Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 395 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Cancro: Fermare la diffusione togliendo i canali di comunicazione.

Posted by giorgiobertin su dicembre 17, 2015

Uno studio condotto da ricercatori della Brigham and Women Hospital (BWH), pubblicato su Nature Communications, offre una nuova visione di come le cellule tumorali estendendono la loro portata, cooptazione e trasformano le cellule normali attraverso il “dirottamento metastatico“. I ricercatori hanno trovato anche che in modelli pre-clinici, l’intervento farmacologico può prevenire che questo dirottamento si verifichi, puntando a nuovi bersagli terapeutici per prevenire la diffusione delle cellule tumorali (metastasi).

Metastasis
A rounded cancer cell (top left) sends out nanotubes connecting with endothelial cells. Genetic material can be injected via these nanotubes, transforming the endothelial cells and making them more hospitable to additional cancer cells. Image: Sengupta Lab.

Utilizzando un microscopio elettronico a scansione, gli scienziati hanno rilevato dei tubi sottili lunghi che si estendono verso l’esterno dalle cellule – ponti in nanoscala che collegavano le cellule tumorali al tessuto normale. I ricercatori hanno scoperto che i profili molecolari di alcune delle cellule endoteliali normali, erano stati cambiati, e che i microRNAs erano stati trasferiti attraverso i ponti nelle cellule endoteliali. Le cellule endoteliali ospitavano così due microRNA entrambi coinvolti nelle metastasi.

L’azione che è stata fatta è quella di interrompere la comunicazione tra le cellule tumorali ed endotelio. Allo scopo sono stati usati degli agenti farmacologici, docetaxel, che già viene usato per curare il cancro al seno metastatico. Si è notata una netta diminuzione del numero di ponti su scala nanometrica formati dalle cellule. Sugli animali trattati si è notata una diminuzione significativa del carico tumorale metastatico.

Il nostro studio apre nuove vie per l’esplorazione e suggerisce che questi ponti di membrana in nanoscala possono rappresentare nuove terapie nella gestione dei carcinomi metastatico“. – afferma il professor Shiladitya Sengupta coordinatore dello studio.

Scarica e leggi il full text dell’articolo:
Physical nanoscale conduit-mediated communication between tumour cells and the endothelium modulates endothelial phenotype
Yamicia Connor, Sarah Tekleab, Shyama Nandakumar, Cherelle Walls, Yonatan Tekleab, Amjad Husain, Or Gadish, Venkata Sabbisetti, Shelly Kaushik, Seema Sehrawat, Ashish Kulkarni, Harold Dvorak, Bruce Zetter, Elazer R. Edelman, Shiladitya Sengupta
Nature Communications 6, Article number: 8671  doi:10.1038/ncomms9671  – Published 16 December 2015

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: