Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 393 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Flora batterica alterata e Diabete tipo 2.

Posted by giorgiobertin su luglio 18, 2016

Una ricerca condotta da un team di scienziati internazionali, coordinati dal prof. Oluf Pedersen del Metabolism Center University of Copenaghen ha scoperto che gli squilibri specifici della flora batterica intestinale contribuiscono in modo significativo alla resistenza insulinica, un precursore di malattie comuni come il diabete di tipo 2, l’ipertensione e le malattie cardiovascolari aterosclerotiche, in crescita epidemica.

Tarm_illustration

Per condurre la ricerca, gli autori hanno incluso nello studio 75 pazienti con diagnosi di diabete di tipo 2 e 277 soggetto sani (gruppo di controllo), ed hanno analizzato non solo le concentrazioni di insulina e l’andamento di più di 1.200 metaboliti nel sangue, ma anche il Dna di centinaia di batteri nel tratto intestinale per verificare se certi squilibri nel microbioma fossero coinvolti nella genesi di malattie metaboliche oppure cardiovascolari.

I risultati hanno mostrato che le persone con insulino-resistenza avevano alti livelli ematici di un sottotipo aminoacido a catena ramificata chiamato ‘BCAA’ (BCAA), ed anche,  soprattutto, che questa elevazione del BCAA è mediata dai cambiamenti nella composizione e funzione della flora intestinale. In particolare, le specie batteriche ‘Prevotella copri‘ e ‘Bacteroides vulgatus‘, abitualmente residenti nel nostro microbioma intestinale, sono responsabili della biosintesi di questi BCAA.

I ricercatori hanno condotto in parallelo anche uno studio su un modello animale, hanno alimentato dei topi da laboratorio con grandi quantità di ‘Prevotella copri‘ per un periodo tre settimane. E cosa è successo? i topi con i batteri hanno mostrato dei livelli insolitamente elevati di BCAA nel sangue, ed hanno sviluppato la resistenza all’insulina e intolleranza al glucosio.

Introducendo nella dieta una maggiore assunzione giornaliera di qualsiasi tipo di verdura associata a un minore consumo di alimenti ricchi di grassi animali gli squilibri della flora intestinale tendono a normalizzarsi migliorando la sensibilità all’insulina del paziente.

Leggi abstract dell’articolo:
Human gut microbes impact host serum metabolome and insulin sensitivity
Helle Krogh Pedersen,Valborg Gudmundsdottir,Henrik Bjørn Nielsen,Tuulia Hyotylainen, Trine Nielsen,Benjamin A. H. Jensen, Kristoffer Forslund,Falk Hildebrand,Edi Prifti, Gwen Falony,Emmanuelle Le Chatelier + al.
Nature (2016) Published online 13 July 2016 doi:10.1038/nature18646

Fonte:  Metabolism Center University of Copenaghen

Una Risposta to “Flora batterica alterata e Diabete tipo 2.”

  1. DANIELA PELOTTI said

    PERCHÉ non dire che è il glutine a causare l’alterazione della flora batterica intestinale ?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: