Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 435 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Identificato un gene che protegge contro le malattie infiammatorie intestinali.

Posted by giorgiobertin su febbraio 2, 2017

I ricercatori del UT Southwestern Medical Center hanno identificato un gene che protegge l’intestino dalle malattie infiammatorie intestinale (IBD). Lo studio sui topi ha trovato, utilizzando la tecnologia CRISPR gene-editing/Cas9, una mutazione nel gene GATM. Questo gene GATM è necessario per la rapida ricostituzione della barriera della mucosa intestinale che protegge la parete intestinale contro l’infiammazione causata da batteri nel tratto digestivo. Il gene GATM è necessario per la sintesi della creatina.

pnas-5-cover

IBD è una malattia cronica, recidivante, remittente dove le prove di guarigione nel rivestimento del tratto digestivo è fondamentale per la remissione a lungo termine. La terapia attuale tende a concentrarsi sulla riduzione della risposta infiammatoria“, ha detto il professore Bruce Beutler. “Tuttavia, la corretta guarigione dello strato e delle cellule che rivestono il tratto digestivo è essenziale per la remissione a lungo termine della mucosa. Questo studio indica che la guarigione richiede un efficace intervento sul metabolismo energetico.” “.. la conoscenza di questi geni ci può aiutare a capire come IBD si verifica negli esseri umani, e come trattarla.

Gli esperimenti sono stati condotti sui topi con due copie della mutazione recessiva GATM chde mostravano sintomi simili a persone con IBD: diarrea, perdita di peso, e la morte delle cellule che rivestono l’intestino. I sintomi sono migliorati quando i topi hanno ricevuto creatina nel loro acqua potabile. Lo studio indica che la creatina è necessaria per fornire l’energia necessaria per il rifornimento rapido della barriera mucosale intestinale.

Leggi abstract dell’articolo:
Creatine maintains intestinal homeostasis and protects against colitis
Emre Turer, William McAlpine, Kuan-wen Wang, Tianshi Lu, Xiaohong Li, Miao Tang, Xiaoming Zhan, Tao Wang, Xiaowei Zhan, Chun-Hui Bu, Anne R. Murray, and Bruce Beutler
PNAS 2017 ; published ahead of print January 30, 2017, doi:10.1073/pnas.1621400114

Fonte: UT Southwestern Medical Center

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: