Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 393 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Sorveglianza attiva per il cancro alla prostata di basso grado.

Posted by giorgiobertin su marzo 7, 2016

Un nuovo studio dell’Ottawa Hospital Research Institute e dell’Università di Ottawa dimostra che gli uomini con tumore alla prostata a crescita lenta evitano sempre di più trattamenti non necessari e potenzialmente dannosi a favore di un approccio chiamato ‘sorveglianza attiva’ – il monitoraggio del cancro con test regolari e trattamento solo se modifiche a un modulo di rischio più elevato.


Dr. Rodney Breau, prostate cancer surgeon and researcher

Nello studio, pubblicato sul “Canadian Medical Association Journal“, sono stati analizzati i dati clinici di 477 uomini con carcinoma prostatico di basso grado seguiti all’ospedale di Ottawa tra il 2008 e il 2013, scoprendo che il numero di persone in sorveglianza attiva è aumentato dal 32% al 68% nel periodo oggetto di studio. Inoltre dopo cinque anni di follow-up circa il 60% dei pazienti sottoposti a sorveglianza attiva lo erano ancora senza aver subito alcun trattamento.

Il cancro alla prostata può crescere molto lentamente; molti pazienti sono ora evitano trattamenti inutili, e questo rappresenta un importante cambiamento di paradigma nella gestione di questa malattia“, ha detto l’autore dott. Rodney Breau, urologo dell’Ottawa Hospital in Canada (video).

Alcuni uomini possono vivere per anni, o forse tutta la loro vita, senza diffusione del cancro. Se monitoriamo attentamente i pazienti, possiamo sempre trattare il cancro quando il rischio diventa più elevato. Se il tumore non progredisce, si può evitare l’intervento chirurgico non necessario, radiazioni ed altre terapie, che hanno effetti collaterali tra cui problemi di incontinenza, impotenza e intestinali“. conclude il Dott Rodney Breau.

Leggi abstract dell’articolo:
Active surveillance in Canadian men with low-grade prostate cancer
Octav Cristea, Luke T. Lavallée, Joshua Montroy, Andrew Stokl, Sonya Cnossen, Ranjeeta Mallick, Dean Fergusson, Franco Momoli, Illias Cagiannos, Christopher Morash, and Rodney H. Breau
CMAJ cmaj.150832; published ahead of print February 29, 2016, doi:10.1503/cmaj.150832

Fonte: Ottawa Hospital Research Institute

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: