Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 459 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento
  • Annunci

Archive for 5 maggio 2018

Cancro: scoperta proteina responsabile della stabilità genetica.

Posted by giorgiobertin su maggio 5, 2018

Tutte le nostre cellule contengono materiale genetico, il DNA, che controlla l’attività delle cellule. Se il materiale genetico è danneggiato, possono svilupparsi cellule tumorali. Pertanto, molte proteine ​​ed enzimi sono responsabili della stabilizzazione e della protezione del nostro DNA da danni permanenti e mutazioni.

I ricercatori dell’ University of Copenhagen The Faculty of Health and Medical Sciences, hanno scoperto e caratterizzato una nuova proteina chiamata ZUFSP. Questa proteina svolge un ruolo chiave nel garantire che il nostro materiale genetico rimanga stabile.

ZUFSP

La proteina ZUFSP non era stata caratterizzata prima, ma sembrava contenere alcune sequenze che spesso si trovano nelle proteine ​​coinvolte in quella che viene chiamata risposta al danno del DNA“. – afferma il prof. Niels Mailand. “ Se rimuoviamo ZUFSP, le cellule diventano geneticamente instabili”.

La stabilità genetica svolge un ruolo principale in vari aspetti della salute umana. Sebbene l’esempio più ovvio di una malattia causata dall’instabilità genetica sia il cancro, essa svolge anche un ruolo nella neurodegenerazione, nell’immunodeficienza, nella sterilità e nell’invecchiamento troppo precoce.
Anche se molte domande hanno ancora bisogno di risposta, la scoperta di ZUFSP è significativa. “Questa è una scoperta molto semplice. In questo momento sappiamo cos’è ZUFSP e cosa può fare. Ora dobbiamo cercare di capire cosa sta accadendo a livello molecolare e la sua possibile rilevanza biologica per la patogenesi“, afferma il professor Niels Mailand.

Leggi abstract dell’articolo:
ZUFSP Deubiquitylates K63-Linked Polyubiquitin Chains to Promote Genome Stability.
Peter Haahr, Nikoline Borgermann, Xiaohu Guo, Dimitris Typas, Divya Achuthankutty, Saskia Hoffmann, Robert Shearer, Titia K. Sixma, Niels Mailand.
Molecular Cell, 2018; 70 (1): 165 DOI: 10.1016/j.molcel.2018.02.024

Annunci

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »