Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 435 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Ipossia e metastasi del cancro.

Posted by giorgiobertin su maggio 12, 2017

Le concentrazioni di ossigeno sono importanti in molti tumori perchè aumentano la loro propensione alla metastasi ad altri tessuti. Ricercatori della Ludwig-Maximilians-Universitaet (LMU) di Monaco guidati dal Professor Heiko Hermeking hanno ora scoperto il meccanismo molecolare che collega i due fenomeni.
Molti tumori in crescita attiva hanno una scarsa irrorazione sanguigna, questo limita la concentrazione di ossigeno disponibile all’interno del tumore, una condizione nota come ipossia. La mancanza di ossigeno spiega in parte il fatto che tali tumori solidi sono resistenti alle radiazioni e alla chemioterapia, e promuovono anche la formazione di tumori satellitari in altri tessuti.

Come riportato nel lavoro pubblicato sulla rivista “Gastroenterology” i risultati rivelano come l’ipossia porta alla inibizione della sintesi di una breve molecola di RNA che sopprime normalmente la tumorigenesi.

Hermeking_535
Carcinoma del colon scarsamente fornito di ossigeno. Le cellule tumorali infiltranti mostrano notevolmente aumentata l’espressione di PPP1R11 (rosso). Immagine: Dipartimento di Patologia, Università di Monaco di Baviera.

I tumori possono svilupparsi solo se i circuiti biochimici che controllano la proliferazione e il comportamento delle cellule vengono inattivati.
Questi meccanismi di sicurezza e controllo sono mediati da cosiddette proteine ​​oncosoppressori, uno dei quali è nota come p53. P53 codifica gene viene inattivato in oltre la metà di tutti i tumori. Inoltre p53 induce la trascrizione di un RNA corto – denominato microRNA-34a (miR-34a) – che svolge un ruolo centrale nella soppressione del tumore.

Il gene per miR-34a è molto frequentemente inattivato nei tumori metastastatici, che sono spesso caratterizzati da una carenza relativa di ossigeno“, spiega Hermeking. “Abbiamo trovato che le cellule tumorali innescano la sintesi di ipossia-inducibile fattore 1a (HIF1a), una proteina che reprime direttamente la trascrizione di miR-34a”.

Queste nuove scoperte hanno anche implicazioni terapeutiche; le metastasi potrebbero essere trattate con farmaci che consentono la riattivazione dell’espressione di miR-34a. Per esempio, la reintroduzione di miR-34a nelle cellule tumorali attiva anche il sistema immunitario del paziente per attaccare il tumore.

Leggi abstract dell’articolo:
Antagonistic Effects of p53 and HIF1A on microRNA-34a Regulation of PPP1R11 and STAT3 and Hypoxia-induced Epithelial to Mesenchymal Transition in Colorectal Cancer Cells
Huihui Li, Matjaz Rokavec, Longchang Jiang, David Horst, Heiko Hermeking
Gastroenterology Published online: April 20, 2017

Fonte: Ludwig-Maximilians-Universitaet (LMU)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: