Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 467 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento
  • Annunci

Attenzione al paracetamolo in gravidanza.

Posted by giorgiobertin su novembre 2, 2013

Il Paracetamolo (acetaminofene) è il farmaco più comunemente usato in gravidanza, ma sono molto pochi gli studi che hanno indagato le possibili conseguenze a lungo termine per il bambino. Un nuovo studio presso l’Istituto norvegese di sanità pubblica suggerisce che l’uso a lungo termine di paracetamolo durante la gravidanza può aumentare il rischio di effetti negativi sullo sviluppo del bambino.

Lo studio che ha coinvolto 3000 coppie di fratelli, dimostra che i bambini che erano stati esposti a paracetamolo per più di 28 giorni di gravidanza hanno avuto minori abilità motorie, scarse capacità di comunicazione e problemi comportamentali rispetto ai non esposti.

farmaci pericolosi in gravidanza

I risultati rafforzano la nostra preoccupazione che l’uso a lungo termine di paracetamolo durante la gravidanza può avere un effetto negativo sullo sviluppo del bambino, ma che l’uso occasionale per brevi periodi non è probabilmente dannoso per il feto. Importante sottolineare che non si può supporre che ci sia una relazione causale tra l’uso materno di paracetamolo durante la gravidanza e gli effetti avversi nei bambini da uno studio epidemiologico. Dal momento che questo è l’unico studio a dimostrare questo, vi è la necessità di ulteriori ricerche per confermare o smentire questi risultati “, dice il professor Edvige Nordeng.

Leggi abstract dell’articolo:
Prenatal paracetamol exposure and child neurodevelopment: a sibling-controlled cohort study
Ragnhild Eek Brandlistuen, Eivind Ystrom, Irena Nulman, Gideon Koren, and Hedvig Nordeng
Int. J. Epidemiol. first published online October 24, 2013 doi:10.1093/ije/dyt183

Fonte: ScienceDaily

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: