Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 394 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Terapia genica può fermare l’Alzheimer negli animali.

Posted by giorgiobertin su ottobre 10, 2016

La terapia genica può fermare la malattia di Alzheimer, prevenendo la formazione di pericolose placche nel cervello e preservando le funzioni cognitive. Ad affermarlo uno studio condotto sui topi all’Imperial College di Londra e pubblicato sulla rivista PNAS (Proceedings of the National Academy of Sciences).

amyloid
Image 1 shows brain cells from a mouse cortex that didn’t receive the gene therapy. The amyloid plaques are shown in green. Image 2 shows a mouse cortex that received the gene therapy, and so had fewer amyloid plaques.

I ricercatori hanno impedito lo sviluppo della malattia di Alzheimer nei topi utilizzando un virus per trasportare un gene specifico nel cervello. Precedenti studi avevano evidenziato che questo gene, chiamato PGC1 – alfa, può impedire la formazione di una proteina chiamata peptide beta-amiloide in cellule in laboratorio. Il peptide beta-amiloide è il componente principale delle placche amiloidi, i ciuffi appiccicosi di proteina che si trova nel cervello di persone con malattia di Alzheimer. Queste placche sono pensati per far scattare la morte delle cellule cerebrali.

Sebbene i risultati della sperimentazione siano molto preliminari – spiega la coordinatrice dello studio, Magdalena Sastreci indicano che la terapia genica potrebbe avere un’applicazione nei pazienti“, per prevenire l’Alzheimer o per fermarlo negli stadi iniziali.

Leggi il full text dell’articolo:
PPARγ-coactivator-1α gene transfer reduces neuronal loss and amyloid-β generation by reducing β-secretase in an Alzheimer’s disease model
Loukia Katsouri, Yau M. Lim, Katrin Blondrath, Ioanna Eleftheriadou, Laura Lombardero, Amy M. Birch, Nazanin Mirzaei, Elaine E. Irvine, Nicholas D. Mazarakis, and Magdalena Sastre
PNAS 2016 ; published ahead of print October 10, 2016, doi:10.1073/pnas.1606171113

Fonte: Imperial College of London

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: