Medicina in Biblioteca

Weblog di news mediche

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Unisciti ad altri 462 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

La chemioterapia potrebbe favorire le staminali del cancro.

Posted by giorgiobertin su dicembre 26, 2017

Alcuni tumori sono difficili da combattere, anche con i farmaci di ultima generazione. Una nuova ricerca condotta dagli scienziati  tedeschi del Dipartimento di Ematologia, Oncologia e Immunologia del tumore presso il Charité-University Medical Center e il Max-Delbrück-Center for Molecular Medicine, entrambi a Berlino, Germania, getta luce su come la chemioterapia fornisce un rifugio sicuro per le cellule tumorali, aumentando la recidiva del cancro e la crescita nel lungo periodo.

senescence

La senescenza, scoperta più di 50 anni fa, si pensa sia uno stato di arresto irreversibile della crescita cellulare. Ciò significa che le cellule rimangono dove sono ma non crescono ulteriormente. La senescenza delle cellule cancerose indotta dalla chemioterapia, le pone in uno stato assimilabile al sonno prolungato, in quanto le cellule sono vive ma non si dividono.
Le cellule senescenti hanno perso la capacità di subire la divisione cellulare in modo permanente, sebbene possano essere metabolicamente pienamente attive“, scrive il professor Schosserer coordinatore dello studio. “Questo certamente protegge le persone dalla metastasi di un cancro primario da un’ulteriore crescita cancerosa“.

Ci sono molte prove che le cellule del cancro senescente possono secernere molecole che causano l’ infiammazione e promuovere un ambiente ricco di ricrescita per il cancro. In particolare la senescenza potrebbe fornire un terreno fertile per le cellule staminali del cancro, lasciando aperta la via alla crescita e alla diffusione dei tumori.

In questo nuovo studio, pubblicato sulla rivista “Nature” i ricercatori hanno ora fatto una scoperta sorprendente: la senescenza non solo aiuta le cellule tumorali a evitare la morte, ma le trasforma in cellule staminali tumorali.
Negli esperimenti, quando le cellule di linfoma sono state trattate con farmaci per indurre la senescenza, hanno smesso di dividersi, come previsto. Ma hanno anche iniziato a somigliare alle cellule staminali. Nello specifico, le cellule hanno iniziato a esprimere geni – come p21 e p53 – che sono vitali per il mantenimento delle funzioni delle cellule staminali.

La ragione per cui la staminatura è un grosso problema nel cancro è che le cellule staminali tumorali guidano la ricorrenza e la diffusione, o metastasi, dei tumori.
In un prossimo trials affronteremo il ruolo della riprogrammazione associata alla senescenza nei nostri pazienti affetti da linfoma e cercheremo di sfruttare una strategia di trattamento specifica contro di essa” afferma il Prof. Clemens A. Schmitt.

Leggi asbtract dell’articolo:
Senescence-associated reprogramming promotes cancer stemness
Maja Milanovic, Dorothy N. Y. Fan[…]Clemens A. Schmitt
Nature Published online: 20 December 2017 doi:10.1038/nature25167

Approfondimenti:
The Dual Role of Cellular Senescence in Developing Tumors and Their Response to Cancer Therapy
Markus Schosserer, Johannes Grillari and Michael Breitenbach
Front. Oncol., 23 November 2017 | https://doi.org/10.3389/fonc.2017.00278

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: