto alcun effetto sul tumore primario, il che suggerisce che il ruolo primario dell’enzima in questo scenario è aiutare i tumori maligni esistenti a metastatizzare e colonizzare altri organi piuttosto che promuovere la crescita di tumori primari stabiliti.

Questo è stato un risultato molto promettente e suggerisce che un paradigma terapeutico focalizzato sull’intercettazione precoce delle metastasi potrebbe offrire una nuova via per il trattamento di alcuni tipi di tumore al seno“, ha affermato il prof. Plaks.

Scarica e leggi il documento in full text:
MMP9 in breast cancer anti-metastatic therapy
Mark Owyong, Jonathan Chou, Renske JE van den Bijgaart, Niwen Kong, Gizem Efe, Carrie Maynard, Dalit Talmi-Frank, Inna Solomonov, Charlotte Koopman, Elin Hadler-Olsen, Mark Headley, Charlene Lin, Chih-Yang Wang, Irit Sagi, Zena Werb, Vicki Plaks
Life Science Alliance Nov 2019, 2 (6) e201800226; DOI: 10.26508/lsa.201800226

Fonte: UC San Francisco

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , | 1 Comment »

AIOM: Linee guida sul tumore dell’ovaio 2019.

Posted by giorgiobertin su novembre 8, 2019

Sono state aggiornate a cura dell’AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) le linee guida sul tumore dell’ovaio. Il precedente documento era del 2018. La linea guida è stata redatta da un gruppo multidisciplinare composto da ginecologi oncologi, oncologi medici. Lo scopo è quello di riportare lo stato dell’arte e le basi clinico-scientifiche del trattamento del carcinoma dell’ovaio per definire un documento condiviso per la diagnosi ed il corretto trattamento medico e chirurgico delle neoplasie epiteliali ovariche.

Aiom_logo

Scarica e leggi il documento in full text (italiano).
Linee guida Tumore dell’ovaio – 2019

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Linee guida di pratica clinica su gravidanza e malattia renale.

Posted by giorgiobertin su novembre 5, 2019

Sono state pubblicate sulla rivista “Nefrologia BMC” le linee guida per la pratica clinica delle malattie renali in gravidanza.
Lo scopo di questa linea guida è migliorare lo standard e ridurre le variazioni nella cura delle donne con insufficienza renale cronica che sono in stato di gravidanza, pianificando una gravidanza o dopo il parto.

Pregnancy-and-Kidney-Disease

Il documento copre l’assistenza alle donne con insufficienza renale cronica (compresi i soggetti sottoposti a trapianto renale) che stanno pianificando una gravidanza, una gravidanza o nel periodo post-partum. Copre anche la contraccezione e la fertilità per le donne con insufficienza renale cronica.

Scarica e leggi il documento in full text:
Clinical practice guideline on pregnancy and renal disease.
Wiles, K., Chappell, L., Clark, K. et al.
BMC Nephrol 20, 401 (2019) doi:10.1186/s12882-019-1560-2

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Semplice esame del sangue per la diagnosi precoce del cancro al seno.

Posted by giorgiobertin su novembre 3, 2019

Il cancro al seno potrebbe essere rilevato fino a cinque anni prima che ci siano segni clinici di esso, utilizzando un esame del sangue che identifica la risposta immunitaria del corpo alle sostanze prodotte dalle cellule tumorali, secondo una nuova ricerca presentata alla NCRI Cancer Conference 2019.

breast-cancer1

Le cellule tumorali producono proteine ​​chiamate antigeni che innescano il corpo a produrre anticorpi contro di loro – autoanticorpi.

I ricercatori dell’Università di Nottingham (Regno Unito) hanno scoperto che questi antigeni associati al tumore (TAA – tumour-associated antigens) sono buoni indicatori del cancro, e ora hanno sviluppato pannelli di TAA che sono già noti per essere associati al carcinoma mammario per rilevare se sono autoanticorpi contro di loro nei campioni di sangue prelevati dai pazienti.

In uno studio pilota i ricercatori, che fanno parte del gruppo Center of Excellence for Autoimmunity in Cancer (CEAC) presso la School of Medicine, Università di Nottingham, hanno prelevato campioni di sangue da 90 pazienti con carcinoma mammario al momento della diagnosi di carcinoma mammario e li ha abbinati a campioni prelevati da 90 pazienti senza carcinoma mammario (il gruppo di controllo). Per questo studio è stata applicata la tecnologia di microarray di proteine ​​ottimizzata.

“I risultati del nostro studio hanno dimostrato che il carcinoma mammario induce autoanticorpi contro pannelli di specifici antigeni associati al tumore. Siamo stati in grado di rilevare il cancro con ragionevole precisione identificando questi autoanticorpi nel sangue.”, afferma la dott.ssa Daniyah Alfattani. “Dobbiamo sviluppare e validare ulteriormente questo test“, ha affermato Alfattani. “Tuttavia, questi risultati sono incoraggianti e indicano che è possibile rilevare un segnale per il carcinoma mammario in fase iniziale. Una volta migliorata la precisione del test, si apre la possibilità di utilizzare un semplice esame del sangue per migliorare la diagnosi precoce della malattia”.

I ricercatori stimano che, con un programma di sviluppo interamente finanziato, il test potrebbe diventare disponibile in clinica tra circa quattro o cinque anni.

Abstract della presentazione:
Clinical Utility of Autoantibodies in Early Detection of Breast Cancer
Daniyah Alfattani et al. – CEAC group – Year: 2019
Poster 2966, poster board number 37, area 2.

Fonte:  National Cancer Research Institute  (NCRI)

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

NICE: linee guida sulla gravidanza gemellare.

Posted by giorgiobertin su settembre 7, 2019

NICE ha pubblicato un aggiornamento delle linea guida pubblicate nel 2011 che coprono le cure che dovrebbero essere offerte alle donne in gravidanza gemellare (doppio o tripla), oltre alle cure di routine che vengono offerte a tutte le donne durante la gravidanza. La linea guida ha lo scopo di ridurre il rischio di complicanze e migliorare i risultati per le donne e i loro bambini.

Twin and triplet pregnancy

Scarica e leggi il documento in full text:
Twin and triplet pregnancy
NICE guideline [NG137]Published date: September 2019

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ASCO: Uso della terapia ormonale per ridurre il rischio di cancro al seno.

Posted by giorgiobertin su settembre 5, 2019

Sono state aggiornate le linee guida ASCO sugli interventi farmacologici per la riduzione del rischio di carcinoma mammario. Il documento, che è un aggiornamento di quello pubblicato nel 2013, fornisce indicazioni su questioni cliniche che insorgono quando si decide di utilizzare la terapia endocrina per la riduzione del rischio di carcinoma mammario.

ASCO

Nelle donne in postmenopausa ad aumentato rischio, la scelta della terapia endocrina ora include anastrozolo (1 mg/die) oltre a exemestane (25 mg/die), raloxifene (60 mg/die) o tamoxifene (20 mg/die). La decisione in merito alla scelta della terapia endocrina si dovrebbe prendere in considerazione dell’età, le comorbilità al basale e i profili degli effetti avversi. I medici non devono prescrivere anastrozolo, exemestane o raloxifene per la riduzione del rischio di carcinoma mammario a donne in premenopausa.

Scarica e leggi il documento in full text:
Use of Endocrine Therapy for Breast Cancer Risk Reduction: ASCO Clinical Practice Guideline Update
Kala Visvanathan, Carol J. Fabian, Elissa Bantug, Abenaa M. Brewster, Nancy E. Davidson, Andrea DeCensi, Justin D. Floyd, Judy E. Garber, Erin W. Hofstatter, Seema A. Khan, Maria C. Katapodi, Sandhya Pruthi, Rachal Raab, Carolyn D. Runowicz, and Mark R. Somerfield
Journal of Clinical Oncology DOI: 10.1200/JCO.19.01472 Published online September 03, 2019

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Collegamento tra la terapia ormonale menopausale e l’incidenza del cancro al seno.

Posted by giorgiobertin su agosto 30, 2019

Un team di ricercatori internazionale, ha utilizzato i dati di oltre 100.000 donne con carcinoma mammario provenienti da 58 studi epidemiologici in tutto il mondo, ed ha scoperto che l’uso della terapia ormonale in menopausa (menopausal hormone therapy (MHT)) è associato ad un aumentato rischio di carcinoma mammario e che questo aumento del rischio persiste per oltre un decennio dopo l’interruzione dell’uso.

hormone_replacement_therapy

I risultati, pubblicati su “The Lancet“, suggeriscono che tutti i tipi di MHT, ad eccezione degli estrogeni vaginali topici, sono associati ad un aumentato rischio di carcinoma mammario e che i rischi sono maggiori per gli utenti della terapia ormonale con estrogeni-progestinici rispetto alla terapia ormonale con soli estrogeni.

La prof. Valerie Beral del Nuffield Department of Population Health, Università di Oxford, ha dichiarato: “Le nostre nuove scoperte indicano che un aumento del rischio persiste anche dopo l’interruzione dell’uso della terapia ormonale in menopausa“.

Leggi il full text dell’articolo:
Type and timing of menopausal hormone therapy and breast cancer risk: individual participant meta-analysis of the worldwide epidemiological evidence
Collaborative Group on Hormonal Factors in Breast Cance
The Lancet Published:August 29, 2019 DOI: https://doi.org/10.1016/S0140-6736(19)31709-X

Fonte: Nuffield Department of Population Health – University of Oxford

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cancro al seno: campi elettromagnetici per arrestare la diffusione delle cellule tumorali.

Posted by giorgiobertin su agosto 17, 2019

Un nuovo studio, pubblicato su “Communications Biology“, ha scoperto che i campi elettromagnetici sono efficaci nell’arrestare la diffusione di alcune cellule tumorali al seno.

cancer-cell

Un team della Ohio State University ha costruito uno strumento che potrebbe colpire la migrazione delle cellule tumorali. Chiamata bobina di Helmholtz, i ricercatori l’hanno utilizzata per applicare una quantità uniforme di energia elettromagnetica a una gamma di cellule tumorali al seno.
In particolare i ricercatori hanno scoperto che le cellule metastatiche di carcinoma mammario triplo negativo, che sono le cellule più difficili da trattare, erano le più sensibili ai campi elettromagnetici.

Il team è stato in grado di esaminare con precisione l’impatto di tale energia sulla forma e sul movimento delle cellule tumorali.

Ciò che abbiamo mostrato, biologicamente, è che queste cellule tumorali stanno diventando profondamente meno metastatiche, il che è una scoperta molto importante.” afferma il prof. Jonathan Song.
Prima di testare la tecnologia sull’uomo, i ricercatori dovranno prima verificare i risultati sugli animali, molto probabilmente i topi.

Leggi il full text dell’articolo:
Electromagnetic fields alter the motility of metastatic breast cancer cells
Ayush Arpit Garg, Travis H. Jones, Sarah M. Moss, Sanjay Mishra, Kirti Kaul, Dinesh K. Ahirwar, Jessica Ferree, Prabhat Kumar, Deepa Subramaniam, Ramesh K. Ganju, Vish V. Subramaniam & Jonathan W. Song
COMMUNICATIONS BIOLOGY | (2019)2:303 | https://doi.org/10.1038/s42003-019-0550

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

NICE: linee guida sul parto e parto pretermine.

Posted by giorgiobertin su agosto 1, 2019

Sono state pubblicate a cura di NICE le linee guida aggiornata sul parto e parto pretermine. Questa linea guida copre la cura delle donne ad aumentato rischio o con sintomi e segni di parto pretermine (prima di 37 settimane) e le donne che hanno un parto pretermine pianificato.

labor preterm

Scarica e leggi il documento in full text:
Preterm labour and birth
NICE guideline [NG25] Published date: November 2015 Last updated: August 2019

Documenti correlati:
Practice Bulletin No. 171: Management of Preterm Labor
Obstetrics & Gynecology: October 2016 – Volume 128 – Issue 4 – p e155-e164 doi: 10.1097/AOG.0000000000001711

Preterm Labor: One Syndrome, Many Causes
Science. 2014 Aug 15; 345(6198): 760–765.

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Linee guida di consenso sui test genetici per il cancro al seno ereditario.

Posted by giorgiobertin su luglio 29, 2019

L’American Society of Breast Surgeons ha pubblicato le linee guida di consenso sui test genetici per il cancro al seno ereditario. I test genetici per valutare il rischio ereditario di cancro sono un’area complessa, ampia e dinamica della ricerca medica.

BRAC

Se vengono eseguiti test genetici, tali test dovrebbero includere BRCA1/BRCA2 e PALB2, con altri geni appropriati per lo scenario clinico e la storia familiare. Per i pazienti con carcinoma mammario di nuova diagnosi, l’identificazione di una mutazione può influire sulle raccomandazioni terapeutiche (chirurgia e potenzialmente radiazioni) e sulla terapia sistemica.

Scarica e leggi il documento in full text:
Consensus Guidelines on Genetic` Testing for Hereditary Breast Cancer from the American Society of Breast Surgeons
Manahan, E.R., Kuerer, H.M., Sebastian, M. et al.
Ann Surg Oncol (2019) First Online 24 July 2019 https://doi.org/10.1245/s10434-019-07549-8

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

NICE: Linee guida sulla diagnosi e gestione dell’ipertensione in gravidanza.

Posted by giorgiobertin su giugno 26, 2019

NICE ha pubblicato una linea guida aggiornata che sostituisce quella pubblicata nell’agosto del 2010 CG107, sulla diagnosi e gestione dell’ipertensione (pressione alta) in gravidanza.

ipertensione-gravidanza

Il documento comprende:

    1. Riduzione del rischio di disordini ipertensivi in ​​gravidanza;
    2. Valutazione della proteinuria nei disturbi ipertensivi della gravidanza;
    3. Gestione dell’ipertensione cronica in gravidanza;
    4. Gestione dell’ipertensione gestazionale;
    5. Gestione della pre-eclampsia;
    6. Monitoraggio fetale;
    7. Assistenza intrapartum.

Scarica e eleggi il documento in full text:
Hypertension in pregnancy: diagnosis and management
NICE guideline [NG133] Published date: June 2019

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »