Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 393 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Nuova possibile terapia per il cancro alla prostata.

Posted by giorgiobertin su marzo 22, 2016

I ricercatori dell’Università della Georgia hanno creato una nuova terapia per il cancro alla prostata, che ha dimostrato grande efficacia in modelli murini della malattia. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista “Nanomedicine: Nanotechnology, Biology and Medicine“.

Il trattamento è stato progettato per inibire l’attività di una proteina chiamata PAK-1 (P21-activated kinase-1), che contribuisce allo sviluppo delle cellule del cancro della prostata altamente invasive.
PAK-1 è un po ‘come un interruttore on/off“, ha detto il co-autore Somanath Shenoy, professore associato all’University of Georgia – College of Pharmacy. “Quando si accende, trasforma le cellule cancerose in cellule metastatiche che si diffondono in tutto il corpo.

PAK-1 Credit image University of Georgia

I ricercatori hanno sviluppato un metodo per somministrare una piccola molecola chiamata IPA-3, che limita l’attività della proteina PAK-1. Questa molecola ha rallentato significativamente la progressione del cancro nei topi, e ha costretto le cellule cancerose all’ apoptosi – una sorta di morte cellulare programmata.
I risultati dei nostri esperimenti sono promettenti, e speriamo di muoverci velocemente verso sperimentazioni cliniche“, ha detto Somanath Shenoy, “ma dobbiamo capire quali sono gli effetti collaterali di questo trattamento prima di poter pensare di utilizzarlo negli esseri umani.”

Scarica e leggi il full text dell’articolo:
Liposomal-mediated delivery of the p21 activated kinase-1 (PAK-1) inhibitor IPA-3 limits prostate tumor growth in vivo.
Ahmad Al-Azayzih, Wided N. Missaoui, Brian S. Cummings, Payaningal R. Somanath.
Nanomedicine: Nanotechnology, Biology and Medicine, 2016; DOI: 10.1016/j.nano.2016.01.003

Fonte: University of Georgia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: