Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 438 follower

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • Sito d'argento

Archive for 14 novembre 2012

Sla e cancro hanno una proteina in comune?

Posted by giorgiobertin su novembre 14, 2012

La senataxina svolgerebbe una funzione essenziale nella trascrizione e replicazione del Dna e potrebbe anche avere un ruolo alla base della formazione dei tumori. A rivelarlo per la prima volta uno studio congiunto tra l’IFOM (Istituto FIRC di oncologia molecolare) di Milano e l’Istituto di genetica molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche (Igm-Cnr) di Pavia, con il supporto dell’Airc e di Telethon, pubblicato sulla rivista Cell.

“Ciò che emerge chiaramente dai nostri risultati è che la senataxina – proteina mutata in due rare patologie neurodegenerative ereditarie, una forma giovanile di Sclerosi laterale amiotrofica e una rara atassia con difetti dei muscoli oculari (AOA2) – agisce come un vigile che ‘regola il traffico’ durante la replicazione di zone del Dna particolarmente ‘affollate’”, spiega Giordano Liberi, ricercatore dell’Igm-Cnr di Pavia e autore della ricerca.

Quando la senataxina risulta alterata, come nelle due patologie oggetto della ricerca, la trascrizione interferisce con la replicazione rendendo il Dna fragile, una caratteristica comune delle cellule tumorali.. Questa scoperta potrebbe segnare quindi un significativo passo avanti sia nella ricerca sul cancro, sia nello studio delle due patologie neurodegenerative in cui senataxina è alterata.

Leggi il full text dell’articolo informato pdf:
Senataxin Associates with Replication Forks to Protect Fork Integrity across RNA-Polymerase-II-Transcribed Genes 
Amaya Alzu, Rodrigo Bermejo, Martina Begnis, Chiara Lucca, Daniele Piccini, Walter Carotenuto, Marco Saponaro, Alessandra Brambati, Andrea Cocito, Marco Foiani, Giordano Liberi
Cell – 9 November 2012 (Vol. 151, Issue 4, pp. 835-846)

Fonte ed approfondimenti: IFOM – Milano  –  Galileo Giornale di Scienza

Annunci

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Un nuovo farmaco per la psoriasi.

Posted by giorgiobertin su novembre 14, 2012

Sulla rivista Lancet sono stati pubblicati i risultati di un trial clinico sull’efficacia e sicurezza a differenti dosi di un nuovo farmaco, apremilast per il trattamento a lungo termine della psoriasi. Ricordiamo che il trattamento a lungo termine di questa malattia è spesso compromesso da effetti indesiderati e da perdita di efficacia.

Apremilast è un inibitore della fosfodiesterasi 4, un enzima intracellulare che degrada il secondo messaggero cAMP aumentando la produzione di citokine infiammatorie (la fosofodiesterasi è predominante nel sistema immunitario dei cheratinociti).

Il trial randomizzato contro placebo ha coinvolto 89 pazienti, di età superiore ai 18 anni con psoriasi moderata o grave a cui è stato somministrato il farmaco a differenti dosi. Il farmaco, somministrato per via orale a 20 e 30 mg due volte al giorno è risultato efficace e ben tollerato, gli effetti collaterali sono stati molto bassi 5% e già dalla 16esima settimana si è avuta una riduzione dell’area di psoriasi del 75%.

Leggi abstract.
Efficacy of apremilast in the treatment of moderate to severe psoriasis: a randomised controlled trial
Dr Kim Papp MD,Jennifer C Cather MD,Les Rosoph MD,Howard Sofen MD,Richard G Langley MD,Robert T Matheson MD and others
The Lancet, Vol. 380 No. 9843 pp 738-746

ClinicalTrials.gov, number NCT00773734.

Posted in News-ricerca | Contrassegnato da tag: , | 3 Comments »