Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 397 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Benzodiazepine aumentano il rischio di demenza.

Posted by giorgiobertin su ottobre 5, 2015

I pazienti che assumono benzodiazepine per il trattamento di condizioni psichiatriche dovrebbero prendere in considerazione il passaggio ad altre terapie a causa di maggiori rischi per la demenza e la morte, secondo i medici dell’American College of Osteopathic Neurologists and Psychiatrists.

Diazepam image

Nonostante esistano dei nuovi protocolli psichiatrici, alcuni medici continuano a prescrivere benzodiazepine come trattamento primario per l’insonnia, ansia, disturbo da stress post-traumatico, disturbo ossessivo-compulsivo e altri disturbi. Ora una ricerca condotta da Helene Alfonso, Direttore of Osteopathic Medical Education alla North Texas University Health Science Center, che sarà presentata all’American Osteopathic Association’s Annual Osteopathic Medical Conference and Exposition (OMED) – 17-21 ottobre ad Orlando, afferma che l’utilizzo di benzodiazepine potrebbe aumentare notevolmente il rischio di demenza e malattia di Alzheimer nei pazienti.

A conferma di questi dati ricordiamo che già nel 2012, l’American Geriatric Society aveva etichettato le benzodiazepine “inappropriate” per il trattamento di insonnia, agitazione, o delirio nei pazienti di età ≥65 a causa del rischio di cadute, lesioni, sovradosaggio accidentale, e morte.

Le Benzodiazepine includono farmaci come Valium, Ativan, Klonopin e Xanax. Una classe di farmaci che ha ricevuto l’approvazione della FDA nel 1960 come un’alternativa più sicura ai barbiturici.

Sciencenewsline medicine

NewsMedical.net

EurekAlert

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: