Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 394 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Identificati nuovi geni responsabili dell’ipertensione.

Posted by giorgiobertin su settembre 13, 2016

Trentuno nuove regioni genetiche collegate con la pressione del sangue sono state identificate in uno dei più grandi studi genetici sulla pressione arteriosa condotti fino ad oggi. Lo studio ha coinvolto più di 347.000 persone, ed è stato condotto congiuntamente dal Queen Mary University of London (QMUL) e dall’University of Cambridge. Tra i partecipanti, gli individui sani e quelli con diabete, malattia coronarica e ipertensione, provenienti da tutta Europa, (tra cui il Regno Unito, Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlandia ed Estonia), gli Stati Uniti, Pakistan e Bangladesh. Lo studio ha riunito circa 200 ricercatori provenienti da tutto 15 paesi.

Lo studio ha scoperto i cambiamenti del DNA in tre geni che hanno effetti molto più grandi sulla pressione arteriosa nella popolazione rispetto a quanto visto in passato, fornendo nuove informazioni sulla fisiologia dell’ipertensione e suggerendo nuovi bersagli per il trattamento.

nature-genetics-9

Il professor Patricia Munroe del QMUL spiega: “Sappiamo già da studi precedenti che la pressione alta è un importante fattore di rischio per le malattie cardiovascolari. Trovare le regioni genetiche associate con la condizione ci permette di mappare e capire i nuovi percorsi biologici attraverso i quali la malattia si sviluppa, e anche evidenziare potenziali nuovi bersagli terapeutici. Questo potrebbe anche rivelare farmaci che non sono già in uso e che potrebbero potenzialmente trattare l’ipertensione“.
Questo studio ha aumentato il numero di geni implicati nel controllo della pressione sanguigna portandoli quasi a 100 e, nel processo, ha inoltre identificato tre geni che hanno grandi effetti sulla pressione arteriosa rispetto alle attuali conoscenze

Ricordiamo che la pressione alta o ipertensione è un importante fattore di rischio per malattie cardiovascolari e morte prematura. Lo studio è stato pubblicato su “Nature Genetics“.

Leggi abstract dell’articolo:
Trans-ancestry meta-analyses identify rare and common variants associated with blood pressure and hypertension.
Surendran,……… Joanna M M Howson & Patricia B Munroe et al.
Nature Genetics Published online 12 September 2016  DOI: 10.1038/ng.3654

Fonte ed approfondimenti: University of Cambridge

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: