Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 395 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Cancro ovarico: Scoperti nuovi marcatori per la diagnosi.

Posted by giorgiobertin su maggio 26, 2015

I ricercatori dell’ University of California, San Diego School of Medicine e Moores Cancer Center, hanno identificato sei isoforme di mRNA (frammenti di materiale genetico) prodotte dalle cellule del cancro ovarico, ma non dalle cellule normali. La scoperta apre la possibilità di diagnosticare precocemente il cancro ovarico.

ovariancancer
Intermediate magnification micrograph of a low malignant potential (LMP) mucinous ovarian tumour. H&E stain. The micrograph shows: Simple mucinous epithelium (right) and mucinous epithelium that pseudo-stratifies (left – diagnostic of a LMP tumour). Epithelium in a frond-like architecture is seen at the top of image. Credit: Nephron /Wikipedia. CC BY-SA 3.0

Un algoritmo bioinformatico personalizzato identifica l’mRNA umano che contraddistingue le cellule tumorali ovariche dalle cellule normali fornendo così nuovi bersagli terapeutici. Con questo approccio bioinformatico, i ricercatori hanno identificato sei molecole isoforme di mRNA che hanno la specificità tumorale necessaria per una diagnosi precoce di cancro ovarico.
Queste isoforme di mRNA codificano le proteine ​​con particolari sequenze di aminoacidi, e questo potrebbe permettere un’azione mirata con terapie come gli anticorpi monoclonali e vaccini a base di cellule T.

Gli studi sperimentali sono stati realizzati in laboratorio e sono stati eseguiti su cellule di cancro ovarico da linee cellulari, ora gli “studi clinici dovranno esser condotti su donne con tumore ovarico per confermare la presenza di questi marcatori” – afferma il Prof. Cheryl Saenz co-autore del lavoro.

Lo studio è pubblicato sulla rivista “Proceedings of National Academy of Sciences” (PNAS).

Scarica il full text dell’articolo:
Systematic transcriptome analysis reveals tumor-specific isoforms for ovarian cancer diagnosis and therapy
Christian L. Barrett, Christopher DeBoever, Kristen Jepsen, Cheryl C. Saenz, Dennis A. Carson, and Kelly A. Frazer
PNAS 2015 ; published ahead of print May 26, 2015, doi:10.1073/pnas.1508057112

Fonte ed approfondimenti: University of California, San Diego School of Medicine

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: