Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 396 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Ottenute staminali da pelle e campioni di urina.

Posted by giorgiobertin su aprile 23, 2016

Ottenere staminali pluripotenti da un piccolo campione di pelle o di urina, mediante il processo della riprogrammazione cellulare: tutto questo è possibile, e lo dimostra uno studio condotto dai ricercatori del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Padova e dell’Istituto Veneto di Medicina Molecolare (Vimm), pubblicato sulla prestigiosa rivista “Nature Methods“.

L’innovativa tecnologia, dicono i ricercatori, è cinquanta volte più efficace delle precedenti e cento volte più economica. Non solo: permette anche di riprogrammare cellule “difficili o senescenti” e, in sostanza, estende ad ogni paziente la possibilità di ottenere le proprie cellule staminali, permettendo ai medici di curarlo in modo sempre più specifico e personalizzato.

Grazie a queste nuove prospettive scientifiche e tecnologiche” spiega il professor Nicola Elvassore, responsabile scientifico del laboratorio BioERA e coordinatore dello studio “si è riusciti ad ottenere staminali pluripotenti da cellule isolate da una biopsia cutanea o da un campione di urina: grazie alla potenzialità di queste staminali abbiamo quindi ricreato in laboratorio quello che possiamo definire un micro-fegato, ovvero cellule del fegato che presentano la medesima patologia del paziente in esame e che ci permette di andare a sviluppare una terapia mirata sul paziente stesso“.

Leggi abstract dell’articolo:
High-efficiency cellular reprogramming with microfluidics
Camilla Luni,Stefano Giulitti,Elena Serena,Luca Ferrari,Alessandro Zambon,Onelia Gagliano,Giovanni G Giobbe,Federica Michielin, Sebastian Knöbel,Andreas Bosio & Nicola Elvassore
Nature Methods (2016) Published online 18 April 2016 doi:10.1038/nmeth.3832

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: