Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 395 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Utilizzare le cellule della pelle per uccidere il cancro al cervello.

Posted by giorgiobertin su febbraio 25, 2016

Per la prima volta i ricercatori dell’University of North Carolina a Chapel Hill hanno trasformato le cellule della pelle in cellule staminali del cancro che distruggono i tumori del cervello (glioblastoma) – una scoperta che può offrire, per la prima volta in oltre 30 anni, un trattamento nuovo e più efficace per la malattia (terapia cellulare personalizzata).

brain-tumors
A team of scientists at the University of North Carolina have turned skin cells into cancer-hunting stem cells, that can seek and destroy a deadly form of brain tumor, glioblastoma. Pictured, the reprogrammed stem cells (visible in green) chase down and kill the cancer cells (pink).

Nel lavoro pubblicato sulla rivista “Nature Communications“, Hingtgen e il suo team hanno riprogrammato le cellule della pelle conosciute come fibroblasti – che producono collagene e tessuto connettivo – per diventare cellule staminali neurali indotte. Gli esperimenti condotti sui topi hanno dimostrato che queste cellule staminali neurali geneticamente modificate hanno una capacità innata di muoversi in tutto il cervello e riescono ad uccidere le cellule tumorali residue dopo asportazione chirurgica del tumore al cervello.

Il nostro lavoro rappresenta la più recente evoluzione della tecnologia sulle cellule staminali che ha vinto il premio Nobel nel 2012” ha dichiarato Hingtgen. “Volevamo scoprire se queste cellule staminali neurali indotte potevano essere utilizzate come agente terapeutico. Questa è la prima volta che questa tecnologia diretta di riprogrammazione viene usata per trattare il cancro“.

Questi risultati stabiliscono una strategia per la creazione di terapie a base di cellule autologhe per il trattamento di pazienti con forme aggressive di cancro al cervello. I prossimi passi si concentreranno sulle cellule staminali umane e sull’uso di farmaci anti-cancro caricati nelle cellule staminali neurali tumorali.

Leggi abstract dell’articolo:
Therapeutically engineered induced neural stem cells are tumour-homing and inhibit progression of glioblastoma
Juli R. Bagó, Adolfo Alfonso-Pecchio[…]Shawn D. Hingtgen
Nature Communications 7, 10593 Published 02 February 2016 – doi:10.1038/ncomms10593

Robinton, D. A. & Daley, G. Q. The promise of induced pluripotent stem cells in research and therapy. Nature 481, 295305 (2012).

Fonte ed approfondimenti: University of North Carolina

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: