Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 467 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento
  • Annunci

Archive for 26 settembre 2017

Paziente in stato vegetativo risponde alla terapia.

Posted by giorgiobertin su settembre 26, 2017

Un uomo di 35 anni in Francia ha riacquistato un certo grado di coscienza dopo essere stato in stato vegetativo per 15 anni. I medici hanno trattato il paziente, ferito in un incidente d’auto, con una terapia sperimentale che ha coinvolto la stimolazione del nervo vago (post-vagus nerve stimulation (VNS)). Dopo un mese, è riuscito a rispondere a semplici istruzioni, girando la testa e seguendo un oggetto con gli occhi. Si sono registrati cambiamenti dell’attività cerebrale con la straordinaria formazione a vari livelli di nuove connessioni neurali.

vegetative-state
The scan shows the man’s brain activity before (L) and after (R) the treatment – Brain scanImage copyright CORAZZOL ET AL.

I ricercatori dell’Istituto di Scienze Cognitive di Lione guidati dalla dott.ssa Angela Sirigu dicono che i risultati sono potenzialmente molto emozionanti, ma hanno bisogno di essere ripetuti. La dott.ssa Sirigu si dice fiduciosa che la tecnica potrà funzionare anche sugli altri pazienti in uno stato simile.

La tecnica utilizzata è stata descritta sulla rivista “Current Biology“, e rivela come sia possibile intervenire anche dopo 10 anni di stato vegetativo, quando si sono ormai perse le speranze che il paziente possa risvegliarsi. La tecnica utilizzata non è in realtà nuova ma già in uso clinico per il trattamento di altre patologie, tra cui l’epilessia.

Il nervo vago o vagus si connette direttamente o indirettamente a diverse aree del cervello, tra cui il talamo, l’amigdala, che regola le emozioni, e l’ippocampo, che è coinvolto nella memoria e i ricordi. Il nervo vago stimola anche il locus coeruleus, che è la regione del cervello che controlla il rilascio di sostanze chimiche cerebrali coinvolte nell’emotività e nella vigilanza.

Leggi abstract dell’articolo:
Restoring consciousness with vagus nerve stimulation
Martina Corazzol, Guillaume Lio, Arthur Lefevre, Gianluca Deiana, Laurence Tell, Nathalie André-Obadia, Pierre Bourdillon, Marc Guenot, Michel Desmurget, Jacques Luauté, Angela Sirigu
Current Biology Volume 27, Issue 18, pR994–R996, 25 September 2017 – DOI: http://dx.doi.org/10.1016/j.cub.2017.07.060

Annunci

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

USA: Linee guida sullo screening del cancro al collo dell’utero.

Posted by giorgiobertin su settembre 26, 2017

L’ U.S. Preventive Services Task Force (USPSTF) ha pubblicato in aggiornamento le raccomandazioni per lo screening del cancro al collo dell’utero. Il documento in formato provvisorio ed è possibile commentarlo entro il 9 ottobre 2017.

cervical cancer

Il documento propone che le donne fino ai trent’anni siano sottoposte a screening triennale per il cancro del collo dell’utero con la sola citologia cervicale, e che le donne di età compresa tra i 30 e i 65 anni siano sottoposte a screening con citologia cervicale ogni tre anni oppure siano sottoposte ogni cinque anni a un test per il DNA del papilloma virus umano ad alto rischio (HPV-DNA).

Queste raccomandazioni non si applicano alle donne che hanno un sistema immunitario compromesso (ad esempio, le donne che vivono con l’HIV). Le donne che hanno avuto un’isterectomia con la rimozione della cervice e non hanno una storia di lesioni precancerose di alto grado o cancro cervicale non sono a rischio per il cancro cervicale e non devono essere sottoposti a screening.

Leggi il documento in full text:
Cervical Cancer: Screening – Draft Recommendation Statement
U.S. Preventive Services Task Force September 2017.

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »