Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 397 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Eliminare le cellule vecchie per vivere più sani e a lungo.

Posted by giorgiobertin su febbraio 5, 2016

Un gruppo di ricercatori del Mayo Clinic College of Medicine hanno dimostrato sugli animali che l’eliminazione dall’organismo delle cellule senescenti – ossia quelle che smettono definitivamente di dividersi – permette di ritardare l’invecchiamento e di aumentare la durata della vita in buona salute. Questa nuova strategia per ritardare l’invecchiamento è stata pubblicata sulla rivista “Nature“.

senescenza

Reni, cuore e occhio sono gli organi maggiormente protetti dall’invecchiamento con l’eliminazione delle cellule senescenti, ma è più conservato anche il tessuto adiposo e l’insorgenza di vari tumori appare ritardata. (Cortesia D.J: Baker et al./Nature)

I ricercatori in una linea di topi geneticamente modificati sono riusciti ad eliminare le cellule senescenti da topi normali. Dopo la somministrazione di un composto chiamato AP20187, che ha eliminato le cellule senescenti si è constatata la ritardata formazione di tumori e una riduzione del deterioramento legato all’età dei diversi organi. La durata della vita media dei topi trattati è stata estesa dal 17 al 35 per cento. Essi hanno inoltre dimostrato un aspetto più sano e una ridotta quantità di infiammazioni nel grasso, muscoli e tessuto renale.

Le cellule senescenti che si accumulano con l’invecchiamento fanno male, fanno cose cattive per i nostri organi e tessuti, e quindi accorciano la vita, ma anche la fase sana della nostra vita.” dice il Dott van Deursen. “Dagli esperimenti che abbiamo condotto è possibile eliminare le cellule senescenti senza effetti collaterali negativi“. “Siamo ottimisti circa le possibili implicazioni dello studio sugli esseri umani.
Prima di passare allo sviluppo di strategie farmacologiche per applicare questa tecnica anche all’uomo bisognerà però confermarne per prima cosa la sicurezza.

Naturally occurring p16Ink4a-positive cells shorten healthy lifespan
Darren J. Baker, Bennett G. Childs, Matej Durik, Melinde E. Wijers, Cynthia J. Sieben + et al.
Nature doi:10.1038/nature16932 – 03 February 2016

Fonte: ScienceDaily.com – LeScienze

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: