Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 393 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Rischio cancro al seno con fecondazione assistita.

Posted by giorgiobertin su aprile 14, 2016

Le donne che si sottopongono ai trattamenti per la fecondazione assistita potrebbero avere più probabilità di sviluppare il cancro al seno. Ad affermarlo uno studio del Karolinka Institute di Svezia, pubblicato sulla rivista “Breast Cancer Research” coordinato dal dott. Frida Lundberg.

seno_content landscape

Lo studio, condotto su 43.313 donne (di età dai 40 ai 69 anni) ha trovato che coloro che si sottopongono a stimolazione ovarica controllata, trattamento di fecondazione assistita, hanno più probabilità di sviluppare tessuto mammario denso. La densità del seno è uno dei fattori di rischio per il cancro al seno. Le donne che hanno seni molto densi hanno fino a sei volte più probabilità di sviluppare il tumore. Un tessuto mammario denso contiene più tessuto ghiandolare e meno grassi.

I ricercatori affermano che occorrono tuttavia studi più ampi e mirati per confermare i dati; anche perchè non è chiarito se la densità del seno dipenda più dall’avere problemi di fertilità che dal trattamento di stimolazione ovarica.

Leggi il full text dell’articolo:
Association of infertility and fertility treatment with mammographic density in a large screening-based cohort of women: a cross-sectional study
Frida E. Lundberg, Anna L. V. Johansson, Kenny Rodriguez-Wallberg, Judith S. Brand, Kamila Czene, Per Hall and Anastasia N. Iliadou
Breast Cancer Research 2016 DOI: 10.1186/s13058-016-0693-5 Online 13 April 2016.

Fonte: Karolinka Institute di Svezia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: