Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 463 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento
  • Annunci

Artrosi: un nuovo composto può fermare la malattia.

Posted by giorgiobertin su ottobre 10, 2018

Una nuova ricerca, pubblicata sulla rivista “Annals of the Rheumatic Diseases“, a cura dei ricercatori dell’University Health Network di Toronto, in Canada, dimostra che un innovativo agente bloccante può fermare la degenerazione della cartilagine quando viene iniettato nelle articolazioni.

Il team ha scoperto che una molecola chiamata microRNA-181a-5p ha un ruolo “critico” nella distruzione delle articolazioni. Nello studio, il team ha voleva vedere se un agente bloccante può contrastare questa molecola dannosa. I ricercatori hanno testato il potenziale terapeutico dei cosiddetti oligonucleotidi acidi nucleici bloccati (LNA-ASO) nei ratti, roditori, colture cellulari e campioni di tessuto da persone con osteoartrosi del ginocchio e della colonna vertebrale.

osteoarthritis-knee

Per la prima prova abbiamo dimostrato che l’iniezione intra-articolare di LNA-miR-181a-5p ASO è in grado (in vivo) di attenuare la degenerazione della cartilagine nei modelli preclinici di artrosi del ginocchio“. – afferma il prof. Akihiro Nakamura. “Il blocco che abbiamo testato è una modifica della malattia. E’ possibile prevenire la distruzione articolare sia al ginocchio che alla colonna vertebrale.

Presto, il team prevede di avviare studi sulla sicurezza e studi clinici sull’uomo. “Se siamo in grado di sviluppare un’iniezione sicura ed efficace per i pazienti, questa scoperta potrebbe essere un punto di svolta” – concludono i ricercatori.

Scarica e leggi il documento in full text:
microRNA-181a-5p antisense oligonucleotides attenuate osteoarthritis in facet and knee joints
Nakamura A, Rampersaud YR, Nakamura S, et al.
Annals of the Rheumatic Diseases Published Online First: 04 October 2018. doi: 10.1136/annrheumdis-2018-213629

Fonte: University Health Network di Toronto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: