Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 426 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Posts Tagged ‘tecnologia web’

Nuovo calcolatore online per predire la sopravvivenza al cancro del colon-retto.

Posted by giorgiobertin su giugno 18, 2017

Per molti pazienti affetti da cancro, dopo lo shock iniziale della loro diagnosi, il pensiero va subito alla stima di quanto tempo hanno da vivere e se alcuni trattamenti potrebbero prolungare la loro esistenza.
Ora i ricercatori dell’University of Nottingham hanno sviluppato un software online gratuito con lo scopo di aiutare le persone a prendere decisioni più consapevoli circa il trattamento e la gestione delle aspettative dopo la diagnosi di cancro al colon-retto.

La ricerca per verificare l’accuratezza del nuovo calcolatore è stata pubblicata sul “British Medical Journal (BMJ)“. E’ stato dimostrato che lo strumento può prevedere in modo affidabile i tassi di sopravvivenza assoluti per gli uomini e le donne con cancro del colon-retto.

QCancer

Il nuovo strumento esamina anche una serie di fattori di rischio del paziente tra cui, storia di fumatore, indice di massa corporea, storia familiare, altre malattie e trattamenti come l’aspirina o statine, così come altre informazioni tra cui la chirurgia o trattamenti come la chemioterapia o trattamenti personalizzati.

Il team ha utilizzato informazioni provenienti da più di 44.000 pazienti da 947 pratiche per sviluppare equazioni separate per uomini e donne di età compresa tra i 15 e i 99 anni al momento della diagnosi di cancro al colon-retto.

Accedi al calcolatore online: QCancer®-2017(colorectal, survival)

Leggi il full text dell’articolo:
Development and validation of risk prediction equations to estimate survival in patients with colorectal cancer: cohort study
Hippisley-Cox Julia, Coupland Carol.
BMJ 2017; 357 doi: https://doi.org/10.1136/bmj.j2497 (Published 15 June 2017)

Fonte: University of Nottingham

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

H-Lab: Nuovo portale per l’innovazione nel campo della salute.

Posted by giorgiobertin su giugno 18, 2017

H-lab è un nuovo portale web che nasce dalla passione di un team per l’innovazione, e dalla consapevolezza che l’innovazione nel campo della salute e delle scienze della vita sarà rivoluzionaria.

h-lab-logo

H-Lab è un progetto editoriale coraggioso dedicato all’innovazione e al percorso culturale necessario a comprenderla” – affermano i realizzatori.
All’interno si parla di dispositivi indossabili e di sensori applicati agli oggetti della vita quotidiana in grado di rilevare informazioni sulla nostra salute, attività e benessere; di farmaci innovativi e le nuove frontiere dell’ingegneria genetica applicata alle cure di malattie prima pensate incurabili; di intelligenza artificiale e computer cognitivi, che parlano, imparano e trovano soluzioni, ma anche di Health Cities perché la nostra salute dipende prima di tutto dal luogo in cui viviamo e la tecnologia si applica anche alla progettazione delle nostre città.

Accedi al portale:  H-Lab

Fonte: H-lab

Posted in News dal web, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Strumento online per estrarre le informazioni sulla tossicità dei farmaci.

Posted by giorgiobertin su giugno 3, 2017

Vi è un crescente interesse da parte dei motori di ricerca più sofisticati di far fronte alla complessità dei dati biomedici, non solo consentendo query di ricerca più mirate, ma anche facilitando l’integrazione e la costruzione di basi di conoscenze biologiche con l’analisi di insiemi di dati sperimentali.

I ricercatori del Spanish National Cancer Research CentreCNIO Structural Biology and BioComputing Programme hanno realizzato un software online LimTox che integra metodi di state-of-the-art di text mining, machine learning e tecnologie linguistiche, al fine di potenziare il motore di ricerca biomedico semantico. LimTox consente il recupero e la classificazione delle entità chimiche e biologiche, le interazioni tra di loro, la visualizzazione delle strutture chimiche dei composti identificati automaticamente nel testo, e la generazione di grafici di rete.

LimTox

Il server web LimTox può aiutare i ricercatori e medici per recuperare le associazioni di reazioni avverse utilizzando ricerche per parole chiave e le query semplici particolarmente ottimizzate per gestire le entità quali i prodotti chimici e i geni.
Lavora estraendo le informazioni dagli abstract e dai full text dei documenti dall’archivio biomedico PubMed, European Public Assessment Reports (EPAR), pubblicato dall’Agenzia europea per i medicinali (EMA), e New Drug Application (NDA) degli stati Uniti.

LimTox ha una particolare attenzione sulle reazioni avverse e tossicità dei composti chimici con enfasi al danno epatico indotto da farmaci, comprese le sostanze che causano un peggioramento della funzione epatica e epatocarcinogenesi.

Il database è gratuito e aperto a tutti gli utenti a http://limtox.bioinfo.cnio.es/ ed è stato descritto sulla rivista “Nucleic Acids Research

Accedi al database:
Limtox

LimTox: a web tool for applied text mining of adverse event and toxicity associations of compounds, drugs and genes
Andres Cañada Salvador Capella-Gutierrez Obdulia Rabal Julen Oyarzabal Alfonso Valencia Martin Krallinger
Nucleic Acids Res gkx462. DOI: https://doi.org/10.1093/nar/gkx462 Published: 22 May 2017

Fonte: Spanish National Cancer Research Centre

Posted in News-ricerca, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

AHA: Piattaforma di Medicina di Precisione per le malattie cardiovascolari.

Posted by giorgiobertin su marzo 16, 2017

L’American Heart Association in collaborazione con Amazon Web Services (AWS), ha sviluppato una piattaforma di dati globali sicuri per affrontare le malattie cardiovascolari.
Diverse organizzazioni stanno aprendo la strada verso il futuro dei dati aperti, contribuendo con le loro informazioni all’implementazione sicura della piattaforma, tra cui AstraZeneca, Cedars-Sinai Heart Institute, Dallas Heart Study, Duke Cardiovascular Research Institute, Intermountain Health, the International Stroke Genetics Consortium, the National Heart, Lung and Blood Institute (NHLBI) and Stanford University.

I ricercatori, medici, biologi computazionali, ingegneri informatici e tirocinanti provenienti da tutto il mondo possono sfruttare questa risorsa cloud-based per accedere e analizzare volumi di dati cardiovascolari e ictus per accelerare la cura dei pazienti a rischio.  AHA Precision Medicine Platform è l’unica risorsa di questo tipo focalizzata sulle malattie cardiovascolari e ictus.

Abbiamo spazzato via le barriere e diamo il benvenuto a tutti affinchè partecipino a questa piattaforma che cambia e promuove il modo di lavorare insieme, come una comunità a beneficio in ultima analisi, dei pazienti in tutto il mondo“, ha detto Jennifer Hal

Accedi alla piattaforma: https://precision.heart.org/

Fonte: American Heart Association

Posted in News dal web, News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Archiviati con successo i file del PC sul DNA.

Posted by giorgiobertin su marzo 9, 2017

Il DNA è un disco rigido creato dalla natura in grado di memorizzare, replicare e trasmettere grandi quantità di informazioni. Gli scienziati della Columbia University e del New York Genome Center hanno trovato un modo per utilizzare il DNA come un disco rigido del computer vero e proprio, la memorizzazione, replicazione e il recupero di diversi file digitali è avvenuta con successo. Nell’articolo pubblicato sulla rivista “Science“, sono riusciti a memorizzare sul dna diversi informazioni, tra cui un cortometraggio e un sistema operativo.

All of Your Data in a Drop of DNA

Il dna non si degrada nel tempo come le videocassette o i cd, e non diventerà obsoleto“, spiega il coautore dello studio Yaniv Erlich. Servendosi di un algoritmo, delle quattro basi nucleotidiche del dna (A, G, C e T) e di un codice a barre per il riassemblaggio dei file, i ricercatori con l’aiuto di una società la Twist Bioscience, specializzata nel trasformare i dati digitali in dati biologici, sono riusciti ad archiviare i dati in delle goccioline. Successivamente con una moderna tecnica di sequenziamento hanno letto i filamenti del dna e tradotto il codice genetico di nuovo in codice binario, recuperando così i file senza alcun errore ( short demo, – Capacity-approaching DNA storage).

I ricercatori sono stati in grado di memorizzare e salvare, senza alcun errore, 215 petabyte di dati su un singolo grammo di dna.”Crediamo che questo sia il dispositivo di archiviazione dati a più alta densità mai creato,” ha detto lo scienziato del computer Yaniv Erlich.

Leggi abstract dell’articolo:
DNA Fountain enables a robust and efficient storage architecture
Yaniv Erlich, Dina Zielinski, et al.
Science 03 Mar 2017: Vol. 355, Issue 6328, pp. 950-954 DOI: 10.1126/science.aaj2038

DNA Fountain enables a robust and efficient storage architecture – bioRxiv preprint first posted online Dec. 4, 2016 (full text pdf)

Fonti ed approfondimenti:
Columbia University
New York Genome Center
A Thumb Drive Made of Genes, Science Friday, Mar. 3, 2017
DNA could store all of the world’s data in one room, Science Magazine, Mar. 2, 2017
This Speck of DNA Contains a Movie, a Computer Virus, and an Amazon Gift Card, The Atlantic, Mar. 2, 2017
What’s Stored in DNA? An Old French Movie and a $50 Gift Card, Wall Street Journal, Mar. 2, 2017

Posted in News-ricerca, Tecno Sanità, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

CIViC: Database online sulle mutazioni genetiche del cancro.

Posted by giorgiobertin su gennaio 30, 2017

I ricercatori della Washington University School of Medicine di St. Louis hanno sviluppato un  “knowledge base” online destinato alla raccolta e l’organizzazione di informazioni sulla genetica del cancro. La speranza è questa “Wikipedia” della genomica del cancro aiuterà i medici a sviluppare terapie mediche di precisione per i pazienti con il cancro. Il database dovrebbe offrire la possibilità di identificare mutazioni importanti nel tumore di un paziente e potenzialmente il collegamento ad eventuali farmaci noti per correggere errori genetici.

Civic
A schematic illustrates how a shared knowledgebase can help alleviate the bottleneck caused by the sheer quantity of raw sequencing data.Credit: Image courtesy of Washington University School of Medicine

Siamo impegnati a mantenere questa risorsa aperta e disponibile a chiunque voglia contribuire o fare uso di queste preziose informazioni“, ha detto Malachia Griffith, professore di medicina. “Vorremmo che fosse un esercizio di comunità ed una risorsa pubblica. Le informazioni sono di dominio pubblico. Non ci sono restrizioni sul loro utilizzo, accademico o commerciale.

All’interno del database denominato “CIViC” sono inserite le descrizioni di rilevanza clinica di 732 mutazioni da 285 geni per 203 tipi di cancro, tutte raccolte da rivedere 1.090 pubblicazioni scientifiche e mediche.

La descrizione e le caratteristiche del database sono state pubblicate in un articolo sulla rivista “Nature Genetics“.

Leggi abstract dell’articolo:
CIViC is a community knowledgebase for expert-crowdsourcing the clinical interpretation of variants in cancer.
Griffith M*, Spies NC*, Krysiak K*, McMichael JF, Coffman AC, Danos AM, Ainscough BJ,………Wartman LD, Wilson RK, Mardis ER, Griffith OL
Nature Genetics. Jan. 30, 2017.

Accedi al database:
CIViC

CIViC: A knowledgebase for expertcrowdsourcing the clinical interpretation of variants in cancer – Slide

Posted in News-ricerca, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ama: Linee guida per uso sicuro ed efficace delle apps in sanità.

Posted by giorgiobertin su novembre 22, 2016

Sono state pubblicate dall’American Medical Association (Ama) le linee guida per promuovere un uso sicuro ed efficace delle applicazioni sanitarie per smartphones e tablet.

physicians-wire

Scarica e leggi i documenti in full text:
High-quality mHealth apps can be blended into care

Posted in News dal web, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nuovo algoritmo identifica le alterazioni del DNA coinvolte nei tumori.

Posted by giorgiobertin su settembre 23, 2016

EXCAVATOR2: questo è il nome del nuovo algoritmo capace di identificare regioni del DNA con anomalie nel numero di copie, le cosiddette “copy number variants” (CNVs), coinvolte in moltissime patologie come tumori, malattie neurodegenerative, dello sviluppo e cardiovascolari.

test-dna

L’algoritmo è stato sviluppato da un team di ricercatori dell’Istituto di Informatica e Telematica dell’Area della ricerca di Pisa del Consiglio Nazionale delle Ricerche e del Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica dell’Università degli Studi di Firenze ed è stato pubblicato sulla rivista “Nucleic Acids Research“.
Il nuovo metodo sfrutta i dati prodotti da tecnologie di sequenziamento di seconda generazione (“Next-Generation Sequencing”, NGS) con un approccio totalmente innovativo. “L’idea alla base del nostro algoritmo è stata quella di includere nell’analisi i dati che fino ad oggi erano considerati sequenze-spazzatura”, spiega Alberto Magi.

Scarica e leggi l’articolo in full text:
Enhanced copy number variants detection from whole-exome sequencing data using EXCAVATOR2
Romina D’Aurizio, Tommaso Pippucci, Lorenzo Tattini, Betti Giusti, Marco Pellegrini, and Alberto Magi
Nucl. Acids Res. first published online August 9, 2016 doi:10.1093/nar/gkw695

Fonte: Università di Firenze

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Beat2Phone: Dispositivo mobile che rileva battiti cardiaci irregolari.

Posted by giorgiobertin su settembre 17, 2016

Il VTT Technical Research Centre of Finland ha sviluppato una app mobile e un piccolo dispositivo che aiutano a prevenire infarti cerebrali in una fase iniziale, durante la fibrillazione atriale asintomatica. Il dispositivo mobile, che rileva aritmia (battito cardiaco irregolare) è stato testato con ottimi risultati per circa due anni in condizioni di vita reale, in collaborazione con l’Ospedale centrale di Turku University.

Con il dispositivo mobile sviluppato da VTT, gli utenti possono registrare il loro ECG quando aritmie o altri sintomi cardiaci si verificano. Il dispositivo è adatto anche per il monitoraggio pre e post-operatorio del cuore dei pazienti a casa; non è necessario per i pazienti recarsi ad un ospedale, perché i dati vengono inviati automaticamente da un telefono cellulare al personale medico tramite un servizio di cloud“, dice Timo Varpula uno dei ricercatori.

Beat2Phone, questo è il nome del dispositivo, misura con precisione la frequenza cardiaca e la variabilità della frequenza cardiaca dell’utente al fine di individuare non solo un battito cardiaco irregolare, ma anche il sovraccarico e lo stress prolungato. Beat2Phone è stato finora testato su circa 30 utenti, alcuni dei quali hanno anche indossato il dispositivo durante la notte.

Fonte: VTT Technical Research Centre

Approfondimenti: www.beat2phone.com

Posted in Tecno Sanità, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

HiPub: Nuovo strumento di ricerca per connettere geni, proteine, farmaci e malattie.

Posted by giorgiobertin su agosto 4, 2016

Ogni giorno, più di 3.000 nuovi abstracts sono caricati su PubMed, la principale banca dati di riferimento della letteratura biomedica. Qualsisi ricercatore ha grosse difficoltà a rimanere aggiornato sul suo campo di ricerca. Ora un nuovo strumento di ricerca messo a punto dall’AC Tan lab presso l’University of Colorado Cancer Centera e descritto sulla rivista “Bioinformatics” aiuterà i ricercatori a connettere le diverse aree di ricerca inserendo delle semplici parole.

HiPub è uno strumento gratuito, scaricabile per il  download come plugin per il browser Chrome.

HiPub

HiPub analizza tutto il testo e cerca di riconoscere tutto ciò che viene denominato gene, proteine, farmaco e malattie. Estrae tutte le informazioni e le visualizza in una rete. Soprattutto nel campo della biologia molecolare o biologia del cancro, è utile vedere tutte le connessioni  nel loro contesto biologico“, dice Aik Choon Tan uno degli autori della ricerca.

Esempio: Un ipotetico ricercatore sta leggendo un articolo che tratta dei geni KRAS e MEK, noti per influenzare lo sviluppo di alcuni tumori. Vuole sapere se questi geni hanno qualche rilevanza per la sua specialità, sono correlati a p53 [un altro gene noto per influenzare il cancro].
La query da inserire è “P53”, mentre sta leggendo l’articolo. HiPub visualizza immediatamente le connessioni tra geni, proteine, farmaci e malattie.
HiPub è un modo per utilizzare text mining per semplificare il processo di scoperta della conoscenza.

Leggi abstract dell’articolo:
HiPub: Translating PubMed and PMC Texts to Networks for Knowledge Discovery
Kyubum Lee, Wonho Shin, Byunggun Kim, Sunwon Lee, Yonghwa Choi, Sunkyu Kim, Minji Jeon, Aik Choon Tan, and Jaewoo Kang
Bioinformatics (2016) doi: 10.1093/bioinformatics/btw511 First published online: August 2, 2016

HiPub and detailed user guide are available athttp://hipub.korea.ac.kr.

Posted in Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La National Library of Medicine presenta MedPix.

Posted by giorgiobertin su maggio 28, 2016

MedPix® è un database multi-piattaforma che integra immagini e testi. Il target di riferimento primario comprende medici e infermieri, professionisti del settore sanitario, studenti di medicina e di scienze infermieristiche. Il materiale contenuto è organizzato per localizzazione della malattia (apparati), categoria della patologia, profilo dei pazienti, oltre che per classificazione e didascalia delle immagini.

Medpix

Il Medical Image Database è gratuito con oltre 53.000 immagini indicizzate, provenienti da oltre 13.000 pazienti.

Accedi al database: MedPix®

Posted in Formazione, Materiali Didattici, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un cerotto può predire l’infarto prima che arrivi.

Posted by giorgiobertin su aprile 29, 2016

Nell’epoca dei dispositivi indossabili desta grande interesse un sensore indossabile usa e getta che pesa solo 11 grammi e registra l’attività cardiaca oltre ad altre funzione vitali.

Il cerotto applicato al petto dei pazienti, ne monitora l’attività cardiaca, la frequenza, la temperatura, il movimento fisico, il ritmo della respirazione, la postura e anche eventuali cadute.


BEPATIENT BEVITAL

Il cerotto può trasmettere segni vitali allo studio del medico curante 24 ore al giorno e 7 giorni alla settimana, nonché inviare segnali di allarme, a volte con settimane di anticipo, prima che comincino i problemi seri. Una connessione bluetooth a basso consumo energetico, alimentata da una piccola batteria zinc-air della durata di circa quattro giorni, trasmette i dati a uno smartphone o un hub prima di essere memorizzato in un server cloud gestito da BePATIENT.

Il sistema è stato testato con successo su circa 100 pazienti in cinque ospedali in Europa. BeVITAL verrà utilizzato in uno studio di monitoraggio del paziente con insufficienza cardiaca post-dimissione al John Muir Medical Center di Walnut Creek e Concord, California. Valeska Schroeder, product manager di Vital Connect, spera dopo il trial di ricevere il nulla osta regolamentare a BeVITAL, in modo da lanciare il prodotto a milioni di nuovi pazienti a rischio.

Fonte: QZ.com

Posted in News-ricerca, Tecno Sanità | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

E-schoolapius: piattaforma per diventare medici a distanza.

Posted by giorgiobertin su aprile 16, 2016

E’ nata e-schoolapius, piattaforma di ‘e-learning‘ in medicina, realizzata da Scuola Superiore Sant’Anna e Università di Pisa, con l’intento di farla diventare un punto di riferimento per l’insegnamento a distanza, gratuito e pubblico, delle discipline mediche.

eschoolapius

La piattaforma potrà coinvolgere università e società scientifiche nell’accreditarsi come valido riferimento per gli studenti dai primi anni del corso di laurea in medicina fino alla preparazione del concorso per la scuola di specializzazione. Sulla piattaforma è già disponibile un primo corso, intitolato ‘I sintomi del cuore‘, che fino al 30 aprile 2016.
Gli utenti che si iscrivono al corso possono essere studenti di tutti gli anni e di tutte le Facoltà di medicina, oltre a chi si è già laureato. Il progetto è attivo su alcuni dei più diffusi social media, con numeroso materiale di carattere multimediale.

Accedi alla piattaforma: e-schoolapius

Fonte: Dire.it – Agenzia di stampa nazionale

Posted in Formazione, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Dottori.it e MedicoFacile.it: boom di prenotazioni online.

Posted by giorgiobertin su aprile 9, 2016

Dottori.it e MedicoFacile.it sono le due piattaforme italiane che hanno avuto un boom per le prenotazioni online, la media della crescita è del 46% in un anno per visite e richieste. Un salto in avanti importante, che sottolinea il ruolo sempre più decisivo di internet nella sfera della salute.

Dottori.it è il più grande network italiano di medici e professionisti sanitari, consultato ogni mese da oltre 1.000.000 di pazienti in cerca di un bravo medico a cui affidarsi.

MedicoFacile.it acquisito a ottobre 2015 da Dottori.it ha come scopo la creazione e gestione di più directories che includano medici, farmaci, ospedali, cliniche e case di cura private, farmacie e associazioni.

dottori.it   MedicoFacile

Con la fusione tra i portali Dottori.it e MedicoFacile.it – dichiara Paolo Bernini, AD di Dottori.it – anche in Italia abbiamo finalmente un operatore di dimensione europea, capace di colmare il gap esistente con gli altri Paesi: i due siti offrono un servizio socialmente importante e forniscono uno stimolo all’accelerazione della sanita’ digitale. Abbiamo obiettivi molto ambiziosi per essere sempre al fianco sia dei pazienti sia dei medici: prevediamo per i prossimi anni di continuare ad incrementare tanto il numero di specialisti prenotabili, quanto quello delle visite prenotate“.

Accedi ai portali:
http://www.dottori.it/
http://www.medicofacile.it

Posted in News dal web, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

App, legge il sudore e ci dice come stiamo.

Posted by giorgiobertin su febbraio 10, 2016

Sono stati sviluppati dei sensori (5) capaci di “leggere” il sudore: applicati su braccialetti e fasce per la fronte, misurano la temperatura corporea e analizzano le molecole chimiche emesse dalla pelle (sodio, potassio, glucosio, lattato..), inviando tutte le informazioni opportunamente rielaborate sullo smartphone per descrivere lo stato di salute della persona (video).


A sweat sensor to monitor your health

La realizzazione dei sensori è stata fatta dai ricercatori delle università di Stanford e Berkeley, la sperimentazione con successo è stata condotta su 14 volontari durante l’attività fisica. I risultati sono riportati sulla rivista “Nature“. I ricercatori sono all’opera per migliorare ulteriormente questi dispositivi rendendoli sempre più sofisticati e sempre più piccoli

Leggi abstract dell’articolo:
Fully integrated wearable sensor arrays for multiplexed in situ perspiration analysis
Wei Gao, Sam Emaminejad, Hnin Yin Yin Nyein, Samyuktha Challa, Kevin Chen, Austin Peck, Hossain M. Fahad, Hiroki Ota, Hiroshi Shiraki, Daisuke Kiriya, Der-Hsien Lien, George A. Brooks, Ronald W. Davis & Ali Javey
Nature 529, 509–514 (28 January 2016) doi:10.1038/nature16521

Fonti ed approfondimenti: University of Stanford   –  Universitiy of Berkeley

Posted in News-ricerca, Tecno Sanità, Tecnologia Web, Video | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La mappa della Pneumologia italiana.

Posted by giorgiobertin su febbraio 9, 2016

E’ stata pubblicata a cura dell’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri (AIPO), la mappa della Pneumologia italiana. Da oggi è possibile conoscere, in pochi minuti, a quali centri affidarsi per la riabilitazione respiratoria, per effettuare una broncoscopia, per trattare i disturbi respiratori del sonno, per smettere di fumare e molto altro ancora.

centripneumologiciitaliani

Il database è costituito da più di 600 Unità Operative Pneumologiche, distribuite su tutto il territorio italiano, delle quali vengono segnalati i servizi specialistici erogati nonché i nominativi dei medici che vi lavorano. Lo strumento permette di effettuare ricerche geografiche, su base regionale o su base provinciale, selezionare i centri pneumologici rispetto ai servizi specialistici erogati, nonché individuare un medico.

Accedi al portale: http://www.aiponet.it/centri-pneumologici.html

Fonte: AIPO

Posted in News-ricerca, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

FreeStyle Libre: un sensore per diabetici che controlla la glicemia.

Posted by giorgiobertin su febbraio 4, 2016

Abbott annuncia di aver ottenuto il marchio CE (Conformité Européenne) per il sistema di monitoraggio flash del glucosio FreeStyle Libre, ora indicato anche per i bambini e i ragazzi dai 4 ai 17 anni con diabete. Da oggi i giovani diabetici europei potranno eliminare la dolorosa e fastidiosa routine quotidiana delle punture sul dito. In genere le persone con diabete devono controllare quotidianamente il loro stato di salute, pungendosi periodicamente le dita per controllare il livello di glucosio e poter raggiungere un buon controllo della glicemia, anche mediante opportune modifiche della dieta e della posologia dell’insulina.

Il sistema di monitoraggio FLASH del glucosio FreeStyle Libre di Abbott, disponibile in diversi Paesi europei: Italia, Austria, Francia, Germania, Paesi Bassi, Svezia, Spagna e Regno Unito. La lettura del livello di glucosio viene effettuata grazie al sensore che si applica sulla parte posteriore del braccio. Il sensore elimina la necessità delle periodiche punture sul dito ed è progettato per rimanere applicato al corpo fino a 14 giorni. Non è necessaria alcuna calibrazione, una differenza sostanziale rispetto agli attuali sistemi di monitoraggio continuo della glicemia.

Il piccolo sensore misura e memorizza continuamente i valori, giorno e notte. E comodo. puoi nuotare, fare la doccia o fare ginnastica: il sistema è progettato per resistere all’acqua e per essere indossato durante il bagno, la doccia, il nuoto o lʼesercizio fisico.

Per maggiori informazioni su FreeStyle Libre è possibile consultare il sito www.freestylelibre.it.

Comunicato stampa Abbott

Posted in News dal web, Tecno Sanità | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

PINHUB: Network Nazionale per la Terapia del Dolore.

Posted by giorgiobertin su gennaio 20, 2016

Si chiama PINHUB (Pain Interregional Network HUB) la prima rete nazionale di terapia del dolore che unisce in un “network del dolore” i Centri HUB da tutta Italia, dalla Lombardia alla Calabria, passando per Toscana, Lazio, Campania, e fino alla Sardegna.

PINHUB, come si rileva dal portale non è e non vuole essere una Società Scientifica ma un network che condivide l’interesse per la Ricerca clinica e di base sulla malattia del dolore, attraverso la condivisione dei dati. Questo, unitamente ad una programmazione per la definizione di PDTA (Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali) a stretto contatto con i Medici di Medicina Generale, che fanno riferimento a ciascun Centro HUB, per la corretta e completa applicazione della Legge 38/2010 (“Disposizioni per garantire l’accesso alle cure palliative ed alla terapia del dolore“).

Accedi al portale: Pinhub.it

PINHUB – il Progetto

Il futuro delle reti di terapia del dolore: parla Guido Fanelli, Direttore Scientifico di PINHUB (video)

Posted in News dal web, News-ricerca, Tecnologia Web, Video | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova App per prevedere il rischio di parto pretermine.

Posted by giorgiobertin su gennaio 19, 2016

Una nuova applicazione chiamata QUiPP potrebbe aiutare i medici a individuare meglio le donne a rischio di parto prematuro. L’applicazione, sviluppata presso il King College di Londra, è stata testata in due studi su donne ad alto rischio monitorate in cliniche prenatali.

Quipp

Nel primo studio, pubblicato sulla rivista “Ultrasound in Obstetrics & Gynecology“, i ricercatori hanno raccolto i dati di 1.249 donne ad alto rischio di parto pre-termine che frequentano le cliniche di sorveglianza pre-termine ed hanno calcolato per ciascun paziente, attraverso l’analisi dei dati un test predittivo per l’effettivo verificarsi del parto pretermine. Il modello è stato validato con successo anche da un secondo studio, sempre pubblicato sulla rivista “Ultrasound in Obstetrics & Gynecology” che ha coinvolto 382 donne ad alto rischio.

L’applicazione sviluppata utilizza un algoritmo che combina la gestazione di gravidanze precedenti e la lunghezza della cervice con livelli di fibronectina fetale per classificare il rischio di una donna di avere un parto prematuro (i livelli del biomarker fibronectina nel fluido vaginale sono testati dopo le 23 settimane).

Development and validation of a predictive tool for spontaneous preterm birth incorporating cervical length and quantitative fetal fibronectin in asymptomatic high-risk women” by Kuhrt et al is published in the journal Ultrasound in Obstetrics & Gynecology in January 2016 (DOI: 10.1002/uog.14865)

Development and validation of a predictive tool for spontaneous preterm birth, incorporating quantitative fetal fibronectin, in symptomatic women” by Kuhrt et al is published in the journal Ultrasound in Obstetrics & Gynecology in February 2016 (DOI: 10.1002/uog.14894)

Scarica la app free da App Store:

AppStore

Posted in News dal web, News-ricerca, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Le leggi della natura prevedono l’evoluzione dei tumori.

Posted by giorgiobertin su gennaio 19, 2016

Un gruppo di ricercatori della Queen Mary University of London, dell’University College e dell’Institute of Cancer Research, analizzando i dati genetici relativi a 904 tumori di 14 tipi differenti provenienti da diverse coorti di pazienti per identificare i tassi di accumulo delle mutazioni, hanno scoperto che molti tumori si evolvono secondo particolari modelli di sviluppo che possono essere previsti sulla base delle stesse equazioni che presiedono a molti altri fenomeni naturali (esempio movimento dei corpi celesti).


Natural mathematical model “could help predict cancer growth”

Lo studio pubblicato su “Nature Genetics” è riuscito a descrivere l’accumulazione e la diffusione delle mutazioni genetiche in numerosi tipi di cancro, in particolare di quelli dell’intestino, dello stomaco e di alcuni tipi di cancro del polmone. Gli scienziati dimostrano che queste mutazioni in un cancro possono essere altamente ordinate e seguire leggi naturali e che, quindi, sono teoricamente prevedibile (video).
Questa prevedibilità implica che dalla grande quantità di dati genetici ricavati con le biopsie si potrebbe dedurre matematicamente – per ora in linea di principio – come si svilupperà un certo cancro nel corso del tempo, ossia se le mutazioni che emergeranno lo trasformeranno in una malattia più aggressiva, e quali sono i farmaci più adatti.

Leggi abstract dell’articolo:
Identification of neutral tumor evolution across cancer types
Marc J Williams, Benjamin Werner, Chris P Barnes, Trevor A Graham & Andrea Sottoriva
Nature Genetics (2016) doi:10.1038/ng.3489 – Published online 18 January 2016

Fonti: Institute of Cancer Research – LeScienze.it
Natural mathematical model ‘could help predict cancer growth’ – video Youtube

Posted in News-ricerca, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il futuro delle informazioni sui farmaci: PDR mobile app.

Posted by giorgiobertin su gennaio 19, 2016

Il Physicians ‘Desk Reference® (PDR) è una risorsa vitale per le informazioni sui farmaci. Ora La piattaforma PDR si è dotata di una versione mobile (mobile PDR) progettata per fornire agli operatori sanitari tutte le informazioni sui farmaci direttamente sul cellulare in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo.

mobilePDR PDR_image  Drug_comparison

Le informazioni sono accessibili dalla schermata principale dell’app,  basta inserire il nome di un farmaco, o la classe farmacologica.  E’ possibile selezionare più farmaci e confrontare le loro caratteristiche  per determinare le migliori opzioni terapeutiche per i pazienti. Scorrendo da sinistra a destra si trovano: il dosaggio, le indicazioni, gli effetti collaterali, e altre informazioni chiave.

Scarica le apps:

AppStore    GooglePlay

Fonte ed approfondimenti: http://www.pdr.net/

Posted in News dal web, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

New York Public Library: immagini e documenti free.

Posted by giorgiobertin su gennaio 9, 2016

La New York Public Library rende ora possibile scaricare gratuitamente oltre 180 mila documenti tra mappe, manifesti, manoscritti, spartiti, disegni, fotografie, lettere, testi antichi messo a disposizione del pubblico in versione digitale.
Tutti gli elementi sono ad alta risoluzione disponibili direttamente dal sito Digital Collections.


The New York Public Library just uploaded nearly 200,000 images you can use for free

Un tesoro di immagini e documenti che è possibile condividere, scaricare, stampare senza nessun permesso e nessuna restrizione sull’uso. La visualizzazione di tutti i materiali è possibile ordinarla per data, genere, raccolta e anche colore.

Accedi alla collezione: sito Digital Collections
Fonte: New York Public Library

Explore what’s in the public domain with our visualization tool.

Posted in Attualità, Materiali Didattici | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

iECM: Piattaforma di formazione ECM.

Posted by giorgiobertin su dicembre 14, 2015

iEcm è una nuova piattaforma di formazione rivolta a tutti gli operatori del sistema sanitario iscritti alla community Welfarelink, caratterizzata dalla possibilità di seguire corsi in formato testuale oppure videocorsi accedendo al sito da qualsiasi tipo di dispositivo.

iEcm_corsi

I corsi proposti sono suddivisi in diversi format di formazione e realizzati in collaborazione con grandi brand dell’informazione medico-scientifica nazionali ed internazionali quali Quotidiano Sanità, Popular Science e Duodecim Medical Pubblication.

I format dei corsi:
WhatsUp: Brevi corsi monografici.
Popular Trends in …: Corsi basati sulla raccolta ragionata degli abstract degli ultimi 20-25 studi pubblicati in letteratura su uno specifico argomento,
Clinical Game: Un vero e proprio caso clinico rappresentato dalla storia di un paziente e dal suo iter diagnostico terapeutico;
Ecm-Book: E-book monografici realizzati sulla base delle linee guida e delle evidenze EBM:
Master Ecm (video): La classica lezione magistrale in cui un clinico presenta lo stato dell’arte su una patologia attraverso una lezione frontale con slide.
ECM Magazine: Un corso realizzato come un vero e proprio magazine.

Accedi alla piattaforma: http://www.iecm.it

Fonte: Infermieriattivi.it

Posted in Formazione, News dal web | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Open Access Theses and Dissertations.

Posted by giorgiobertin su dicembre 8, 2015

Segnaliamo la banca dati “Open Access Theses and Dissertations” (OATD) per la ricerca ad accesso aperto di tesi di laurea e dissertazioni pubblicate in tutto il mondo.
I documenti provengono da oltre 1100 istituzioni, università e istituti di ricerca. OATD attualmente indicizza 2,999,343 tesi e dissertazioni.

OATD

Accedi al Database: Open Access Theses and Dissertations

Posted in Formazione, Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

PSODisk: Una app per persone con psoriasi.

Posted by giorgiobertin su ottobre 10, 2015

Nasce la prima App per le persone con psoriasi che misura l’impatto globale della malattia. Uno strumento innovativo, sviluppato da AbbVie Italia.
PSODisk, offre l’opportunità di rappresentare in modo oggettivo e condividere con il proprio medico le principali dimensioni della psoriasi, tra cui dolore, vergogna, lavoro e sessualità.

Psodisk

PSOdisk – disponibile gratuitamente su App Store e Google Play per tablet e smartphone iOS e Android – è stato validato nel corso di uno studio scientifico italiano condotto su un’ampia popolazione di persone con psoriasi presso 21 centri di cura distribuiti su tutto il territorio nazionale.
I risultati sono stati pubblicati sul “Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology” che lo ha definito uno strumento utile e affidabile che fornisce importanti informazioni sul carico globale della malattia e che contribuisce a rafforzare la comunicazione medico-paziente.

Results of the validation study of the Psodisk instrument, and determination of the cut-off scores for varying degrees of impairment
Sampogna F, Linder D, Romano GV, Gualberti G, Merolla R, di Luzio Paparatti U. –
J Eur Acad Dermatol Venereol. 2014 Sep 17. doi: 10.1111/jdv.12668.

La App PSODisk è scaricabile gratuitamente dai seguenti link:

iOS: https://itunes.apple.com/it/app/psodisk/id966462945?mt=8

Android: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.abbvie.psodisk

http://www.psodisk.it/

Posted in Tecnologia Web | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »