Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 395 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Promettente un farmaco contro il Parkinson.

Posted by giorgiobertin su agosto 8, 2015

Un farmaco già in uso da decenni per il trattamento di malattie del fegato, potrebbe essere un trattamento efficace per rallentare la progressione della malattia di Parkinson, ad affermarlo gli scienziati dell’Università di Sheffield in collaborazione con scienziati dell’Università di York.

Annals-Neurology-cover

Il farmaco un composto dell’acido ursodesossicolico (UDCA) “ha dimostrato gli effetti benefici nel tessuto dei vettori LRRK2 con la malattia di Parkinson. L’UDCA fornisce un miglioramento della funzione mitocondriale, come dimostra l’aumento del consumo di ossigeno e i livelli di energia cellulare“. – afferma il Dr Heather Mortiboys, autore dello studio.

Una mutazione nel gene LRRK2 è la causa ereditaria più comune della malattia di Parkinson. Tuttavia, il meccanismo preciso che conduce Parkinson non è ancora chiaro.
Difetti nei mitocondri, e la conseguente riduzione dei livelli di energia, sono un fattore in un numero di malattie che colpiscono il sistema nervoso tra cui il morbo di Parkinson e le malattie dei moto neuroni.

Lo studio dimostra che anche a concentrazioni relativamente basse il farmaco ha effetto sulle cellule di Parkinson coltivate in laboratorio. “Sulla scia dei risultati promettenti in vitro, siamo curiosi di approfondire e confermare il potenziale di UDCA in vivo” conclude Mortiboys.

Leggi abstract dell’articolo:
UDCA exerts beneficial effect on mitochondrial dysfunction in LRRK2G2019S carriers and in vivo.
H. Mortiboys, R. Furmston, G. Bronstad, J. Aasly, C. Elliott, O. Bandmann.
Neurology, Published online before print August 7, 2015.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: