Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 395 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Test finali per il pancreas artificiale.

Posted by giorgiobertin su gennaio 6, 2016

Un dispositivo sviluppato dai ricercatori della University of Virginia School of Medicine (UVA) per monitorare in modo automatico e regolare i livelli di zucchero nel sangue nelle persone con diabete di tipo 1, è arrivato al collaudo finale in due studi clinici che inizieranno all’inizio di quest’anno (video).

I risultati positivi di questi studi clinici a lungo termine chiariranno come funziona il pancreas artificiale in contesti di vita reale potrebbe portare la US Food and Drug Administration ed altri enti internazionali di regolamentazione, all’approvazione del dispositivo per l’utilizzo da parte di persone con diabete di tipo 1, che non producono abbastanza insulina.

Le prove saranno condotte in nove sedi negli Stati Uniti e in Europa (In Italia sarà l’Università degli Studi di Padova), sostenuti dal National Institute of Diabetes e Digestiva e Malattie renali del National Institutes of Health.

Il primo studio condotto su 240 pazienti, metterà alla prova la tecnologia sviluppata presso UVA dal  gruppo di ricerca guidato da Boris Kovatchev, direttore del Centro UVA per il Diabetes Technology.


University of Virginia project turns an ordinary smartphone into an artificial pancreas

Un secondo studio condotto su 180 pazienti che hanno completato il primo studio servirà a  testare l’algoritmo sviluppato dalla Harvard University e verificare ulteriori miglioramenti nel controllo dei livelli di zucchero nel sangue.

Il nostro obiettivo principale è quello di stabilire un nuovo paradigma nel trattamento del diabete: il pancreas artificiale non è un dispositivo singola funzione; è un adattabile, una rete indossabile dal paziente in un ecosistema di trattamento digitale” – afferma il prof. Kovatchev coordinatore del progetto.

L’obiettivo del pancreas artificiale è quello di eliminare la necessità per le persone con diabete di tipo 1 di controllare più volte al giorno i livelli di zucchero nel sangue e iniettare l’insulina manualmente.

Fonte ed approfondimenti: University of Virginia School of Medicine (UVA)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: