Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 397 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Farmaco può prevenire e ridurre la progressione della Sclerosi Multipla nei topi.

Posted by giorgiobertin su settembre 22, 2016

Un farmaco sperimentale, Il laquinimod, può prevenire lo sviluppo o ridurre la progressione della sclerosi multipla (SM) nei topi. Ad affermarlo una ricerca pubblicata on line sulla rivista “Neurology: Neuroimmunology & Neuroinflammation“, dell’American Academy of Neurology.

laquinimod

Questi risultati sono promettenti perché forniscono una speranza per le persone con sclerosi multipla progressiva, una versione avanzata della malattia per la quale non esiste attualmente alcun trattamento“, ha detto l’autore dello studio Scott Zamvil, dell’University of California, San Francisco.
Questo studio ci ha dato un quadro più chiaro su come funziona laquinimod”, ha detto Zamvil. “Questo studio sugli animali doveva assolutamente essere fatto prima della sperimentazione nelle persone.

La sclerosi multipla (SM) è una malattia del sistema nervoso centrale, per cui il sistema immunitario attacca il sistema tessuto nel cervello e nel midollo spinale. Il danno si concentra sulla guaina mielinica, – un isolante di copertura che protegge le fibre nervose – colpisce i nervi che trasportano i segnali elettrici nel cervello e nel midollo spinale.
Il farmaco agisce alterando il comportamento delle cellule del sistema immunitario impedendo loro di entrare nel cervello e nel midollo spinale, riducendo così i danni alla mielina.
Gli studi hanno indicato che laquinimod può avere sia una azione antinfiammatoria che una capacità di protezione della struttura del nervo e delle sue funzioni.

Leggi il full text dell’articolo:
Treatment of spontaneous EAE by laquinimod reduces Tfh, B cell aggregates, and disease progression
Michel Varrin-Doyer, Kara L. Pekarek, Collin M. Spencer, Claude C.A. Bernard, Raymond A. Sobel, Bruce A.C. Cree, Ulf Schulze-Topphoff, and Scott S. Zamvil
Neurol Neuroimmunol Neuroinflamm October 2016 vol. 3 no. 5; Published online September 21, 2016 doi:10.1212/NXI.0000000000000272: 2332-7812

Editorial:
Targeting “bad” B cells in multiple sclerosis: Could laquinimod be part of the armamentarium?
Thomas G. Forsthuber and Olaf Stuve
Neurol Neuroimmunol Neuroinflamm 3:e283; Published online September 21, 2016

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: