Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 393 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Nuovo test del PSA per rilevare i tumori alla prostata.

Posted by giorgiobertin su maggio 12, 2016

Un nuovo test promettente per rilevare il cancro alla prostata con maggiore precisione rispetto ai test attuali, identificando i cambiamenti molecolari nella proteina antigene prostatico specifico (PSA), è stato messo a punto dai ricercatori del Cleveland Clinic’s Glickman Urological & Kidney Institute e presentato all’American Urological Association annual meeting (AUA2016 6-10 maggio – San Diego).

AUA-2016

Il test IsoPSA, individua il cancro alla prostata in un modo nuovo, identifica i cambiamenti strutturali molecolari di proteine biomarcatori. È in grado di rilevare il cancro identificando questi cambiamenti strutturali, al contrario dei test attuali che misurano semplicemente la concentrazione della proteina nel sangue di un paziente.
Lo studio – parte di un trial clinico multicentrico prospettico in corso (La sperimentazione clinica coinvolge sei istituzioni sanitarie e 132 pazienti,) – ha rilevato che il test IsoPSA può distinguere tra malattia ad alto rischio e malattia a basso rischio, così come condizioni benigne e maligne.

Mentre il test del PSA è stata senza dubbio uno dei biomarker di maggior successo nella storia, i suoi limiti sono ben noti. Anche attualmente i test diagnostici del cancro della prostata disponibili si basano su biomarcatori che possono essere influenzati da fattori fisiologici non collegati al cancro“, ha dichiarato il prof. Eric Klein, della Cleveland Clinic. “Questi risultati dello studio mostrano che l’uso di cambiamenti strutturali di proteine PSA per rilevare il cancro è più efficace e può aiutare a prevenire le biopsie non necessarie nei pazienti a basso rischio“.

Leggi abstract della presentazione:
IsoPSA: INITIAL CLINICAL PERFORMANCE EVALUATION OF A NOVEL STRUCTURE-BASED BIOMARKER FOR PROSTATE CANCER IN A MULTICENTER PROSPECTIVE TRIAL FOR GLEASON
Eric Klein*, Mark Stovsky, Cleveland, OH, Robert Di Loreto, Jason Hafron, Kenneth Kernen, Troy, MI, Kannan Manickam, Baltimore, MD, Victor Kipnis, Bethesda, MD

http://www.aua2016.org/abstracts/

http://www.aua2016.org/program/

Fonte: Cleveland Clinic

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: