Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 395 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Terapia genica contro le metastasi al fegato.

Posted by giorgiobertin su gennaio 15, 2016

Uno studio condotto dai ricercatori dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano, ha identificato un nuovo approccio terapeutico basato sulla terapia genica, in grado di contrastare efficacemente le metastasi al fegato causate dai tumori del colon-retto in modelli sperimentali.

Lo studio pubblicato sulla rivista EMBO Molecular Medicine, dimostra come i macrofagi, cellule del sangue normalmente richiamate nel tumore, possano essere convertiti in veicoli di geni anti-tumorali per combattere le metastasi al fegato da tumori colon-rettali.

EMBO-Jour

La tecnica consiste nell’utilizzo di vettori lentivirali in grado di inserire nelle cellule staminali ematopoietiche (cellule madri di tutti gli elementi del sangue) un gene che svolge attività anti-tumorale. Il gene terapeutico, scelto per bloccare la crescita del tumore, è l’interferone alfa, una molecola prodotta normalmente dal nostro organismo in risposta a infezioni ma per la quale è stata dimostrata anche una potente attività anti-tumorale.

I macrofagi ingegnerizzati, richiamati nei pressi delle metastasi, producono interferone che, accumulandosi nel fegato e in particolare nelle zone cancerose, può esercitare la sua funzione anti-tumorale, evitando gli effetti tossici della somministrazione sistemica sull’organismo.

“Abbiamo verificato che l’ingegnerizzazione dei macrofagi e la conseguente produzione specifica di interferone, è in grado di conferire protezione a lungo termine in modelli preclinici murini, senza causare apparenti effetti collaterali o incapacità a rispondere adeguatamente a infezioni virali sistemiche”. “È ora necessario effettuare ulteriori studi preclinici volti a valutare quali pazienti con metastasi epatiche da tumori del colon-retto possano meglio beneficiare di questa terapia genica e preparare la sperimentazione clinica che potrebbe cominciare tra qualche anno” –  afferma Giovanni Sitia – uno degli autori.

Leggi il full text dell’articolo:
IFNα gene/cell therapy curbs colorectal cancer colonization of the liver by acting on the hepatic microenvironment
Mario Catarinella, Andrea Monestiroli, Giulia Escobar, Amleto Fiocchi, Ngoc Lan Tran, Roberto Aiolfi, Paolo Marra, Antonio Esposito, Federica Cipriani, Luca Aldrighetti, Matteo Iannacone, Luigi Naldini, Luca G Guidotti, Giovanni Sitia
EMBO Molecular Medicine (2016) emmm.201505395 – DOI 10.15252/emmm.201505395 | Published online 14.01.2016

Fonte: IRCCS Ospedale San Raffaele

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: