Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 395 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

L’invecchiamento inizia nel grembo materno.

Posted by giorgiobertin su marzo 6, 2016

Il processo di invecchiamento inizia ancor prima della nascita, secondo un team internazionale di ricercatori guidato dall’Università di Cambridge. In uno studio sui ratti per modellare la gravidanza e lo sviluppo fetale, i ricercatori hanno scoperto che la somministrazione alle madri di antiossidanti durante la gravidanza ha fatto sì che la loro prole invecchiasse più lentamente.

Il nostro studio sui ratti suggerisce che l’orologio di invecchiamento inizia a ticchettare ancora prima della nascita , e questo può sorprendere molte persone” – afferma il Professor Dino Giussani del Department of Physiology Development & Neuroscience at the University of Cambridge.
La prole di madri con livelli più bassi di ossigeno nel grembo materno – che, negli esseri umani, può essere una conseguenza del fumo durante la gravidanza o di gravidanza ad alta quota – arriva più velocemente all’età adulta. Il nostro DNA è ‘scritto’ sui cromosomi, di cui gli esseri umani ne portano 23 coppie. Le estremità di ciascun cromosoma, i telomeri con l’avanzare dell’età diventano più brevi, e quindi la loro lunghezza può essere utilizzato come un indicatore per misurare l’invecchiamento.

Faseb3.cover   telomeri

Dagli esperimenti i ratti adulti nati da madri che hanno avuto meno ossigeno durante la gravidanza avevano telomeri più corti rispetto ai ratti nati da gravidanze non complicate. I nati da gravidanze non complicate – quando il feto aveva ricevuto adeguati livelli di ossigeno – e le madri avevano beneficiato di una dieta con antiossidanti, avevano telomeri più lunghi di quelli le cui madri non avevavno ricevuto i supplementi di antiossidanti durante la gravidanza.

Gli antiossidanti sono noti per ridurre l’invecchiamento, ma qui abbiamo dimostrato per la prima volta che la somministrazione alle madri in gravidanza può rallentare l’orologio dell’invecchiamento della loro prole. Questo sembra essere particolarmente importante quando ci sono complicazioni con la gravidanza e il feto è privo di ossigeno“. afferma il Professor Dino Giussani.
Sappiamo già che i nostri geni interagiscono con fattori di rischio ambientali, come il fumo, l’obesità e la mancanza di esercizio fisico, abbiamo dimostrato in questo lavoro che l’ambiente a cui siamo esposti nel grembo materno può essere molto importante nella programmazione di una sana vita cardiovascolare in età adulta“.

Leggi abstract dell’articolo:
Divergence of mechanistic pathways mediating cardiovascular aging and developmental programming of cardiovascular disease.
Allison, BJ ……. Susan E. Ozanne, and Dino A. Giussani,et al.
FASEB; 1 March 2016 – doi:10.1096/fj.201500057

Fonte:  Università di Cambridge

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: