Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 393 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Scoperti biomarcatori che aiutano a predire chi avrà un ictus.

Posted by giorgiobertin su agosto 25, 2016

Le persone con alti livelli di quattro biomarcatori nel sangue possono avere più probabilità di sviluppare un ictus rispetto alle persone con bassi livelli di questi biomarcatori, secondo uno studio pubblicato sulla rivista “Neurology“, la rivista medica dell’ American Academy of Neurology.

Neurology-8-16

Per lo studio, i ricercatori della Boston University Schools of Medicine and Public Health hanno misurato i livelli di 15 biomarker associati con l’infiammazione nel sangue di persone provenienti da uno studio di coorte che non avevano mai avuto un ictus. I partecipanti sono stati 3.224 un’età media di 61 all’inizio dello studio e sono stati seguiti per una media di nove anni. Durante questo periodo, 98 persone hanno avuto un ictus.
Dei 15 biomarcatori, quattro sono stati associati ad un aumentato rischio di ictus: L’omocisteina, il fattore di crescita endoteliale vascolare, LN-proteina C reattiva, LN-fattore di necrosi tumorale.
L’aggiunta di questi quattro biomarcatori permette di predire il rischio di ictus di una persona in base anche ad altri fattori quali l’età, il sesso, il colesterolo e la pressione sanguigna.

La ricerca futura potrebbe anche valutare se l’abbassamento dei livelli di questi marcatori o bloccandone la loro azione possa essere un modo per evitare l’ictus.

Leggi abstract dell’articolo:
Circulating biomarkers and incident ischemic stroke in the Framingham Offspring Study
Ashkan Shoamanesh, Sarah R. Preis, Alexa S. Beiser, Carlos S. Kase, Philip A. Wolf, Ramachandran S. Vasan, Emelia J. Benjamin, Sudha Seshadri, and Jose R. Romero
Neurology published ahead of print August 24, 2016, doi:10.1212/WNL.0000000000003115: 1526-632X

Editorial
Seeking the “holy grail” of biomarkers to improve stroke risk prediction of clinical scores
Stephen R. Williams and Svetlana Lorenzano

Fonte: American Academy of Neurology

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: