Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 395 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Batteri intestinali aumentano l’efficacia di un farmaco chemioterapico.

Posted by giorgiobertin su ottobre 8, 2016

Recenti ricerche hanno dimostrato che i batteri intestinali influenzano il cancro – alcuni promuovono la crescita del tumore, mentre altri la ostacolano. Tuttavia, non è stato chiarito quali delle specie di microbi intestinali aiutano e quali no. Ora, un nuovo studio identifica due specie di batteri intestinali che aumentano l’effetto di un farmaco chemioterapico comunemente usato (ciclofosfamide) attivando le cellule immunitarie.

cyclophosphamide immune-system gut-bacteria

Lo studio condotto dai ricercatori del Center for Infection and Immunity of Lille (Inserm/CNRS/Lille University/Institut Pasteur de Lille) in Francia e pubblicato sulla rivista “Immunity“, riguarda la complessa interazione nel corpo umano di tre fattori molto importanti nella lotta contro il cancro: la chemioterapia, il sistema immunitario, e i batteri intestinali.
– La chemioterapia utilizza i farmaci per bloccare o rallentare la crescita delle cellule tumorali, che crescono e si dividono rapidamente.
– Il sistema immunitario ha meccanismi di lotta contro il cancro, come per esempio le cellule T che cacciano e uccidono le cellule tumorali.
– I batteri intestinali che non solo aiutano a digerire il cibo, ma i loro sottoprodotti (metaboliti) migliorano la funzione immunitaria e rafforzano il rivestimento dell’intestino per difenderlo meglio contro l’infezione.

Lo studio  ha dimostrato che due specie di batteri intestinali – Enterococcus hirae e Barnesiella intestinihominis – aumentano l’effetto della chemioterapia immunosoppressiva prescritta con il farmaco ciclofosfamide attivando le cellule T. Questi batteri hanno potenziato la risposta immunitaria aumentando la sopravvivenza nei pazienti con cancro al polmone avanzato e tumori ovarici che sono stati trattati con chemio-immunoterapia.

Leggi abstract dell’articolo:
Enterococcus hirae and Barnesiella intestinihominis Facilitate Cyclophosphamide-Induced Therapeutic Immunomodulatory Effects
Daillère, Romain et al.
Immunity Published: October 4, 2016 DOI: http://dx.doi.org/10.1016/j.immuni.2016.09.009

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: