Medicina in Biblioteca

Weblog della Biblioteca Medica "PINALI" Università degli Studi di Padova

  • Categorie

  • Archivi

  • Pagine

  • QR Code Blog

    Scarica e installa il software direttamente dal telefonino: sito i-nigma; fotografa il codice e avrai le news dal blog sempre con te.


  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Unisciti agli altri 144 follower

  • Seguimi su Libero Mobile

  • sito internet

  • sito web

Confermato il legame tra vitamina D e rischio demenza.

Posted by giorgiobertin su agosto 15, 2014

Nel più grande studio del suo genere, i ricercatori dell’ University of Exeter Medical School nel Regno Unito, suggeriscono che nelle persone più anziane, non ottenere abbastanza vitamina D può raddoppiare il rischio di sviluppare demenza e malattia di Alzheimer. Lo studio è stato pubblicato nell’edizione online della rivista Neurology.

Neurology cover

Per lo studio, a 1.658 persone di età più di 65 anni che erano privi di demenza sono stati testati i livelli ematici di vitamina D. Dopo una media di 6 anni, 171 partecipanti hanno sviluppato la demenza e 102 aveva il morbo di Alzheimer. Dai risultati è emerso che le persone con bassi livelli di vitamina D avevano il 53% di aumento del rischio di sviluppare demenza e coloro che erano gravemente carenti avevano un aumento del rischio del 125% rispetto ai partecipanti con livelli normali di vitamina D.

Ci aspettavamo di trovare un’associazione tra bassi livelli di vitamina D e il rischio di demenza e malattia di Alzheimer, ma i risultati sono stati sorprendenti – in realtà abbiamo scoperto che l’associazione era due volte più forte di come anticipato,” ha detto David J. Llewellyn, PhD , Università di Exeter Medical School, Exeter, Regno Unito.
La vitamina D si trova negli alimenti come pesci grassi come il salmone, il tonno o lo sgombro, latte, uova e formaggio, oltre che integratori ed esposizione al sole.

Leggi il full text dell’articolo:
Vitamin D and the risk of dementia and Alzheimer disease
Thomas J. Littlejohns, William E. Henley, Iain A. Lang, Cedric Annweiler, Olivier Beauchet, Paulo H.M. Chaves, Linda Fried, Bryan R. Kestenbaum, Lewis H. Kuller, Kenneth M. Langa, Oscar L. Lopez, Katarina Kos, Maya Soni, and David J. Llewellyn
Neurology published ahead of print August 6, 2014, doi:10.1212/WNL.0000000000000755;

Fonte ed approfondimenti:  University of Exeter Medical School

About these ads

Una Risposta to “Confermato il legame tra vitamina D e rischio demenza.”

  1. […] pubblicato ieri i risultati di uno studio inglese che suggerisce un legame tra demenza e deficit di vitamina D, ora una ricerca condotta dai ricercatori dell’Ospedale Maggiore Policlinico e […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 144 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: