Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 394 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Eccesso di rame nel sangue, rischio Alzheimer.

Posted by giorgiobertin su gennaio 20, 2016

Uno studio condotto dai ricercatori dell’Ospedale Fatebenefratelli all’Isola Tiberina in collaborazione con l’IRCCS “Centro San Giovanni di Dio” di Brescia, pubblicato sulla rivista “Molecular Neurobiology” ha individuato le variabili genetiche collegate alla produzione eccessiva di rame “libero” nel sangue, fattore di rischio nella malattia di Alzheimer.

Mol_neuro

Dopo aver sottoposto al test del rame 287 pazienti con Alzheimer, è stato possibile collegare a tre varianti del gene ATP7B la presenza elevata di questo metallo nel sangue.
Questa scoperta – spiega Rosanna Squitti, coordinatrice dello studio – permette ora di definire un particolare tipo di paziente con Alzheimer legato a questo nuovo marker biomolecolare, indicatore del difetto metabolico che porta all’accumulo di rame libero nel sangue, fattore associato alla malattia”.
Nei soggetti con valori elevati di rame “tossico” (non veicolato dalla ceruloplasmina), risulta triplicato il rischio di sviluppare malattia di Alzheimer.

Ricordiamo che già nel 2013 uno studio dell’Università americana di Rochester condotto su topi e cellule cerebrali umane e pubblicato sulla rivista “Proceedings of National Academy of Sciences” aveva evidenziato che un eccessivo accumulo di rame nel sangue potrebbe favorire l’insorgenza e la progressione del morbo di Alzheimer, accelerando l’accumulo di proteine tossiche nel cervello. Dati confermati anche nel 2014 dal gruppo dell’Ospedale Fatebenefratelli (pubblicazione in “Annals of Neurology“).

Leggi abstracts degli articoli:
Non-Ceruloplasmin Copper Distincts Subtypes in Alzheimer’s Disease: a Genetic Study of ATP7B Frequency
Rosanna Squitti, Mariacarla Ventriglia, Massimo Gennarelli, Nicola A. Colabufo, Imane Ghafir El Idrissi, Serena Bucossi, Stefania Mariani, Mauro Rongioletti, Orazio Zanetti, Chiara Congiu, Paolo M. Rossini, Cristian Bonvicini
Molecular Neurobiology pp 1-11 First online: 12 January 2016

Value of serum nonceruloplasmin copper for prediction of mild cognitive impairment conversion to Alzheimer disease
ANNALS OF NEUROLOGY
Volume 75, Issue 4, April 2014, Pages: 574–580

Il test del Rame libero

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: