Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 468 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Archive for 15 ottobre 2018

ASTRO/ASCO/AUA: Linee Guida per il cancro alla prostata in stadio iniziale.

Posted by giorgiobertin su ottobre 15, 2018

Tre società americane American Society for Radiation Oncology (ASTRO), American Society of Clinical Oncology (ASCO) e American Urological Association (AUA), hanno pubblicato delle linea guida cliniche per i medici che trattano uomini con carcinoma prostatico in fase iniziale utilizzando la radioterapia a fascio esterno (EBRT).

Le linee guida sono state pubblicate contemporaneamente su tre riviste: Practical Radiation OncologyJournal of Clinical Oncology e The Journal of Urology.

ASCO

La radioterapia a raggio esterno è un’opzione di trattamento definitivo standard che conferisce esiti equivalenti alla prostatectomia radicale per gli uomini con carcinoma prostatico localizzato.

Quando l’EBRT è ipofrazionato, i pazienti ricevono dosi di radiazioni più ampie in un numero inferiore di sessioni di trattamento, in genere completando il trattamento in 4-5 settimane, rispetto alle otto-nove settimane per le radiazioni convenzionali.

Scarica e leggi il documento in full text:
Hypofractionated Radiation Therapy for Localized Prostate Cancer: An ASTRO, ASCO, and AUA Evidence-Based Guideline
Scott C. Morgan, Karen Hoffman, D. Andrew Loblaw, Mark K. Buyyounouski, Caroline Patton, Daniel Barocas,…
Journal of Clinical Oncology – published online before print October 11, 2018 DOI: 10.1200/JCO.18.01097

Fonte: American Society for Radiation Oncology (ASTRO)

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

ESGO: Linee guida sul Carcinoma Della Cervice Uterina.

Posted by giorgiobertin su ottobre 15, 2018

La Società Europea di Ginecologia Oncologica (ESGO), la Società Europea di Radioterapia ed Oncologia (ESTRO) e la Società Europea di Patologia (ESP) hanno sviluppato in collaborazione linee guida clinicamente rilevanti e basate sulla evidenza scientifica riguardanti complessivamente la stadiazione, la gestione ed il follow-up delle pazienti affette da carcinoma della cervice uterina.
Sono anche stati definiti i principi di radioterapia e di valutazione patologica.

ESGO-guidelines

Queste linee guida non includono la gestione del carcinoma neuroendocrino, dei sarcomi e degli altri sottotipi istologici rari. Inoltre, esse non includono nessuna analisi economica delle strategie.

Scarica e leggi il documento in full text:
Carcinoma Della Cervice Uterina.
Cibula, D., Pötter, R., Chiva, L., Planchamp, F., Avall-Lundqvist, E., Cibula, D., … Raspollini, M., R
International Journal of Gynecological Cancer, 28(4), 641–655. DOI: 10.1097/IGC.0000000000001216

Fonte: ESGO

Altre linee guida ESGO:
Carcinoma Vulvare Linee Guida

Cancro Dell’endometrio Linee Guida

Carcinoma Ovarico Linee Guida

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Legame tra microbioma e sclerosi multipla.

Posted by giorgiobertin su ottobre 15, 2018

Un enzima prodotto da batteri che vivono nell’intestino umano è in grado di scatenare una risposta autoimmune. Ad affermarlo uno studio in vitro su linfociti T prelevati da soggetti affetti da sclerosi multipla, una malattia neurodegenerativa causata da un’aggressione del sistema immunitario verso il sistema nervoso centrale.

La sclerosi multipla è una malattia degenerativa del sistema nervoso centrale causata da una predisposizione genetica e da uno o più fattori ambientali scatenanti. Tra questi ultimi, secondo alcune ipotesi potrebbero esserci molecole prodotte da organismi patogeni o anche da batteri presenti naturalmente nel nostro intestino.

STM462.cover

In uno studio pubblicato su “Science Translational Medicine”, il team del prof. Raquel Planas, ha identificato, in pazienti affetti da sclerosi multipla, un enzima che scatena la risposta autoimmune dei linfociti T.

Dalle analisi condotte in vitro su linfociti T prelevati da pazienti con sclerosi multipla è risultato che le cellule del sistema immunitario reagivano alla presenza di un enzima denominato GDP-L-fucosio sintasi; enzima prodotto da batteri presenti nel microbioma intestinale.

L’identificazione di questi meccanismi di reattività è un grande passo verso il chiarimento dell’immunopatologia della sclerosi multipla, anche se occorreranno ulteriori studi per determinare il significato biologico della specifica risposta immunitaria dei linfociti T CD4+ alla GDP-L-fucosio sintasi“, afferma il prof. Joseph Sabatino in un commento allo studio.

Leggi abstract dell’articolo:
GDP-l-fucose synthase is a CD4+ T cell–specific autoantigen in DRB3*02:02 patients with multiple sclerosis
BY RAQUEL PLANAS, RADLEIGH SANTOS, et al.
Science Translational Medicine 10 Oct 2018: Vol. 10, Issue 462, eaat4301 DOI: 10.1126/scitranslmed.aat4301

T cells take aim at a ubiquitous autoantigen in multiple sclerosis
Joseph J. Sabatino Jr. and Scott S. Zamvil
Science Translational Medicine 10 Oct 2018: Vol. 10, Issue 462, eaau8826 DOI: 10.1126/scitranslmed.aau8826

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »