Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 397 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Un sensore per la diagnosi di cancro alla prostata.

Posted by giorgiobertin su luglio 9, 2015

Una nuova ricerca condotta dagli scienziati dell’Università di Birmingham ha dimostrato come un chip con un sensore intelligente può essere in grado di migliorare l’efficienza della diagnosi di cancro alla prostata.

GACredit image: Chemical Science

Il team di ingegneri chimici e chimici, ha creato un chip sensore con i recettori sintetici lungo una superficie 2D per identificare specifiche molecole le glicoproteine. Queste molecole che si differenziano per le loro catene di carboidrati modificati. In particolare il nuovo chip è progettato per concentrarsi sulla parte di carboidrato della molecola che è differente nei pazienti sani rispetto a quelli affetti da cancro alla prostata.  Il chip ha una nano-cavità sulla sua superficie che si adatta alla forma della glicoproteina specifica associata con il cancro della prostata.

Si tratta essenzialmente di una serratura, e l’unica chiave che si adatta è la specifica glicoproteina del cancro alla prostata” afferma il prof. Paula Mendes coordinatore dello studio. “Ci sono un sacco di malattie che producono glicoproteine ​​specifiche, e quindi ci sono una serie di possibili vie per migliorare la precisione delle nostre diagnosi“.

Scarica e leggi il documento in full text:
Selective glycoprotein detection through covalent templating and allosteric click-imprinting
Alexander Stephenson-Brown,Aaron L. Acton,Jon A. Preece,John S. Fossey and Paula M. Mendes
Chem. Sci., 2015, Advance Article – DOI: 10.1039/C5SC02031J

Supplementary information  PDF (2488K)

Fonte ed approfondimenti: Università di Birmingham

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: