Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 393 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Una tossina del pesce potenziale terapia contro il cancro.

Posted by giorgiobertin su luglio 25, 2015

Gli scienziati dall’Università di Friburgo hanno risolto il meccanismo molecolare di una tossina del pesce che potrebbe essere usata in futuro come farmaco per trattare il cancro.

Afp18

I ricercatori hanno studiato un agente patogeno di Yersinia (un genere di batteri appartenente alla famiglia Enterobacteriaceae), che causa delle malattie nel salmone e nella trota, con conseguente grandi perdite finanziarie nell’industria del pesce, e nell’uomo responsabile di affezioni intestinali, la Y. pestis causa della peste bubbonica.
La tossina in questione è Afp18, che disattiva la proteina RhoA. RhoA è responsabile di molti trattamenti vitali nelle cellule degli esseri umani e del pesce. Per esempio, gestisce la costruzione e la suddivisione dei filamenti dell’actina. Questi filamenti sono necessari non solo per divisione cellulare, ma anche per la diffusione delle metastasi del tumore nell’organismo. Dai risultati dello studio, è emerso che iniettando la tossina Afp18 nei pesci si è riusciti a bloccata la divisione cellulare.

Le proteine Rho-Regolarici sono importanti nella crescita di cancro, particolarmente nelle metastasi. Per questo motivo, i ricercatori dall’Università di Friburgo ritengono che questa tossina del pesce sia un grande potenziale terapeutico nel trattamento del cancro.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica “Nature Communications“.

Leggi abstract dell’articolo:
Tyrosine glycosylation of Rho by Yersinia toxin impairs blastomere cell behaviour in zebrafish embryos
Thomas Jank, Stephanie Eckerle, Marcus Steinemann, Christoph Trillhaase, Marianne Schimpl, Sebastian Wiese, Daan M. F. van Aalten, Wolfgang Driever, Klaus Aktories
Nature Communications 6, Article number: 7807 doi:10.1038/ncomms8807

Fonte ed approfondimenti: Università di Friburgo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: