Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 395 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Cancro: Scoperti i biomarcatori per le stime di sopravvivenza.

Posted by giorgiobertin su giugno 10, 2016

La tecnica, sviluppata da un team guidato dal professore Yi Xing dell’UCLA (University of California – Los Angeles), è un modo innovativo di utilizzare grandi dati biomedici (Big Data sulle sequenze genetiche dei pazienti) per ottenere la medicina di precisione dando ai medici la possibilità di meglio adattare la cura ad ogni singolo paziente.

Il nuovo metodo sviluppato dagli scienziati potrebbe produrre previsioni più attendibili sui tempi di sopravvivenza e come potrebbero rispondere ai possibili trattamenti i singoli pazienti affetti dal cancro.

Surviv
A SURVIV analysis of breast cancer isoforms developed at UCLA. Blue lines are associated with longer survival times, and magenta lines with shorter survival times. Courtesy of Yi Xing

Il nuovo metodo Surviv (survival analysis of mRNA isoform variation) analizza le diverse isoforme del gene – combinazioni di sequenze genetiche che possono produrre una enorme varietà di RNA e proteine da un singolo gene – utilizzando i dati provenienti da molecole di RNA in campioni di cancro. Questo processo, chiamato RNA sequencing, o RNA-seq, rivela la presenza e la quantità di molecole di RNA in un campione biologico. Nel metodo sviluppato presso la UCLA, gli scienziati hanno analizzato le leggere differenze nelle sequenze genetiche all’interno delle isoforme. Al contrario, le attuali analisi aggregano tutte le isoforme insieme, il che significa che la tecnica non trova differenze importanti all’interno delle isoforme.

Sono state identificate circa 200 isoforme che sono associate ai tempi di sopravvivenza per le persone con il cancro al seno; alcuni prevedono tempi di sopravvivenza più lunghi, altri sono legati a tempi più brevi.

Surviv è il primo metodo statistico per lo svolgimento di analisi di sopravvivenza su isoforme utilizzando i dati RNA-Seq“, ha detto l’autore senior Yi Xing. La ricerca è pubblicata sulla rivista “Nature Communications“.

Scarica e leggi il documento in full text:
SURVIV for survival analysis of mRNA isoform variation
Shihao Shen, Yuanyuan Wang, Chengyang Wang, Ying Nian Wu, Yi Xing
Nature Communications 09 Jun 2016 doi: 10.1038/ncomms11548

Fonte: University of California – Los Angeles

Una Risposta to “Cancro: Scoperti i biomarcatori per le stime di sopravvivenza.”

  1. Kristen said

    There’s definately a great deal to learn about this subject.
    I love all the points you’ve made.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: