Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 395 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

I progressi dell’immunoterapia nella lotta contro il cancro.

Posted by giorgiobertin su febbraio 16, 2016

Il tentativo di portare l’immunoterapia ad un uso clinico contro il cancro e le malattie infettive ha fatto passi da gigante negli ultimi anni. Ad esempio, studi clinici di terapia cellulare adottiva T stanno dando risultati molto promettenti. Gli ultimi progressi sono stati segnalati alla riunione annuale della American Association for the Advancement of Science (AAAS 2016) da tre leader internazionali nel campo: Prof. Dirk Busch dell’Università tecnica di Monaco (TUM), Prof. Chiara Bonini di l’Istituto scientifico San Raffaele, e il Prof. Stanley Riddell del Fred Hutchinson Cancer Research center e l’Università di Washington.

L’immunoterapia cellulare adottiva è uno strumento terapeutico che trae spunto da studi preliminari condotti su pazienti oncologici a cui veniva proposta la somministrazione di linfociti T – cellule del sistema immunitario – capaci di riconoscere e colpire in modo selettivo specifiche cellule tumorali.

AAAS

La sessione AAAS 2016 “Fighting Cancer and Chronic Infections with T Cell Therapy: Promise and Progress” fa il punto della situazione sulla terapia adottiva delle cellule T, in cui un paziente riceve le cellule immunitarie “killer” che colpiscono una molecola associata alla sua malattia. I progressi sono stati segnalati su tutti i fronti, compresi i dati dei primi studi clinici.

I primi studi clinici che utilizzano le cellule T ingegnerizzate che esprimono i cosiddetti chimeric antigen receptors, che riconoscono un antigene della leucemia a cellule B (anti-CD19-CARs) hanno fornito risultati eccezionali – compresi i casi di remissione completa di questi tumori maligni del sangue. Risultati incoraggianti sono stati riscontrati anche in studi clinici di terapia cellulare adottiva T contro le infezioni croniche.

Speakers and abstracts:
Stanley Riddell, Fred Hutchinson Cancer Research Center
Engineering T Cells for Safe and Effective Cancer Immunotherapy

Chiara Bonini, San Raffaele Scientific Institute
TCR Gene Editing to Treat Hematological Malignancies

Dirk Busch, TUM
Advanced Clinical Cell Processing Technologies for Adoptive T Cell Therapy

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: