Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 472 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Archive for 23 ottobre 2018

Cancro al pancreas: un composto di alberi cinesi distrugge i tumori.

Posted by giorgiobertin su ottobre 23, 2018

Un nuovo studio, pubblicato sul “Journal of Experimental & Clinical Cancer Research“, rileva che un analogo sintetico di un composto trovato in un albero cinese raro può essere utilizzato per combattere il cancro pancreatico resistente al trattamento.

Gli scienziati del Department of Pharmacology & Therapeutics, Roswell Park Comprehensive Cancer Center,Buffalo, New York, hanno scoperto che un derivato della camptotecina – che è un composto di corteccia di un albero cinese le cui proprietà antitumorali sono state scoperte oltre mezzo secolo fa – può efficacemente uccidere i tumori del pancreas.

camptotheca_acuminata

In questo studio, il prof. Fengzhi Li e il suo team hanno testato il farmaco antitumorale FL118 ed hanno scoperto che il composto distruggeva le cellule cancerose resistenti ai farmaci e impediva la diffusione dei tumori distruggendo le cellule staminali cancerose. Nel complesso, il farmaco è stato ben tollerato e non ha attivato nessuno dei segni di tossicità che altri farmaci irinotecan e topotecan attualmente utilizzati producono.

Il nostro studio fornisce un forte supporto per lo sviluppo di terapie basate sul FL118 per il cancro del pancreas, specialmente nei pazienti che sono resistenti al trattamento attuale.” – afferma il prof. Xinjiang Wang.
I ricercatori hanno in programma di sviluppare uno studio clinico allargato basato su questi risultati.

Scarica e leggi il documento in full text:
An ABCG2 non-substrate anticancer agent FL118 targets drug-resistant cancer stem-like cells and overcomes treatment resistance of human pancreatic cancer
Xiang Ling, Wenjie Wu, Chuandong Fan, Chao Xu, Jianqun Liao, Laurie J. Rich, Ruea-Yea Huang, Elizabeth A. Repasky, Xinjiang Wang and Fengzhi Li
Journal of Experimental & Clinical Cancer Research 2018 37:240 Published on: 3 October 2018

Fonte: Department of Pharmacology & Therapeutics, Roswell Park Comprehensive Cancer Center,Buffalo, New York

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chemioterapia e Immunoterapia contro il cancro al seno.

Posted by giorgiobertin su ottobre 23, 2018

Una sperimentazione clinica condotta dai ricercatori della Queen Mary University di Londra e del St Bartholomew’s Hospital, entrambi a Londra, nel Regno Unito, potrebbe cambiare il volto della terapia per una forma molto aggressiva del cancro al seno: tripla-negativa.
Una combinazione di chemioterapia e immunoterapia aumenta i tassi di sopravvivenza, secondo i risultati pubblicati sulla rivista “New England Journal of Medicine” dagli scienziati.


First immunotherapy success for triple-negative breast cancer – Pubblished 21 oct 2018 – Pubblished 21 oct 2018

“Il carcinoma mammario triplo negativo è una forma aggressiva di cancro al seno, abbiamo cercato disperatamente opzioni terapeutiche migliori”, afferma il prof. Peter Schmid. “Siamo entusiasti che utilizzando una combinazione di immunoterapia e chemioterapia siamo in grado di estendere significativamente le vite rispetto al trattamento standard della sola chemioterapia”.
Più specificamente, sono stati usati Atezolizumab, un anticorpo monoclonale (farmaco immunoterapico) e l’agente chemioterapico Nab-paclitaxel.
Questa potente combinazione è in grado di estendere la sopravvivenza di una persona fino a 10 mesi, riducendo il rischio di morte o di progressione della malattia fino al 40%.

La chemioterapia permette di strappare il “mantello immunoprotettivo” del tumore, ed esporlo al sistema immunitario della persona per combatterlo. Lo studio clinico ha dimostrato che l’immunoterapia, se erogata insieme alla chemioterapia, può aumentare la sopravvivenza e fermare la crescita del tumore.

Leggi abstract dell’articolo:
Atezolizumab and Nab-Paclitaxel in Advanced Triple-Negative Breast Cancer
Peter Schmid, M.D., Ph.D., Sylvia Adams, M.D., Hope S. Rugo, M.D., Andreas Schneeweiss, M.D., Carlos H. Barrios, M.D., Hiroji Iwata, M.D., Ph.D., Véronique Diéras, M.D., Roberto Hegg, …. et al.
NEJM October 20, 2018 DOI: 10.1056/NEJMoa1809615

A video explaining the research can be found on Dropbox here: http://bit.ly/2yJkOmE

Fonte: Queen Mary University of London

Posted in News-ricerca, Video | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »