Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 469 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Posts Tagged ‘vaccinazioni’

Scoperte sulla memoria del Sistema Immunitario.

Posted by giorgiobertin su ottobre 21, 2015

I vaccini aiutano a prevenire le malattie inducendo la memoria immunologica, la capacità delle cellule immunitarie di ricordare e rispondere più rapidamente quando si è ri-esposti allo stesso agente patogeno. Mentre alcune fasi del percorso sono ben comprese, poco si sa circa il ruolo delle cellule T helper, un “master orchestratore” della risposta immunitaria che invia segnali per attivare il sistema immunitario.

JEM11.cover

Uno studio condotto dalla University of Utah School of Medicine ha identificato i meccanismi molecolari che controllano la capacità di una cellula immunitaria di ricordare. Essi hanno scoperto che in helper T (CD4 +), le cellule, le proteine OCT1 e OCA-B lavorano insieme per mettere i geni della risposta immunitaria in standby in modo da essere facilmente attivati ​​quando il corpo è nuovamente esposto ad un agente patogeno.  In particolare è stato identificato OCA-B come il fattore aggiuntivo richiesto per una robusta risposta immunitaria a riposo delle cellule T helper.

La ricerca, che potrebbe essere importante per le strategie di sviluppo di vaccini, è stata eseguita in collaborazione con gli scienziati del Broad Institute e Università del Michigan, e pubblicato sulla rivista “The Journal of Experimental Medicine“.

Leggi abstract dell’articolo:
Oct1 and OCA-B are selectively required for CD4 memory T cell function
Arvind Shakya, Alon Goren, Alex Shalek, Cody N. German, Jeremy Snook, Vijay K. Kuchroo, Nir Yosef, Raymond C. Chan, Aviv Regev, Matthew A. Williams, and Dean Tantin
J Exp Med jem.2015 0363. Published October 19, 2015, doi:10.1084/jem.20150363

Supplemental Material

Fonte ed approfondimenti: University of Utah School of Medicine

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Oms: efficace il primo vaccino contro Ebola.

Posted by giorgiobertin su agosto 3, 2015

Il vaccino rVSV-Zebov sviluppato da Merck and Co. (in Italia MSD) in collaborazione con NewLink Genetics, ha mostrato il 100% di efficacia in più di 4 mila persone in un’ analisi ad interim di uno studio condotto in Guinea. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista “The Lancet“.

guinea-vaccines

Il vaccino ricombinante è costituito da una glicoproteina di superficie di Zaire Ebolavirs. Nello studio, il vaccino è stato testato sul campo, su persone che vivono in aree della Guinea in cui ebola è molto diffuso.
Questi risultati dimostrano che rVSV-Zebov è altamente efficace e sicuro nel prevenire la malattia da virus Ebola e potrebbe essere efficace anche a livello di popolazione durante un’epidemia di Ebola attraverso una specifica strategia di vaccinazione”. “Il successo è avvenuto in tempo record. Si tratta di un risultato notevole, che mostra la potenza di partnership internazionali eque e flessibili”, ha affermato il team dell’Oms. Il “vaccino potrebbe aiutare a combattere la maggiore epidemia di Ebola mai registrata che finora in Africa Occidentale ha ucciso più di 11.200 persone”.

Leggi il full text dell’articolo:
Efficacy and effectiveness of an rVSV-vectored vaccine expressing Ebola surface glycoprotein: interim results from the Guinea ring vaccination cluster-randomised trial
Ana Maria Henao-Restrepo, Ira M Longini, Matthias Egger, Natalie E Dean, W John Edmunds, Anton Camacho, Miles W Carroll, Moussa Doumbia, et al.
Lancet http://dx.doi.org/10.1016/

Approfondimenti: WHO News release   –   Ebola research and development   –  NewLink Genetics

Fonte: Pharmastar

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Linee guida per la prevenzione ed il controllo della Legionellosi.

Posted by giorgiobertin su maggio 18, 2015

Sono state aggiornate a cura del Ministero della Salute le “Linee guida per la prevenzione ed il controllo della Legionellosi“. Il precedente documento era stato pubblicato nel 2000. La “Legionellosi” è la definizione di tutte le forme morbose causate da batteri Gram-negativi aerobi del genere Legionella. Essa si può manifestare sia in forma di polmonite con tasso di mortalità variabile tra 10-15%, sia in forma febbrile extrapolmonare o in forma subclinica.
Le legionelle sono presenti negli ambienti acquatici naturali e artificiali: acque sorgive, comprese quelle termali, fiumi, laghi, fanghi, ecc.

logo_ministerosalute

Le linee guida sono state aggiornate alla luce delle nuove conoscenze scientifiche, con l’ausilio tecnico-scientifico dell’Istituto Superiore di Sanità e di figure istituzionali esperte del settore.

Scarica e leggi il documento in lingua italiana:
Linee guida per la prevenzione ed il controllo della legionellosi

Posted in Materiali Didattici, News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Un cerotto per la vaccinazione contro il morbillo.

Posted by giorgiobertin su maggio 9, 2015

I ricercatori della Georgia Institute of Technology e del Centers for Disease Control and Prevention (CDC), hanno realizzato un cerotto di un centimetro quadrato sulla cui faccia interna sono concentrati 100 microaghi lunghi meno di un millimetro che stimolano con successo una risposta immunitaria nei confronti del virus del morbillo (video).

Eliminando la necessità di aghi, siringhe, acqua sterile o smaltimento degli aghi, il cerotto a microaghi offre la grande speranza di avere un nuovo strumento per raggiungere più rapidamente i bambini in tutto il mondo, incluse le aree più remote” – afferma il prof. James Goodson epidemiologo e coordinatore del progetto.

Gli ottimi risultati del vaccino sono stati pubblicati sulla rivista “Vaccine” e condotti sui macachi. La sperimentazione sull’uomo partirà nel 2017.

Leggi abstract dell’articolo:
A microneedle patch containing measles vaccine is immunogenic in non-human primates
Chris Edensa, Marcus L. Collinsb, James L. Goodsonc, Paul A. Rota et al.
Vaccine Available online 12 March 2015 doi:10.1016/j.vaccine.2015.02.074

Fonte ed approfondimenti: Georgia Institute of Technology

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Herpes Zoster: ottimi risultati da un vaccino.

Posted by giorgiobertin su aprile 29, 2015

Sono stati presentati al 25esimo Congresso dell’European Society of Clinical Microbiology and Infectious diseases (ECCMID), svolto a Copenhagen dal 25 al 28 aprile, e pubblicati online su New England Journal of Medicine i risultati in fase III di uno studio randomizzato su un vaccino per la prevenzione dell’Herpes Zoster.

herpes_zoster

Lo studio ha coinvolto 16.160 adulti di 50 anni e oltre. Nel trial, la doppia dose del vaccino ha ridotto il rischio di herpes zoster del 97.2% in soggetti adulti di almeno 50 (7698 partecipanti), confrontato con placebo (7753 partecipanti). Nei vari gruppi di età, le percentuali registrate sono state del 96.6% (50-59 anni), del 97.4% (60-69 anni), del 97.6% (età maggiore dei 60) e del 98% (età maggiore di 70 anni). Il vaccino associa una proteina, gE, del virus dell’herpes zoster, con l’adiuvante ASO1B, che aumenta la risposta immunitaria alla gE. HZ/su ha la potenzialità di diventare un importantissimo competitor per Zostavax.

Leggi abstract dell’articolo:
Efficacy of an Adjuvanted Herpes Zoster Subunit Vaccine in Older Adults
Himal Lal, Anthony L. Cunningham, M.D., Olivier Godeaux, Roman Chlibek, Javier Diez-Domingo,…., and Thomas C. Heineman, for the ZOE-50 Study Group
NEJM April 28, 2015 DOI: 10.1056/NEJMoa1501184

ZOE-50 ClinicalTrials.gov number, NCT01165177

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rapporto sulla sorveglianza postmarketing dei vaccini in Italia – Anno 2013.

Posted by giorgiobertin su aprile 22, 2015

L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) rende disponibile il quarto Rapporto sulla sorveglianza postmarketing dei vaccini in Italia – anno 2013.

aifa-farmaci

Nel documento sono riportate le elaborazioni effettuate sulle segnalazioni spontanee di sospette reazioni avverse registrate nella rete nazionale di farmacovigilanza, osservate dopo somministrazione di vaccini.

Scarica e leggi il report in full text:
Rapporto sulla sorveglianza postmarketing dei vaccini in Italia – Anno 2013

Posted in Materiali Didattici, News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vaccino trivalente e autismo nessun collegamento.

Posted by giorgiobertin su aprile 22, 2015

Non c’è alcuna associazione tra autismo e vaccino trivalente, quello contro morbillo, rosolia e parotite (measles, mumps and rubella (MMR)), neanche per i bimbi che hanno un fratello con il disturbo neuropsichiatrico. Lo ha stabilito uno studio su 95.727 bambini del Lewin group, in Virginia, pubblicato dalla rivista Jama.

Non c’è nessuna associazione tra la vaccinazione e un aumento del rischio di disordini dello spettro autistico” – afferma il prof. Anjali Jain. La ricerca mette in evidenza che il vaccino trivalente non ha un ruolo scatenante perché l’incidenza del disturbo neuropsichiatrico tra i fratelli minori dei bimbi autistici non risulta più alta tra quelli vaccinati rispetto a quelli non vaccinati.

Scarica e leggi il full text dell’articolo:
Autism Occurrence by MMR Vaccine Status Among US Children With Older Siblings With and Without Autism.
Jain A, Marshall J, Buikema A, Bancroft T, Kelly JP, Newschaffer CJ.
JAMA. 2015;313(15):1534-1540. doi:10.1001/jama.2015.3077.

Autism Occurrence by MMR Vaccine Status Among US Children With Older Siblings With and Without Autism (3:53)

Editorial: Promising Forecast for Autism

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Melanoma: Verso un vaccino personalizzato.

Posted by giorgiobertin su aprile 12, 2015

Una sperimentazione clinica svolta alla Washington University school of medicine di St. Louis, ha stabilito che i vaccini personalizzati contro il melanoma scatenano una potente risposta immunitaria contro i tumori.

Linette and Carreno
Personalized melanoma vaccines developed at Washington University in St. Louis have been shown in a small clinical trial to marshal a powerful immune response against unique mutations in patients’ tumors. Pictured are Gerald Linette, MD, PhD, and Beatriz Carreno, PhD, who led the team that developed the vaccines.

La scoperta è una spinta forte all’uso dell’immunoterapia nel cancro, una strategia di trattamento che scatena il sistema immunitario a cercare e distruggere il cancro. “I vaccini anticancro sono stati sviluppati a partire da un primo sequenziamento dei genomi dei tumori e dei tessuti sani dei pazienti per identificare le proteine mutate chiamate neoantigeni di esclusiva pertinenza delle cellule neoplastiche” afferma il prof. Gerald Linette, oncologo medico alla Washington university.
Sono stati somministrati ai pazienti con melanoma, precedentemente sottoposti a intervento chirurgico per rimuovere il tumore, ma con metastasi diffuse ai linfonodi e ad alto rischio di recidiva. I dati raccolti mostrano che i vaccini su misura suscitano una vivace risposta immunitaria che coinvolge le cellule T killer. Abbiamo ancora molto lavoro da fare, ma questo è un primo passo importante che apre le porte ai vaccini su misura per la cura dei tumori“.

Leggi abstract:
A dendritic cell vaccine increases the breadth and diversity of melanoma neoantigen-specific T cells
Beatriz M. Carreno, Vincent Magrini, Michelle Becker-Hapak, Saghar Kaabinejadian, Jasreet Hundal, Allegra A. Petti, Amy Ly, Wen-Rong Lie, William H. Hildebrand, Elaine R. Mardis, and Gerald P. Linette
Science Express Published online 2 April 2015 [DOI:10.1126/science.aaa3828]

Fonte ed approfondimenti: Washington University School of Medicine in St. Louis.

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

WHO: Linee guida per la sorveglianza dell’enterovirus.

Posted by giorgiobertin su marzo 25, 2015

Sono state pubblicate dal WHO Regional Office for Europe e dal United States Centers for Disease Control and Prevention (CDC), le linee guida di sorveglianza dell’enterovirus.

Enterovirus-surveillance-guidelines

Lo scopo di queste linee guida è quello di fornire ai decisori nazionali e ai loro consulenti tecnici le informazioni sui principi e le pratiche di adozione di sorveglianza dell’enterovirus per sostenere l’eradicazione della polio.

Scarica e leggi il documento in full text:
Enterovirus surveillance guidelines. Guidelines for enterovirus surveillance in support of the Polio Eradication Initiative
English (PDF, 376.1 KB) – 2015, 46 pages

Fonte: WHO Europe

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le cause della polmonite nei bambini.

Posted by giorgiobertin su febbraio 26, 2015

I virus respiratori, non infezioni batteriche, sono le cause più comuni rilevati di polmonite acquisita in comunità nei bambini, secondo una nuova ricerca pubblicata sul “New England Journal of Medicine“.

Per indagare le cause e la prevalenza della polmonite acquisita in comunità nell’infanzia, il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) ha studiato l’eziologia della polmonite in uno studio comunitario (EPIC – Etiology of Pneumonia in the Community), in collaborazione con istituzioni pubbliche tra cui l’ Università dello Utah Health Sciences.

respiratory syncytial virus

I risultati dei ricercatori rivelano che l’81 per cento dei casi esaminati sono stati causati da infezioni virali, mentre solo l’8 per cento sono stati causati da infezioni batteriche e il 7 per cento da entrambe virali e batteriche. Questa dati permetteranno ai ricercatori di stabilire i modi per curare o prevenire i virus respiratori, come il virus respiratorio sinciziale (RSV), che può portare alla polmonite.

RSV è stato il più frequente, e il più comune nei bambini sotto i 5 anni, così come l’adenovirus e Metapneumovirus. Nei bambini di età compresa tra 5 e 18 anni, il patogeno più comune è stato il batterio Mycoplasma pneumoniae.

I risultati aiutano a definire il ruolo dei virus come principali attori nella polmonite pediatrica e dimostrano la necessità di nuove terapie che possano ridurre la gravità della polmonite virale“, afferma Chris Stockmann, co-autore. “Per continuare ad abbassare l’incidenza di polmonite, dobbiamo trovare modi per prevenire le cause virali. Abbiamo anche bisogno di sviluppare test diagnostici migliori in modo da poter indirizzare con precisione il trattamento ed evitare un uso eccessivo di antibiotici, aumentando la velocità di recupero“.

Leggi abstract dell’articolo:
Community-Acquired Pneumonia Requiring Hospitalization among U.S. Children
Stephen Lindstrom, Ph.D., Jonas M. Winchell, Ph.D., Jacqueline M. Katz, Ph.D., Dean Erdman, Dr.P.H., Eileen Schneider, M.D., M.P.H., Lauri A. Hicks, D.O., Richard G. Wunderink, M.D., Kathryn M. Edwards, M.D., Andrew T. Pavia, M.D., Jonathan A. McCullers, M.D., and Lyn Finelli, Dr.P.H. for the CDC EPIC Study Team + al.
N Engl J Med 2015; 372:835-845

Fonte ed approfondimenti: Centers for Disease Control and Prevention (CDC) – February 25, 2015

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Parkinson: Primi dati clinici sul vaccino.

Posted by giorgiobertin su agosto 5, 2014

AFFiRiS AG (Austria – Vienna) ha presentato in una conferenza stampa a New York i risultati di uno studio di sperimentazione in Fase I di PD01A, un vaccino contro il morbo di Parkinson. PD01A risulta essere la prima terapia contro la proteina alfa-sinucleina, un bersaglio per il morbo di Parkinson. (Nostro post del 6 giugno, 2012)

La vaccinazione terapeutica insegna al nostro sistema immunitario come combattere la malattia.

Affiris
Un trattamento questo che potrebbe rallentare o arrestare la progressione del Parkinson; un punto di svolta per i milioni in tutto il mondo che vivono con questa malattia e molti altri che diventeranno a rischio con l’invecchiamento della popolazione“, ha detto il Todd Sherer delle “The Michael J. Fox Foundation for Parkinson’s Research” (MJFF). “La sicurezza e la tollerabilità osservati in questo studio, soprattutto in una proteina come l’alfa-sinucleina, dove noi non sappiamo ancora la sua normale funzione, sono incoraggianti“.

Il 50% dei pazienti vaccinati ha generato anticorpi alfa-sinucleina specifici come misurato nei campioni di siero. Inoltre, gli anticorpi indotti dal vaccino erano rilevabili nel liquido cerebrospinale. Questa induzione di anticorpi contro l’alfa-sinucleina sono forti evidenze preliminari a sostegno della validità di questo vaccino terapeutico.
A settembre partirà il reclutamento per lo studio in Fase II – valutazione degli effetti immunologici e clinici di una vaccinazione spinta.

Fonte ed approfondimenti:
Early Clinical Data on a First-of-its-Kind Parkinson’s Disease Vaccine
A recording of the press conferenceHorizon-magazine.eu
Clinical Trials: Tolerability and Safety of Subcutaneous Administration of Two Doses of AFFITOPE® PD01A in Early Parkinson’s Disease

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Linee guida sul vaccino anti-meningococco.

Posted by giorgiobertin su luglio 29, 2014

Sono state aggiornate a cura dell'”American Academy of Pediatrics“, e pubblicate sulla rivista “Pediatrics” le raccomandazioni sul vaccino anti-meningococco nei bambini e negli adolescenti. Il precedente documento era datato 2011.

pediatrics5-2014

Le malattie meningococciche sono gravi malattie batteriche causate dal Meningococco (Neisseria meningitidis). Vaccinazione Meningococco – Vaccino Anti-Meningococco
Neisseria meningitidis – è un patogeno coinvolto in patologie gravi, potenzialmente fatali, come la meningite e la sepsi meningococcica.

L’American Academy of Pediatrics (AAP) non raccomanda la vaccinazione di routine dei bambini tra i 2 mesi e i 10 anni di età a meno che non ci siano dei rischi di malattia meningococcica.

Scarica e leggi il documento in ful text:

Policy Statement: Updated Recommendations on the Use of Meningococcal Vaccines
COMMITTEE ON INFECTIOUS DISEASES
Pediatrics peds.2014-1383; Published online July 28, 2014 (10.1542/peds.2014-1383)

Fonte: Medscape.com

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sperimentato un vaccino contro il cancro al cervello.

Posted by giorgiobertin su giugno 28, 2014

I ricercatori del German Cancer Research Center, Heidelberg, Germania hanno sperimentato con successo sui topi un vaccino contro il cancro al cervello.

Il vaccino agisce innescando una risposta immunitaria contro cellule tumorali che presentano una specifica mutazione in una proteina chiamata IDH1, che e’ presente in una grande frazione dei gliomi, tumori che nascono dalle cellule gliali del cervello e della colonna vertebrale.

IDH1-Vaccine
Tumorzellen mit der hochspezifischen Mutation: blau markiert sind die Zellkerne, braun das veränderte IDH1-Protein im Zytoplasma und in den Zellfortsätzen Foto: von Deimling

Le mutazioni nella proteina IDH1 rappresentano un evento precoce nello sviluppo di alcuni gliomi a basso grado (a lenta crescita: Astrocitomi e oligodendrogliomi) difficili da rimuovere totalmente e incurabili. La ricerca dimostra come le mutazioni di IDH1 rappresentino un obiettivo terapeutico promettente per il trattamento di questi gliomi.

Al fine di testare la sicurezza del vaccino è previsto a breve l’avvio di una sperimentazione clinica.

Leggi abstract:
A vaccine targeting mutant IDH1 induces antitumour immunity
Theresa Schumacher, Lukas Bunse, Stefan Pusch, Felix Sahm, Benedikt Wiestler, + et al.
Nature Published online 25 June 2014 doi:10.1038/nature13387

Fonte: German Cancer Research Center

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Positivi i primi test clinici per un vaccino italino anti-HIV.

Posted by giorgiobertin su gennaio 22, 2014

Sono stati pubblicati sulla rivista “Vaccine” i risultati di una sperimentazione clinica di un vaccino terapeutico anti HIV, denominato AT20 sviluppato dai ricercatori della sezione di microbiologia dell’Università di Brescia  in collaborazione con i centri clinici italiani di riferimento per le malattie infettive: Brescia, Perugia, Torino e Milano.

Vaccine

Il vaccino non ha effetti collaterali ed è in grado di indurre la formazione di anticorpi capaci di neutralizzare la tossicità della proteina p17 del virus Hiv nel 100% dei soggetti vaccinati. Il composto è stato somministrato cinque volte nell’arco di cinque mesi a volontari sieropositivi in trattamento antiretrovirale.
Conclusa dunque con successo questa prima fase di sperimentazione sull’uomo, lo studio continuerà su un numero più elevato di soggetti sieropositivi.

Leggi abstract dell’articolo:
Synthetic HIV-1 matrix protein p17-based AT20-KLH therapeutic immunization in HIV-1-infected patients receiving antiretroviral treatment: A phase I safety and immunogenicity study
Maria Luisa Iaria, Simona Fiorentini, Emanuele Focà, Sonia Zicari, Cinzia Giagulli, Francesca Caccuri, Daniela Francisci, Giovanni Di Perri, Francesco Castelli, Franco Baldelli, Arnaldo Caruso
Vaccine In Press, Uncorrected Proof, Available online 20 January 2014

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Sviluppato un vaccino contro il virus respiratorio sinciziale.

Posted by giorgiobertin su novembre 3, 2013

Il virus sinciziale (RSV) è la causa più importante di bronchiolite (infiammazione acuta delle più piccole diramazioni bronchiali) e di polmonite nei lattanti di età inferiore ad un anno. È pure il più importante agente patogeno (in grado, cioè, di produrre malattia) respiratorio della prima infanzia. Ha la caratteristica di diffondersi in epidemie annuali, che di norma si verificano ogni inverno e si prolungano, persistendo nell’ambiente per 4-5 mesi, e di produrre elevate incidenze di infezione e malattia nel corso del primo mese di vita del bambino.

RSV.virus
The respiratory syncytial virus (RSV) is responsible for a common childhood illness. There is no vaccine available to prevent RSV infection.
Credit: NIAID

Ora i ricercatori del Vaccine Research Center (VRC), National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID), parte the National Institutes of Health, hanno sviluppato un vaccino sperimentale per la protezione contro il virus.
“Questo lavoro rappresenta un importante passo in avanti. Non solo il vaccino sperimentale sviluppato dai nostri scienziati suscita una forte attività RSV-neutralizzante negli animali, ma, più in generale, questa tecnica di usare informazioni strutturali per la progettazione di vaccini può essere applicata ad altre malattie virali, compreso l’HIV/AIDS. Afferma il Direttore dell’ NIAID Anthony S. Fauci.
La pubblicazione è stata fatta sulla rivista “Science“.

Leggi abstract:
Structure of RSV fusion glycoprotein trimer bound to a prefusion-specific neutralizing antibody
JS McLellan et al.
Science 1 November 2013:  Vol. 342 no. 6158 pp. 592-598  DOI: 10.1126/science.1243283

Fonte: Vaccine Research Center (VRC), National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID)

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

AIDS: test per un nuovo vaccino.

Posted by giorgiobertin su novembre 1, 2013

Due articoli pubblicati sulla rivista “Nature ” hanno riportato i risultati della sperimentazione di un vaccino con anticorpi contro l’HIV.

Nel primo lavoro I ricercatori della Harvard Medical School coordinati dal professore Dan Barouch hanno sperimentato sulle scimmie un vaccino che è riuscito ad eradicare completamente il virus dell’HIV.

L’effetto di questi potenti anticorpi è molto profondo e con risultati mai visti fino ad oggi. Non è stato mai provato un antivirale di tale portata” – afferma Dan Barouch. “Si richiede chiaramente la valutazione di questi anticorpi nel corso di studi clinici.

HIV STRUCTURE HIV Structure

Nel secondo lavoro il virologo Malcolm Martin del National Institutes of Health di Bethesda, nel Maryland, ed i suoi colleghi hanno dato una combinazione di due anticorpi a macachi che sono risultati positivi per il virus, ma non aveva ancora sviluppato i sintomi. Il trattamento ha spinto i livelli SHIV (virus modificato) al di sotto della soglia di rilevamento entro dieci giorni. La terapia era però meno efficace nei macachi in stadi avanzati della malattia.

Questi anticorpi potrebbero affrontare il virus in modo che le terapie attuali non lo fanno. I cocktail di farmaci antiretrovirali hanno rivoluzionato la terapia HIV, trasformando una diagnosi, una volta fatale in una malattia cronica”, conclude Barouch. “Questi farmaci bloccano solo il meccanismo  virale della replicazione attiva e non possono combattere il virus che circola liberamente nel sangue o si nasconde nelle cellule senza replicare”.

Leggi abstracts:

Therapeutic efficacy of potent neutralizing HIV-1-specific monoclonal antibodies in SHIV-infected rhesus monkeys
Dan H. Barouch, James B. Whitney, Brian Moldt, Florian Klein, Thiago Y. Oliveira, Jinyan Liu, Kathryn E. Stephenson, Hui-Wen Chang, + al.
Nature Published online 30 October 2013

Antibody-mediated immunotherapy of macaques chronically infected with SHIV suppresses viraemia
Michael Piatak, Jeffrey D. Lifson, Dimiter Dimitrov, Michel C. Nussenzweig & Malcolm A. Martin
Nature Published online 30 October 2013

Supercharged antibodies fight HIV-related virus in monkeys – Nature News

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

AIFA: sorveglianza postmarketing vaccini 2012.

Posted by giorgiobertin su ottobre 9, 2013

Nel Rapporto viene presentata l’attività di sorveglianza post-marketing dei vaccini, condotta in Italia nel periodo 2012.

aifa

Nella prima parte sono descritti i principali eventi del 2012 con impatto sui vaccini.
Nelle parti seguenti sono presentati i risultati complessivi e per tipologia di vaccino delle analisi effettuate sui dati della Rete Nazionale di Farmacovigilanza.
Nella terza parte viene fornito un aggiornamento sulla sorveglianza attiva.
Infine, un capitolo specifico è stato dedicato all’analisi dei segnali.

Scarica e leggi il report in full text:
Rapporto sulla sorveglianza postmarketing dei vaccini in Italia – Anno 2012

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tubercolosi: nuovo vaccino sicuro ed efficace.

Posted by giorgiobertin su ottobre 7, 2013

Un nuovo vaccino per sconfiggere la tubercolosi: a metterlo a punto è stato un gruppo di ricercatori della McMaster University di Hamilton, in Canada, che grazie ad uno studio pubblicato su Science Translational Medicine ne hanno dimostrato sicurezza e capacità di stimolare la risposta immunitaria nell’uomo.

TBC

I risultati ottenuti sono molto incoraggianti: il nuovo vaccino, ottenuto modificando un virus che scatena un semplice raffreddore, è stato testato testato su 24 volontari, dimostrando di stimolare una forte risposta immunitaria nella maggior parte degli individui, soprattutto in chi è ha ricevuto già in passato il vaccino Bacille Calmette Guerin (Bcg).

Siamo i primi ad aver sviluppato un vaccino di questo tipo contro la tubercolosi”, afferma Fiona Smaill, primo autore dell’articolo. “Prima di poterlo utilizzare di routine sarà però necessario confermarne l’efficacia in studi più ampi“.

Leggi abstract:
A Human Type 5 Adenovirus–Based Tuberculosis Vaccine Induces Robust T Cell Responses in Humans Despite Preexisting Anti-Adenovirus Immunity
Fiona Smaill, Mangalakumari Jeyanathan, Marek Smieja, Maria Fe Medina, Jack Gauldie, and Zhou Xing + AL.
Sci Transl Med 2 October 2013 5:205ra134. [DOI:10.1126/scitranslmed.3006843]

Fonte ed approfondimenti: McMaster University – Canada

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prevenzione e controllo dell’influenza nei bambini 2013-2014.

Posted by giorgiobertin su settembre 4, 2013

Sono state aggiornate a cura dell’ American Academy of Pediatrics (AAP) le linee guida sulla prevenzione e controllo dell’influenza nei bambini 2013-2014.

pediatrics

Lo scopo di questo documento è quello di aggiornare pediatri e operatori sanitari sull’uso di routine del vaccino contro l’influenza stagionale e farmaci antivirali per la prevenzione e il trattamento dell’influenza nei bambini.

Scarica e leggi il documento in full text:
Policy Statement: Recommendations for Prevention and Control of Influenza in Children, 2013–2014
COMMITTEE ON INFECTIOUS DISEASES
Pediatrics peds.2013-2377; Published online September 2, 2013 (10.1542/peds.2013-2377)

Fonte: American Academy of Pediatrics

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

USA: efficace il primo vaccino contro la malaria.

Posted by giorgiobertin su agosto 11, 2013

Un prodotto sperimentale realizzato in America si è dimostrato efficace e sicuro nel proteggere gli adulti sani dall’infezione veicolata dalla zanzara anofele, carrier della malaria (portatrice del Plasmodium falciparum).

Lo studio è stato condotto dai ricercatori del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Niaid); dodici dei 15 volontari ai quali è stato iniettato un dosaggio elevato del vaccino sono risultati ‘immuni’ dalla malattia. La vaccinazione allo studio consiste nell’iniettare parassiti della malaria ‘indeboliti’ per irradiazione, direttamente nel circolo sanguigno. Entrando in contatto con l’agente infettivo indebolito, l’organismo umano ha il tempo di sintetizzare le difese immunitarie specifiche necessarie a combatterlo. La ricerca, di fase clinica I, è stata pubblicata sulla rivista Science.

vaccino-MALARIA

I ricercatori sottolineano che questo è un importante passo in avanti ma che bisogna ancora capire quanto dura l’effetto-scudo e valutare se il vaccino “PfSPZ”, sviluppato in Maryland dalla società bio-tech Sanaria, è efficace contro tutte le varianti di Palmodium falciparum.

Leggi abstract:
Protection Against Malaria by Intravenous Immunization with a Nonreplicating Sporozoite Vaccine
Judith E. Epstein, B. Kim Lee Sim, Julie E. Ledgerwood, Barney S. Graham, Stephen L. Hoffman, and the VRC 312 Study Team + AL.
Science 1241800Published online 8 August 2013 [DOI:10.1126/science.1241800]

Podcast Interview  –   Supplementary Materials

Unconventional Vaccine Shows Promise Against Malaria  –  Jocelyn Kaiser

NIH Clinical Center. Clinical trial: Experimental PfSPZ vaccine in adults without malaria. ClinicalTrials.gov Identifier: NCT01441167.

Fonte ed approfondimenti: National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID)

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

USA: un vaccino contro il diabete tipo 1.

Posted by giorgiobertin su giugno 27, 2013

Il primo vaccino terapeutico contro il diabete giovanile è stato testato su ottanta pazienti e funziona. I risultati clinici del prodotto sviluppato e testato dall’equipe di Lawrence Steinman della Stanford University School of Medicine, sono stati pubblicati sulla rivista “Science Translational Medicine“.

Il diabete di tipo 1, detto anche giovanile, colpisce circa il 3% della popolazione mondiale e non è correlato, come nel caso del diabete mellito, a stili di vita scorretti, ma a cause genetiche. Le persone che ne soffrono, infatti, subiscono la progressiva distruzione delle cellule pancreatiche che producono insulina e sono costretti ad iniezioni di questo ormone per abbassare i livelli di glucosio nel sangue.

steinman09-150 Lawrence Steinman

Il vaccino è stato testato su persone che avevano il diabete giovanile da 1-3 anni, i quali avevano ancora una funzione pancreatica residua. Il nostro è il primo potenziale vaccino contro il diabete di tipo 1 e i risultati sui primi 80 pazienti da noi ottenuti sono stati così positivi che in 12-18 mesi potrà partire una nuova sperimentazione clinica allargata a un maggior numero di pazienti“.- afferma il prof. Steinman.

I vaccini normalmente servono per stimolare il sistema immunitario ad attaccare il nemico. Invece, quello di Steinman uccide le cellule immunitarie ‘impazzite’ che danneggiano il pancreas.

Leggi abstract:
Plasmid-Encoded Proinsulin Preserves C-Peptide While Specifically Reducing Proinsulin-Specific CD8+ T Cells in Type 1 Diabetes
Bart O. Roep, Paul J. Utz, Hideki Garren,The BHT-3021 Investigators, and Lawrence Steinman
Sci Transl Med 26 June 2013 5:191ra82. [DOI:10.1126/scitranslmed.3006103]

Fonte ed approfondimenti: Stanford University School of Medicine  –  WebMD  – MedicinaLive

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

ICSI: nuove linee guida cliniche.

Posted by giorgiobertin su febbraio 1, 2013

L’ Institute for Clinical Systems Improvement (ICSI) ha rivisto e distribuito le seguenti linee guida internazionali:

icsi

Fonte: Institute for Clinical Systems Improvement

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

ECDC: linee guida sulla vaccinazione HPV.

Posted by giorgiobertin su settembre 7, 2012

L‘ECDC ha pubblicato un aggiornamento delle linee guida sulle vaccinazioni del papillomavirus umano (HPV) in Europa. L’aggiornamento segue l’introduzione di programmi di vaccinazione in 19 paesi europei e nuove prove da studi di ricerca nel corso degli ultimi quattro anni.

La guida raccomanda che le iniziative di salute pubblica dovrebbero continuare a concentrarsi sulla vaccinazione delle ragazze. La vaccinazione HPV di routine deve avere come obiettivo le ragazze di età compresa tra 10-14 prima dell’inizio dell’attività sessuale e deve essere somministrata in tre dosi entro sei mesi.

I vaccini HPV hanno un buon profilo di sicurezza e hanno dimostrato efficacia nei confronti dei precursori del cancro del collo dell’utero.

Update to ECDC 2008 Guidance on HPV Vaccination

Comunicato stampa: ECDC press release

2008 Guidance on HPV vaccination in Europe

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Verso un vaccino universale per l’influenza.

Posted by giorgiobertin su agosto 11, 2012

I ricercatori dello Scripps Research Institute di La Jolla, San Diego, e  del Crucell Vaccine Institute dei Paesi Bassi, hanno annunciato oggi l’identificazione dei primi anticorpi monoclonali umani che appaiono in grado di disabilitare tutti i virus influenzali B. La scoperta, pubblicata oggi sulla rivista Science Express, è molto importante per lo sviluppo di terapie universali e quindi di un vaccino.

  Photo Credit: Immagine concessa del laboratorio di Wilson, il Scripps Research Institute

Il “superanticorpo” si chiama CR9114 e potrebbe rivoluzionare il modo di produrre i vaccini; infatti, riesce a difendere i roditori non solo contro i sottotipi di virus B, ma anche contro diversi virus di tipo A: “Si tratta dell’unico anticorpo al mondo ad aver dimostrato queste proprietà – ha spiegato Wilson – uno degli autori. Per sviluppare un vaccino o una terapia anti-influenza veramente universale uno dei fattori chiave è essere in grado di fornire protezione contro i tipi virali A e B. In questo nuovo studio ora disponiamo di anticorpi in grado di neutralizzarli entrambi in modo esteso”.

Tre gli anticorpi, CR8033, CR8071, CR9114 che si sono legati  a un sito sullo stelo emoagglutinina ed hanno protetto i topi da dosi normalmente letali dei due principali ceppi di influenza B. CR9114 inoltre protetto i topi contro i virus dell’influenza A, compreso il sottotipo H1N1 che ha ucciso circa 17.000 persone in caso di pandemia 2009.

Leggi abstract dell’articolo:
Highly Conserved Protective Epitopes on Influenza B Viruses
Olive T. W. Li, Leo L. M. Poon, Malik Peiris, Wouter Koudstaal, Andrew B. Ward, Ian A. Wilson, Jaap Goudsmit, and Robert H. E. Friesen + al
Science Express Published online 9 August 2012

Fonti ed approfondimenti: genengnews.com  –  Crucell Press Releases   –  Science Codex  –  dailymail.co.uk

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | 1 Comment »

Nanoseta protegge i medicinali termosensibili.

Posted by giorgiobertin su luglio 10, 2012

Preservare per mesi l’attività di farmaci, compresi vaccini e antibiotici, senza doverli refrigerare, ma avvolgendoli semplicemente in nanostrutture fatte di seta liofilizzata. A mettere a punto il sistema che permetterebbe di fare a meno della catena del freddo per i medicinali termosensibili – uno dei principali problemi dell’industria farmaceutica e grande ostacolo al trattamento di alcune malattie nei paesi in via di sviluppo – è un team della Tufts University School of Engineering di Boston.

  Photo: Fiorenzo Omenetto

Attualmente si stima che circa la metà dei vaccini prodotti in tutto il mondo vada perduta proprio per problemi nel ciclo di refrigerazione. Per esempio – afferma Kaplan – il vaccino per morbillo-parotite-rosolia (Mpr), che a temperatura ambiente perde efficacia molto rapidamente, ritiene circa l’85 per cento dell’attività iniziale se viene conservato in un film di seta liofilizzata, anche dopo sei mesi di esposizione a temperature intorno ai 45 gradi centigradi”.

Leggi abstract dell’articolo:
Stabilization of vaccines and antibiotics in silk and eliminating the cold chain
Jeney Zhang, Eleanor Pritchard,Xiao Hu,Thomas Valentin,Bruce Panilaitis,Fiorenzo G. Omenetto, and David L. Kaplan
PNAS 2012 ; published ahead of print July 9, 2012

Supporting Information

Fonte ed approfondimenti: NIH.gov   –  Tufts Now

Posted in News-ricerca, Tecno Sanità | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »