Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 395 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Autismo: Possibili interventi terapeutici sul microbiota.

Posted by giorgiobertin su aprile 3, 2016

Un’alterazione nel microbiota intestinale (l’insieme dei microrganismi che colonizzano il tubo digerente), verosimilmente determinata da infezioni batteriche o utilizzo frequente di antibiotici, potrebbe contribuire allo sviluppo della sindrome del Disturbo dello spettro autistico (autistic spectrum disorders – ASD). Ad affermarlo numerosi studi che hanno stabilito un’asse di connessione tra intestino e cervello, prima effettuati su modello animale per poi anche sull’uomo.

WAidid-logo     autism

In particolare uno condotto da Goyal DK e Miyan JA (2014), dell’Università di Manchester, ha scandagliato gli aspetti neurologici, immunologici e le anomalie nel Sistema Nervoso Autonomo nei soggetti autistici, tutti elementi che fanno supporre un nesso causale con le anomalie del microbioma intestinale.

Nella giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo (2 aprile), la professoressa Susanna Esposito, direttore dell’Unità di Pediatria ad Alta Intensità di Cura della Fondazione IRCCS Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico dell’Università degli Studi di Milano propone un approccio terapeutico innovativo, intervenire sul microbiota.

Nuovi studi clinici -afferma la prof.ssa Esposito – hanno dimostrato che i probiotici, vale a dire i batteri buoni come quelli che sono presenti nello yogurt, possono avere un potenziale terapeutico nel disturbo dello spettro autistico. L’idea che intervenendo sulla flora batterica si possa contribuire a migliorare i sintomi dell’autismo e dei disturbi comportamentali rappresenta un progresso davvero straordinario e porta alla necessità di ricerche mirate”.

Lo studio sul microbiota intestinale non vuole alimentare miti e false speranze sull’autismo ma si apre anche alla possibilità di trattamenti indirizzati a modulare la composizione dell’ecosistema intestinale.

Leggi abstract dell’articolo:
Multiple inflammasome complexes are activated in autistic spectrum disorders.
Saresella M, Piancone F, Marventano I, Zoppis M, Hernis A, Zanette M, Trabattoni D, Chiappedi M, Ghezzo A, Canevini MP, la Rosa F, Esposito S, Clerici M.
Brain Behav Immun. 2016 Mar 12. pii: S0889-1591(16)30054-X. doi: 10.1016/j.bbi.2016.03.009. [Epub ahead of print]

Chandler S, Parent-Reported Gastro-intestinal Symptoms in Children with Autism Spectrum Disorders, 2013 Feb 1, J Autism Dev Disord.

Bibliografia approfondimento: PubMed

Fa bene all’intestino, fa bene al cervello: una nuova prospettiva sull’autismo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: