Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 394 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Un microscopio 3D rivela i dettagli di cellule tumorali.

Posted by giorgiobertin su febbraio 24, 2016

Un nuovo microscopio ad alta risoluzione permette di visualizzare le cellule tumorali in 3d, e studiare direttamente le loro interazioni con l’ambiente che le circonda, rivelando così i loro meccanismi di sopravvivenza e diffusione all’interno degli organismi. Come spiegano gli autori che hanno pubblicato sulla rivista Developmental Cell, questo è il primo passo verso la comprensione della biologia 3d nei microambienti tumorali.

Cellule cancerose-3d
This image shows the extracted surfaces of two cancer cells. (Left) A lung cancer cell colored by actin intensity near the cell surface. Actin is a structural molecule that is integral to cell movement. (Right) A melanoma cell colored by PI3-kinase activity near the cell surface. PI3K is a signaling molecule that is key to many cell processes.
Credit: Welf and Driscoll et al.

Dopo aver utilizzato il loro microscopio per analizzare sui pazienti i diversi tipi di cellule del tumore della pelle, Fiolka e il suo team hanno scoperto che in un ambiente tridimensionale, più realistico sicuramente di un vetrino, le cellule del melanoma formano tante piccole protuberanze chiamate vesciche. Un’ipotesi è che queste possano aiutare le cellule tumorali a sopravvivere o muoversi, svolgendo quindi un ruolo importante nell’aggressività del cancro o nella resistenza dei pazienti ai farmaci.

Il nostro microscopio è uno strumento che può dare una più profonda comprensione dei meccanismi molecolari che determinano il comportamento delle cellule tumorali, permettendo di ottenere immagini ad alta risoluzione ambienti di tumore più realistici,” afferma il prof. Fiolka.
Il software di controllo del microscopio e le immagini del codice di analisi sono liberamente a disposizione della comunità scientifica.

Leggi abstract dell’articolo:
Quantitative Multiscale Cell Imaging in Controlled 3D Microenvironments
Erik S. Welf, Meghan K. Driscoll, Kevin M. Dean, Claudia Schäfer, Jun Chu, Michael W. Davidson, Michael Z. Lin, Gaudenz Danuser, Reto Fiolka
Developmental Cell Volume 36, Issue 4, p462–475, 22 February 2016 DOI: http://dx.doi.org/10.1016/j.devcel.2016.01.022

Fonte: Galileonet.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: