Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 414 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

La nicotina aiuta i pazienti con schizofrenia.

Posted by giorgiobertin su gennaio 25, 2017

Un flusso costante di nicotina normalizza le menomazioni geneticamente indotte all’attività cerebrale associata con la schizofrenia, secondo una nuova ricerca che coinvolge ricercatori dell’University of Colorado Boulder. La scoperta fa luce su ciò che provoca la malattia e perché coloro che ne sono affetti hanno tendenza a fumare pesantemente.

cigarette
Between 80 and 90 percent of schizophrenics smoke and most smoke heavily.

Il nostro studio fornisce la prova biologica convincente che una specifica variante genetica contribuisce al rischio per la schizofrenia, definisce il meccanismo responsabile dell’effetto e convalida che la nicotina migliora questo deficit“, ha detto Jerry Stitzel, uno degli autori dello studio pubblicato sulla rivista “Nature Medicine“.

Questo lavoro definisce una nuova strategia per lo sviluppo di farmaci,” dice un altro autore Maskos. “L’identificazione dei deficit comportamentali associati a questa mutazione può essere utilizzata per lavori diagnostici o predittivi nella schizofrenia“.

Da questi risultati le applicazioni di trattamento possono essere ancora più ampie, dato che le persone che vivono con disturbo da deficit di attenzione e iperattività, o disturbo bipolare è stato trovato che hanno una ridotta attività nella prefrontal cortex (PFC) causata da una variazione polimorfica del gene CHRNA5 gene come per la schizofrenia.

Leggi abstract dell’articolo:
Nicotine reverses hypofrontality in animal models of addiction and schizophrenia
Fani Koukouli, Marie Rooy,Dimitrios Tziotis,Kurt A Sailor,Heidi C O’Neill,Josien Levenga, Mirko Witte, Michael Nilges, Jean-Pierre Changeux, Charles A Hoeffer, Jerry A Stitzel, Boris S Gutkin, David A DiGregorio & Uwe Maskos
Nature Medicine (2017) Published online 23 January 2017 – doi:10.1038/nm.4274

Fonte: University of Colorado Boulder

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: