Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 395 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Scoperto come il virus HIV entra nelle cellule immunitarie.

Posted by giorgiobertin su giugno 24, 2016

La maggior parte dei virus entrano nel nucleo della cellula quando questa si divide e la membrana nucleare – il muro che protegge il nucleo e il suo prezioso carico di DNA – si rompe. Ma il virus HIV-1 non aspetta che ciò avvenga; in qualche modo, riesce a entrare nel nucleo delle cellule prima della divisione. Come riesce a fare questo è un mistero.

Ora il prof. Edward M. Campbell e il suo team del Department of Microbiology and Immunology at Loyola’s Stritch School of Medicine hanno trovato che il virus dirotta una proteina chiamata KIF5B, che trasporta normalmente vari materiali all’interno della cella, in modo tale che i pori diventano abbastanza grandi da consentire all’HIV-1 di passare. I pezzi che vengono strappati via sono proteine chiamate Nup358.

Nelle cellule che non hanno KIF5B o Nup358, gli autori notano che HIV-1 è molto ridotto, e il virus si accumula intorno alla parte esterna della membrana nucleare e non riesce ad entrare.

HIV-cell-nuclear
In cells that have no KIF5B or Nup358, the researchers note that HIV-1 entry is much reduced, and the virus (red) accumulates around the outside of the cell nucleus (blue).Image credit: Loyola University Chicago

Il team suggerisce che la scoperta è molto importante perchè potrebbe portare a un nuovo tipo di farmaco anti-HIV che blocca KIF5B. Tale farmaco potrebbe rallentare l’ingresso di HIV nel nucleo della cellula ospite abbastanza a lungo per dare il tempo sistema immunitario a dare l’allarme e distruggere il virus.

E’ come fare un caveau in una banca dove diventa più difficile entrare. Oltre a rendere il denaro più sicuro, aumenterebbe la possibilità di suonare l’allarme e catturare i ladri.” – afferma il prof. Campbell.

Leggi il full text dell’articolo:
KIF5B and Nup358 Cooperatively Mediate the Nuclear Import of HIV-1 during Infection
Adarsh Dharan, Sarah Talley, Abhishek Tripathi, João I. Mamede, Matthias Majetschak, Thomas J. Hope, Edward M. Campbell
PLOS Pathogens Published: June 21, 2016    http://dx.doi.org/10.1371/journal.ppat.1005700

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: